Il Parlamento europeo condanna la Cina per violazione dei diritti umani in un’audizione pubblica

(Clearwisdom.net) Il 1° dicembre 2009, sulla scia del colloquio UE-Cina sui diritti umani e del Vertice UE-Cina, il Parlamento europeo ha organizzato un'audizione pubblica incentrata sulle attuali condizioni dei diritti umani in Cina, con la partecipazione sia di deputati del Parlamento Europeo sia di esperti provenienti da varie organizzazioni per i diritti umani.

Le persone intervenute hanno condannato le violazioni dei diritti umani sotto il regime del Partito Comunista Cinese (PCC), in particolare il trattamento riservato ai praticanti del Falun Gong e hanno discusso di misure diplomatiche da adottare in futuro.

Parlamento europeo in audizione pubblica sulla situazione dei diritti umani in Cina Ex membro del Parlamento Canadese, David Kilgour parla all’udienza pubblica del Parlamento Europeo

Un ex membro del Parlamento Canadese, David Kilgour è stato invitato a parlare della persecuzione che stanno subendo i praticanti del Falun Gong in Cina. Ha sottolineato che il Falun Gong è stato sottoposto alla persecuzione più violenta. Il suo libro più recente, co-scritto con David Matas, Bloody Harvest, si conclude con un grande numero di prove riguardo lo sconvolgente crimine a cui i praticanti innocenti del Falun Gong sono sottoposti, cioè che vengono uccisi per i loro organi. Nessuno dovrebbe mettersi il paraocchi su questo.

Quando ha fatto il suo intervento, il signor Kilgour ha detto, "Questa è una delle più atroci persecuzioni del 21° secolo, che equivale a crimini contro l'umanità. Dura da più di un decennio ed è tuttora in corso. Questo è stato il motivo per cui David Matas ed io abbiamo visitato quasi sessanta paesi. Tutti questi delitti devono essere fermati. Continueremo con tutto il nostro impegno fino alla fine ".

Ha aggiunto che l'UE potrebbe dare il suo contributo. Nel libro Bloody Harvest, ha fatto 25-30 raccomandazioni, tra cui una che può essere applicata all'UE ovvero "gli Stati stranieri dovrebbero emettere dei consultivi di viaggio avvertendo la propria popolazione che i trapianti di organi in Cina provengono quasi interamente da detenuti non consenzienti, sia condannati a morte che praticanti del Falun Gong. "

Il Vice Presidente del Parlamento Europeo, Edward McMillan-Scott parla in udienza

Il Vice Presidente del Parlamento Europeo, Edward McMillan-Scott ha dichiarato in udienza che tutti i contatti avuti durante la sua visita in Cina nel 2006 erano stati arrestati e torturati dal PCC, tra cui il praticante del Falun Gong Cao Dong. L'UE dovrebbe continuare a fare pressione sulla Cina.

Presidente della Sottocommissione per i diritti dell’uomo, Heidi Hautula, all'udienza

La Presidente della Sottocommissione per i diritti umani, Heidi Hautula, ha condotto l'udienza e ha commentato che era difficile credere che un movimento così pacifico (Falun Gong) soffrisse una persecuzione così efferata.

Ha detto durante il suo intervento, "non riesco a capire o accettare come un movimento così pacifico sia diventato il nemico dello Stato. Conosco molti praticanti del Falun Gong personalmente, non sono diversi dai miei amici dell’UE che fanno yoga dopo il lavoro. Il nostro obiettivo è chiaro. Chiediamo alla Cina di aprirsi, per garantire i diritti dei suoi cittadini, e per fermare gli arresti di coloro che parlano chiaramente di verità ".

Un poeta, filosofo e deputato della Lituania, il signor Leonidas Donskis ha evidenziato che il modo in cui il PCC tratta il suo popolo è molto simile a quello dell'ex Unione Sovietica. Il motivo principale per cui la comunità internazionale ha tollerato la situazione dei diritti umani in Cina è che molti paesi vogliono proteggere i propri interessi.

Nel corso dell'udienza, alcuni deputati del Parlamento europeo e alcuni esperti di diritti umani hanno chiesto che i colloqui su tali questioni siano pubblici, invece di fare diplomazia silenziosa e discussioni a porte chiuse. Il capo di Human Rights Watch Asia, il Sig. Brad Adams, ha detto, "l'UE ed i suoi Stati membri insieme con gli altri paesi del mondo devono discutere apertamente e chiaramente di questioni riguardanti i diritti umani in Cina, piuttosto che tergiversare; negoziare a porte chiuse con il PCC non funziona. Sappiamo tutti che la pressione dell'opinione pubblica e le solenni dichiarazioni sono efficaci. Abbiamo bisogno di ricordare al mondo ciò che sta accadendo ai 1,3 miliardi di persone cinesi (violazioni dei diritti umani) i quali sono più importanti sia di accordi commerciali che degli acquisti a basso costo di prodotti cinesi".

La seduta è stata trasmessa interamente in diretta sul sito web dell'Unione Europea. Un funzionario sui diritti umani dell’UE ha detto che dopo l'incontro sperava che il pubblico cinese avesse potuto vedere la trasmissione in diretta.

Versione inglese: http://www.clearwisdom.net/html/articles/2009/12/12/113074.html>http://www.clearwisdom.net/html/articles/2009/12/12/113074.html

Versione cinese: http://minghui.ca/mh/articles/2009/12/6/213930.html>http://minghui.ca/mh/articles/2009/12/6/213930.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.