Linee guida per scrivere esperienze di condivisione

Tutti i praticanti sono incoraggiati affinché scrivano esperienze di condivisione, così da contribuire al nostro ambiente di coltivazione e per aiutarci l’uno con l’altro a migliorare; scrivere tali condivisioni è, in sé stesso, un processo di coltivazione. Per tale motivo abbiamo compilato i seguenti suggerimenti e passaggi dall’insegnamento della Fa relativi alle condivisioni di esperienze per incoraggiare i praticanti a guardare alla Fa per avere una guida nello scrivere le proprie condivisioni. Questi suggerimenti provengono da anni di letture, discussioni e revisioni di condivisioni di esperienze. Ad ogni modo, questi suggerimenti non sono assoluti, in quanto gli autori stessi sono praticanti nel processo di coltivazione. Sentitevi liberi di inviare i vostri suggerimenti per migliorare sotto questo aspetto o di farci notare se vi è qualcosa non in linea con la Fa.

Condividere il processo

Ciò include il processo di innalzare la propria xinxing nella coltivazione attraverso lo studio della Fa, superare le tribolazione e cooperare con gli amici praticanti. I punti esposti sono spesso molto più facili da seguire se vengono correlati dagli eventi accaduti e dai processi mentali dell’autore, che hanno condotto a una comprensione più profonda della Fa e del migliorare la xinxing.

Il Maestro ha detto:

“Dico spesso che non mi preoccupo tanto del risultato finale, perché ciò che deve essere completato nella rettifica della Fa è inevitabile. Non importa quanto pericolose in modo allarmante possono diventare le cose durante la rettifica della Fa, il risultato è certo. Quindi non faccio molta attenzione ad esso, dato che non può che avere successo. Ciò a cui attribuisco più valore è il processo. Solo l’intero processo che un essere attraversa forma la completa entità di questo essere.” (Insegnamento della Fa nella Capitale U.S.A, 2007)

“Naturalmente si tratta di un processo molto lento e progressivo che avviene nel corso della coltivazione e che richiede grande impegno e dedizione. Dovrete lavorare sul corpo e temprare la volontà, e questo non è facile. Riuscite a rimanere calmi dentro di voi quando siete in mezzo alle tensioni che mettono alla prova la vostra xinxing? O quando accadono cose che hanno un impatto diretto su di voi, potete rimanere calmi dentro di voi? È veramente difficile. Non basta volerlo per poterlo poi effettivamente fare. Potrete farlo solamente quando la vostra xinxing e il vostro de saranno migliorati grazie alla coltivazione.” (Nona Lezione, Zhuan Falun)

Riferimenti agli insegnamenti della Fa

Possiamo solamente condividere le nostre comprensioni della Fa ai nostri rispettivi livelli, quindi è importante includere le citazioni provenienti dagli insegnamenti della Fa dove appropriato, così da assicurarci che le nostre comprensioni non vadano fuori strada o portino fuori strada altri praticanti.

“Durante tutte le ere, una sola cosa è stata in grado di spiegare completamente gli esseri umani, le molte dimensioni materiali esistenti, la vita e l'intero universo: la Fa di Budda.” (‘Lunyu’, Zhuan Falun)

“E non vi è permesso ripetere le mie parole originali come se fossero vostre: questo sarebbe un plagio della Fa. Lo potete fare solo ripetendo esattamente le mie parole, aggiungendo una frase di questo genere: “il Maestro ha detto questo” o “nel libro c'è scritto questo”; lo potete fare solo così. Se ne parlate in questo modo, allora la trasmissione porterà con sé la forza della Dafa.” (Terza Lezione, Zhuan Falun)

Pensare agli altri

I praticanti condividono le esperienze per il beneficio degli altri. Cercate di tenere questo aspetto in mente quando scrivete le vostre condivisioni. Concentratevi su alcuni punti principali. Non è necessario condividere tutto quello che è successo nel processo di coltivazione in una sola condivisione. Concentratevi su pochi punti principali, escludendo i dettagli che non sono relativi all’oggetto e allo scopo della condivisione.

“Vorrei anche dirvi che, in passato, la vostra natura era realmente fondata sull’egotismo e sull’egoismo. D’ora in poi, qualunque cosa facciate, dovrete innanzitutto considerare gli altri, in modo tale da conseguire la retta illuminazione sull’altruismo. Così, d’ora in poi, qualunque cosa facciate o qualunque cosa diciate, dovrete considerare gli altri - o perfino le future generazioni - come pure l'eterna stabilità della Dafa.” (‘La natura di Budda è senza omissioni’, Elementi Essenziali per Ulteriori Avanzamenti)

“Dico spesso che, se tutto ciò che una persona vuole è il bene degli altri, e se questo è senza la minima motivazione e comprensione personale, ciò che dice, commuoverà gli ascoltatori fino alle lacrime.” (‘Fare chiarezza’, Elementi Essenziali per Ulteriori Avanzamenti)

Guardare all’interno, non all’esterno

Quando i praticanti hanno conflitti o problemi, guardano all’interno di sé stessi per trovare la fonte di tali problemi. Dovremmo fare in modo che le nostre condivisioni non diventino un mezzo per rendere note le nostre lamentele sulle mancanze degli altri praticanti, ma piuttosto che siano improntate a mostrare come abbiamo trovato le nostre mancanze durante i conflitti che ci sono stati tra noi praticanti.

“La coltivazione consiste nel guardare dentro se stessi. Sia che abbiate torto oppure ragione, voi dovreste sempre esaminare voi stessi. La coltivazione riguarda lo sbarazzarsi degli attaccamenti umani. Se voi respingete sempre le critiche e i rimproveri, se indicate sempre gli altri, e rifiutate sempre la disapprovazione e le critiche degli altri, è coltivazione quella? In che modo sarebbe una coltivazione? Voi siete cresciuti abituati a focalizzarvi sulle mancanze altrui, senza mai esaminare seriamente voi stessi. Quando la coltivazione altrui sarà un giorno coronata da successo, voi a che punto sarete? Il Maestro non sta forse sperando che voi coltiviate bene? Perché non accettate le critiche e continuate a mettere la vostra attenzione sugli altri? Perché non coltivate verso l’interno esaminando il vostro sé?” (Insegnare la Fa nella Città di Los Angeles, 2006)

Convalidare la Dafa

Le condivisioni dovrebbero raffigurare la Dafa e i discepoli della Dafa sotto una luce positiva. Questo non significa evitare di parlare dei nostri problemi o delle nostre mancanze nella coltivazione. Ad ogni modo la condivisione non dovrebbe essere un elenco delle cose negative, piuttosto dovrebbe mostrare come tali cose negative siano state superate attraverso il guardarsi dentro e il seguire gli insegnamenti del Maestro Li. Sono da evitare le descrizioni particolareggiate delle cattive azioni commesse in passato.

“Le conferenze per la condivisione delle esperienze, organizzate dai centri di assistenza in diverse regioni, non dovrebbero mai essere trasformate in conferenze di autocritica. Queste solenni "Conferenze della Fa" per condividere le esperienze di coltivazione della Dafa non dovrebbero mai essere trasformate in esibizioni per smascherare il lato oscuro della società; ancor meno dovreste forzare i praticanti a rivelare le insufficienze che hanno avuto e gli errori che hanno fatto quando erano persone comuni; così facendo, voi infliggerete dei pesanti effetti negativi, danneggiando la reputazione della Fa. Voi dovete avere chiaro quello che dovete fare e quello che non dovete fare. Questa è la coltivazione solenne. Le conferenze di condivisione delle esperienze sono destinate al miglioramento dei praticanti ed alla diffusione della Dafa, non a pubblicizzare quanto i nostri praticanti, una volta, fossero cattivi. Essi stanno parlando della loro coltivazione nella Dafa, e non scaricando la cosiddetta "acqua sporca"! ('Fare Chiarezza', Elementi Essenziali per Ulteriori Avanzamenti)

“Gli articoli riguardano per lo più delle analisi razionali e la rivelazione delle insufficienze, e lo scambio di pensieri allo scopo di convalidare la Fa, ridurre le perdite, aiutare gli altri coltivatori a pensare e ad agire rettamente, pensare a modi per aiutare i coltivatori che sono perseguitati, e salvare più esseri senzienti.” ('Maturi')

Evitare di dare istruzioni agli altri

Una tentazione comune per i coltivatori che si sono illuminati ai principi più alti della Dafa è di, inconsapevolmente, svolgere il ruolo di un insegnante, quando condividono con gli amici praticanti. In effetti scrivere articoli è un'altra opportunità per guardarsi dentro e perdere questo attaccamento.

“...è di non inserire le vostre cose personali nella Dafa, creando confusione. In altre parole, nel diffondere la pratica, non potete spiegare la nostra Falun Dafa in base a ciò che avete visto, anche se il vostro Terzo Occhio fosse aperto o aveste percepito qualcosa, o anche se aveste già dei poteri. Ciò che vedete al vostro livello è insignificante, e si trova veramente molto lontano dal reale significato della Fa che noi insegniamo. Perciò, d’ora in avanti, quando diffonderete la pratica, dovrete assolutamente fare attenzione a questo punto. Questo è l’unico modo per garantire che le cose originali della Falun Dafa restino inalterate.

Inoltre non vi è permesso diffondere la pratica nel modo in cui lo faccio io; non vi è permesso insegnare la Fa sotto forma di una grande conferenza come faccio io - voi non siete in grado d’insegnare la Fa. La ragione è che il significato di ciò che insegno è profondo e arriva molto lontano; in quello che io dico sono inseriti elementi provenienti da livelli elevati. Voi state coltivando a livelli diversi. In futuro, quando ascolterete nuovamente queste audiocassette, dopo aver fatto dei progressi, potrete continuare a migliorare; l'ascolto ripetuto vi darà una comprensione sempre nuova e aumenterete la vostra conoscenza. Questo avviene ancor meglio con la lettura del libro. Tutte le parole che io pronuncio qui sono legate a qualcosa di molto profondo; per questa ragione, voi non siete in grado di insegnare questa Fa.” (Terza Lezione, Zhuan Falun)

Evitare di esporre concetti che non provengono dagli insegnamenti della Dafa

Molti di noi hanno acquisito molti concetti ed esperienze sulla strada per la ricerca della verità. Tutte queste cose potrebbero non essere cattive ma sono decisamente ad un livello più basso rispetto alla Fa alla quale ci stiamo assimilando, perciò dovremmo fare attenzione a non includere concetti estranei nelle nostre condivisioni, altrimenti corriamo il rischio di minare la Fa o di portare gli amici praticanti fuori strada.

Noi insegniamo che nella coltivazione vi dovete dedicare a un’unica disciplina. Indipendentemente dalla coltivazione che praticate, non dovreste inserire casualmente altre cose coltivare in modo sconsiderato.” (Terza Lezione, Zhuan Falun)

“…occorre assolutamente praticare esclusivamente una sola via e non dovete mescolare nemmeno pensieri d’altre pratiche.” (Lezione Terza, Zhuan Falun)

“Voi non dovreste raccogliere a caso un termine usato o citato da chiunque. Non è aggiungere così qualcosa di umano alla Dafa?” […] “Ovviamente, ci sono ancora in circolazione altri termini impropri. Dovreste pensarci: se si aggiunge una parola oggi e un’altra domani, con il passare del tempo, la prossima generazione di discepoli non sarà più in grado di dire di chi siano quelle parole, e gradualmente la Dafa sarà cambiata.” (‘La natura di Budda è senza omissioni’, Elementi Essenziali per Ulteriori Avanzamenti)

Evitare di mettersi in mostra

I praticanti sono incoraggiati a condividere le esperienze positive che sono accadute nella loro coltivazione e nel chiarire la verità. Attraverso il guardarsi dentro si può differenziare tra l'obiettivo di portare beneficio agli altri o uno sforzo per migliorare la propria immagine di coltivatore.

“È necessario, per i discepoli, condividere fra loro ciò che hanno sperimentato e studiato nella loro coltivazione. Non c'è alcun problema se si aiutano l'un l'altro a progredire insieme, fintanto che non hanno alcuna intenzione di mettersi in mostra.” (‘La conferenza della Fa’, Elementi Essenziali per Ulteriori Avanzamenti)

“… è pure assente l’attaccamento a riferire dei risultati con la mentalità di “se non lo dico io alla gente, come faranno a saperlo” (‘Maturi’)

“Sono sparite le espressioni fiorite, intese a creare degli effetti; gli articoli sono pieni di sostanza e sono accurati, limpidi e liberi da emozioni umane.” (‘Maturi’)

Studiare la Fa

Oltre allo Zhuan Falun, i seguenti articoli sono da intendersi come riferimento per quanto scritto sopra, e raccomandiamo caldamente che vengano letti come guida per scrivere condivisioni. La seguente lista di articoli non è completa, poiché in molti insegnamenti della Fa vi sono riferimenti ai principi della coltivazione relativi alla condivisione di esperienze.

‘Maturi’: http://www.falundafa.it/it/05/Maturi.htm

‘La conferenza della Fa’: http://www.falundafa.it/it/tuttilibri/Essenziale-1.htm#_toc428

‘La natura di Budda è senza omissioni’: http://www.falundafa.it/it/tuttilibri/Essenziale-1.htm#_toc592

‘Fare chiarezza’: http://www.falundafa.it/it/tuttilibri/Essenziale-1.htm#_toc603

Versione inglese: http://clearwisdom.net/html/articles/2010/6/8/117721.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.