Editoriale

(Minghui.org) Alcuni giorni fa un direttore di progetto, presso Epoch Times US, di nome Yang, e un redattore, chiamato Jade, hanno scritto ai discepoli della Dafa in Cina, chiedendo informazioni sui luoghi di produzione dei materiali di Minghui in Cina: in quali distretti si trovano, in quali città, quanti sono, quanta gente lavora nella produzione e nella distribuzione, che materiali vengono prodotti (ad esempio, Minghui Weekly) ed in che quantità. Non è stata fornita nessuna motivazione ad una tale richiesta di informazioni. Fino ad ora hanno ricevuto tali richieste i discepoli della Dafa nelle provincie di Liaoning e Zhejiang. Alcuni coltivatori che hanno sempre preso seriamente il problema della sicurezza, quando è stato loro detto che "questa indagine statistica è della sede generale di Epoch Times, ed è un progetto approvato dal Maestro", hanno fornito le informazioni richieste senza dubitarci.

Nel periodo della rettifica della Fa, quando la persecuzione del PCC non è ancora giunta a termine, tutte le azioni di questo tipo sono il comportamento degli agenti del PCC. Con il sostegno alle necessità della rettifica della Fa del Maestro, come nostro punto di partenza, chiediamo a tutti i discepoli della Dafa di essere lucidi e di non cooperare a queste richieste, in modo da fermare questa forma di interferenza.

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.