Il duca Zhou – Un modello per i politici delle generazioni successive

Il Duca Zhou che creò il benevolo rito Zhou, un modello per più di 2000 anni - Illustrato da Catherine Chang

Il duca Zhou era uno dei fratelli minori del Re Wu. Nella storia cinese, era conosciuto come un buon modello di pietà filiale e benevolenza.

Talentuoso come i suoi fratelli, nella sua infanzia il duca Zhou si distinse per la sua pietà filiale e per la sua benevolenza. In età adulta, aiutò suo fratello, il Re Wu, a spingersi verso est con bighe da guerra per conquistare la dinastia Shang. A quei tempi, il sovrano Shang era estremamente impopolare a causa della sua natura belligerante e del suo stile di vita dissoluto e sontuoso a spese del suo popolo.

Con la considerevole assistenza del duca Zhou, il Re Wu sconfisse la dinastia Shang. Per mettere a loro agio le classi nobili della dinastia Shang, il Re Wu, su raccomandazione del duca Zhou, adottò come regola una generosa benevolenza: “Sistemazione in loco e non uccidere nessuno”. Liberarono le residenze e quei nobili Shang che erano stati fatti prigionieri e aprirono i granai per sfamare il popolo.

Il duca Zhou creò una serie di regole che promuovevano la virtù e consolidavano la fondazione della nuova dinastia. Si impegnò a “usare la virtù per illuminare le persone, a usare le punizioni con prudenza” e a “onorare la virtù e prendersi cura della gente”. Queste regole furono altamente lodate e seguite dai politici delle generazioni successive.

La via intrapresa dal duca Zhou per reclutare la gente meritevole e di talento venne vista come un modello dai politici successivi. Al fine di non perdere nessun saggio, il duca Zhou interrompeva qualunque cosa stesse facendo per incontrare i saggi. Per esempio, poteva smettere di lavarsi i capelli o interrompere il suo pranzo per incontrare immediatamente la gente di talento che era appena giunta per esprimere una proposta su come governare una nazione.

Dopo la morte del Re Wu, il figlio ed erede designato, il Re Cheng, gli succedette al trono della dinastia Zhou. Dato che il Re Cheng era troppo giovane, il duca Zhou agì come reggente per più di sei anni senza mai cercare di appropriarsi del trono. Durante la sua reggenza egli istruì il giovane Re Cheng su come governare la nazione con virtù e a resistere ai desideri dettati dai sensi. Quando Re Cheng fu cresciuto a sufficienza per governare, il duca Zhou volontariamente riconsegnò il potere al Re Cheng con un territorio consolidato e consigliò al re di non indulgere in uno stile di vita stravagante.

Nei suoi ultimi anni di vita, il Duca Zhou lavorò ancora molto duramente sull'introduzione di rituali e musiche e continuò a migliorare varie istituzioni e norme. Sviluppò una serie completa di rituali Zhou, nei quali stabilì una serie di dettagliati requisiti in vari aspetti, dalla politica nazionale ai comportamenti individuali quotidiani. Vi erano compresi anche un certo numero di istituzioni legali come il Sistema Patriarcale (per mantenere la regola del sistema nobiliare ereditario, che fa del figlio maggiore della consorte l'erede al trono, mentre agli altri figli della consorte, delle concubine e delle dame venivano conferiti titoli), il Sistema Feudale (per nominare i membri delle famiglie reali e dividere il territorio fra loro) ed il Sistema dei Rituali (cerimonie e procedure usate per gli affari nazionali importanti). Per ciò che concerne i microaspetti, includevano matrimoni e funerali, riti del passaggio alla maturità e sacrifici, ecc.

Più tardi, gli studiosi confuciani compilarono un libro speciale dei rituali Zhou. Per i successivi duemila anni circa, i pensieri spirituali fondamentali di Zhou di benevolenza, giustizia, proprietà, saggezza e fiducia dettarono le norme della condotta morale dei cinesi.

I rituali Zhou introdotti dal duca Zhou sono stati tramandati generazione dopo generazione e sono considerati un tesoro della cultura cinese; specialmente quelli che riguardano l'istituzione del matrimonio hanno ancora un'influenza considerevole sul popolo cinese odierno.

La dinastia Zhou (dal 1122 a.C. al 221 a.C.) è stata la dinastia che ha regnato più a lungo nella storia cinese e durò 900 anni prima di essere sostituita, secondo la tradizione storica cinese, dalla dinastia Qin.

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.