Sichuan: Il praticante Liao Yuanfu muore dopo anni di torture

Nome: Liao Yuanfu (廖远富)
Sesso: uomo
Età: 47
Indirizzo: villaggio Shuitang in Panlian Comune della contea di Miyi
Professione: agricoltore
Data di morte: 7 Novembre, 2012
Data di arresto: 15 dicembre 2000
Posto più recente di detenzione: prigione Deyang (德阳 监狱)
Città: contea di Miyi
Provincia: Sichuan
Persecuzione subita: privazione del sonno, lavaggio del cervello, condanna illegale, percosse, appeso con manette, carcere, torture, estorsioni, contenzione fisica, interrogatori, detenzioni.
Persecutori principali: capo della sezione di sicurezza politica Xiang Jinfa del dipartimento di polizia di Miyi.

(Minghui.org) Il signor Liao Yuanfu iniziò a praticare il Falun Gong nel 1996. La sua salute e lo spirito migliorarono ed era pieno di energia, era cordiale e amava dare una mano a chi ne aveva bisogno. La Falun Dafa gli aveva insegnato che lo scopo della vita era quello di ritornare al proprio vero, puro Sé. Iniziò a considerare fama e guadagno con leggerezza e pensava prima agli altri che a se stesso.

Nel luglio 1999, la Falun Dafa è stata calunniata ed è iniziata la persecuzione spietata da parte del Partito Comunista Cinese (PCC). Il signor Liao parlò in favore della Falun Dafa e chiarì la verità sulla persecuzione in pubblico. Andò a Pechino a chiedere giustizia per il Maestro Li.

Il 20 ottobre 1999, il signor Liao e circa una ventina di praticanti, erano riuniti in una delle loro case in Binghaiba per leggere i libri del Falun Gong. Tutti i praticanti del gruppo di studio sono stati arrestati dai seguenti funzionari del PCC: Xiang Jinfa, Yang Zihua, Zhou Lin, Liao Hongbing, Chai Faxiang, e Li Xuesong del dipartimento di polizia di Miyi e agenti di polizia della stazione di Binggu. Ventisei praticanti del Falun Gong furono rinchiusi al secondo piano nella sala riunioni della sezione di sicurezza politica presso il dipartimento di polizia. Faceva caldo quel giorno, così il signor Liao e tutti gli altri praticanti indossavano solo abiti estivi. Tuttavia, durante la notte fece molto freddo, e il funzionario Chai Faxiang tenne tutte le porte e le finestre aperte in modo che i praticanti tremassero per il freddo. Il signor Liao fu inviato al centro di riabilitazione per tossicodipendenti, Miyi, e tenuto in detenzione per sette giorni.

Il signor Liao andò a Pechino per due volte nel mese di ottobre e novembre del 1999, e fu arrestato e imprigionato entrambe le volte. Nel mese di novembre del 1999, il signor Liao andò a Pechino per fare appello in favore della Falun Dafa, e fu arrestato e detenuto per un mese nella contea di Miyi. Il capo della sezione di sicurezza politica del dipartimento di polizia di Miyi, Xiang Jinfa; disse alla moglie del signor Liao che il marito sarebbe stato rilasciato, se avesse pagato 1000 yuan. Visto che non c'erano abbastanza soldi in casa, la moglie del signor Liao prese un prestito dalla banca e dette 1000 yuan a Xiang Jinfa. Tuttavia, Xiang Jinfa dopo aver ricevuto i soldi non rilasciò il signor Liao, ma fece un accordo con il municipio di Panlian, in modo che, una volta che il signor Liao fosse uscito dal centro di detenzione, sarebbe stato portato al centro per il lavaggio del cervello del municipio di Panlian. Il signor Liao in quel centro subì gravi percosse, punizioni fisiche e un brutale lavaggio del cervello.

Il 14 dicembre 2000, il signor Liao appese fuori alcuni striscioni della Falun Dafa e per questo è stato arrestato a casa la mattina del 15 dicembre dagli agenti della sezione di sicurezza politica e della polizia armata. Il signor Liao fu inviato alla sezione di sicurezza politica del dipartimento di polizia, dove fu picchiato con pugni e calci, lo colpirono anche con il dorso delle loro pistole. La faccia e gli occhi del signor Liao erano gonfi e tumefatti per le botte, il pestaggio durò per diverse ore. Durante l'interrogatorio da parte del capo della sezione Xiang Jinfa, aveva le mani ammanettate, ed era appeso all’ insu(*); Xiang Jinfa e altri ufficiali lo picchiarono con i manganelli, e lo torturarono per diversi giorni. Fu poi inviato a un centro di detenzione, dove l' istruttore Liu Qichao lo colpì con un mazzo di chiavi che utilizzava per aprire le porte del centro di detenzione. Il signor Liao fu condannato a dieci anni di carcere il 24 gennaio 2001 e fu trasferito nella prigione di Deyang.

Mentre il signor Liao era in prigione, per subire la "trasformazione"(*), le guardie utilizzarono ogni metodo immaginabile di tortura su di lui, inoltre incaricarono dei detenuti criminali per sorvegliare il signor Liao tutto il giorno, incoraggiandoli a insultarlo, picchiarlo e punirlo fisicamente. Il corpo del signor Liao fu presto coperto di ferite, vecchie e nuove. Durante i suoi dieci anni di prigione, subì inimmaginabili torture mentali e fisiche. Oltre ad avere spesso le mani e i piedi ammanettati e altre punizioni fisiche, le guardie carcerarie e i detenuti lo legavano per i polsi e le caviglie con fili, che avevano scavato nella carne lasciandogli profonde cicatrici, che erano ancora chiaramente visibili anche dopo la sua morte. Le sue gambe avevano un colore nerastro e c'era atrofia muscolare al di sotto del ginocchio.

Dopo che il signor Liao fu rilasciato; attraverso lo studio della Fa e la meditazione, la sua salute lentamente migliorò, era in grado di fare qualche piccolo lavoro in fattoria. Tuttavia, il locale Ufficio 610 (*) e comitato del villaggio spesso lo molestavano e minacciavano. Nel gennaio del 2012, i funzionari del municipio di Panlian e del villaggio Shuitang lo chiamarono per "parlare", nell' ufficio del villaggio. Essi vietarono al signor Liao di praticare il Falun Gong, contattare altri praticanti, e parlare della persecuzione che aveva subito. I funzionari dichiararono che se lui non avesse collaborato, avrebbero sospeso i sussidi pensionistici a sua madre di 80 anni (ogni persona sopra i 60 anni può beneficiare di 60 yuan al mese in contributi pensionistici), avrebbero ostacolato le opportunità di lavoro per il figlio (il figlio era al suo secondo anno al college), e né a lui né a suo figlio sarebbe stato permesso di lavorare in proprio.

I funzionari gli chiesero di scrivere una dichiarazione di garanzia, ma il signor Liao rifiutò. Forzarono poi il signor Liao a fare un'impronta digitale su un foglio di carta bianco, non si sa cosa il funzionario in seguito ha scritto su quel pezzo di carta.

Nel mese di marzo 2012, il signor Liao aveva dolori in tutto il corpo, rimaneva senza fiato ed era molto a disagio. Le sue condizioni erano peggiorate, ed era costretto a letto, incapace di badare a se stesso. Durante la sua malattia, il personale di sorveglianza per evitare che altri praticanti del Falun Gong gli facessero visita, minacciò il signor Liao e i suoi familiari. Il signor Liao fu inviato all'ospedale Huaxi a Chengdu nel mese di settembre, dove gli furono diagnosticati molteplici cancri, tra cui il cancro al polmone. La condizione era talmente grave che fu dichiararta incurabile. Dopo il suo ritorno a casa, ridotto a letto ogni giorno soffriva di dolori lancinanti, smagrì notevolmente e diventò nient'altro che pelle e ossa. È scomparso nel dolore estremo il 7 novembre 2012, lasciando la moglie, sua madre di 80 anni ed un figlio ancora al college.

Praticanti, amici, parenti e vicini di casa rattristati dalla morte del signor Liao, sono andati a casa sua ad aiutare per il suo funerale. Poliziotti in borghese sono stati inviati dalla divisione di sicurezza nazionale Miyi a mischiarsi con la folla, a casa del signor Liao, per guardare di nascosto quelli che erano al funerale, ed ogni praticante del Falun Gong al funerale è stato oggetto di arresto.

Le praticanti del Falun Gong signora Zhang Jihui, la signora Zhang Jiping, e la signora Zhang Jifang sono sorelle, e vivevano nello stesso villaggio, del signor Liao. Sono andate a casa del signor Liao per dare una mano con il funerale. La polizia della borgata Panlian e stazioni di polizia locale le hanno arrestate subito dopo il loro arrivo alla casa. Esse sono state tenute in detenzione alla stazione di polizia Chengguan e le loro case sono state saccheggiate. La signora Zhang Jifang è stata rilasciata il secondo giorno. La signora Zhang Jihui e la signora Zhang Jiping sono state inviate al centro di detenzione Shuanggou a Miyi e sono state rilasciate il 30 novembre. Il giorno del funerale, molti praticanti del Falun Gong sono stati seguiti. Molti praticanti e le loro famiglie sono state oggetto di vessazioni.

(*) GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.