Hebei: Il signor Meng Qingfu muore dopo anni di persecuzione.

(Minghui.org)

Sintesi dei principali fatti della persecuzione:

Nome: Meng Qingfu (孟庆福)
Sesso: Maschio
Età: 57 anni
Indirizzo: centro urbano Kaiping, città di Tangshan, Hebei
Professione: funzionario del governo
Data di morte: 22 marzo 2013
Data di arresto: 24 Maggio 2001
Posto più recente di detenzione: prigione di Baoding (保定 监狱)
Città: Baoding
Provincia: Hebei
Persecuzione subita: condanna illegale, percosse, appeso per le manette, imprigionamento, tortura, licenziamento dal lavoro, restrizione fisica, interrogatori, detenzione.

Il signor Meng Qingfu, praticante del Falun Gong, un ex funzionario del governo del centro urbano Kaiping nella Regione Kaiping della città di Tangshan, fu arrestato, torturato e condannato illegalmente. A causa della persecuzione cui venne sottoposto nella prigione di Jidong, la sua visione diminuì fino al punto in cui non poteva vedere le cose chiaramente, e camminava con molta difficoltà, non essendo in grado di raddrizzare la schiena. Dopo essere stato rilasciato dalla prigione, ricevette solo la pensione minima di 200 yuan al mese. Il signor Meng alla fine morì il 22 marzo 2013, all'età di 57 anni.


Il signor Meng, nato nel 1956, era stato l'ex vice segretario dell’Ufficio Amministrativo del centro urbano Kaiping nella Regione Kaiping della città di Tangshan. Visse nell’unità n° 2, stanza 402, nell’edificio comunitario dell’Ufficio Amministrativo del centro urbano Kaiping.

Quando il Partito Comunista Cinese (PCC) ha lanciato la persecuzione contro il Falun Gong nel luglio del 1999, i funzionari del Comitato permanente regionale del PCC, tra cui Wang Hanping, Chen Xuejun, Li Yinxin, e Qiu Jianhua, provarono molte volte a costringerlo a rinunciare al suo credo nel Falun Gong, ma senza successo. Il signor Meng venne arrestato e detenuto per due settimane presso la Commissione Kaiping per la disciplina, per essere interrogato dai funzionari del Partito. In seguito fu trasferito al Ufficio Amministrativo Majiagou per servire come vice segretario.

Il signor Meng venne arrestato il 24 maggio 2001 da agenti della stazione di polizia Kaiping, sezione politica e di sicurezza, tra i quali il capo sezione Cheng Yongwen (che attualmente fa il vice direttore della stazione di polizia di Kaiping), Ma Xiaolong, Liu Deqiang, e Yang Zhigang , per aver organizzato un gruppo di più di dieci praticanti che praticavano pubblicamente il Falun Gong in un parco di Kaiping.

Non appena fu portato alla stazione di polizia di Kaiping, Liu Deqiang andò diretto dal signor Meng e gli diede uno schiaffo in faccia. Altri due agenti lo afferrarono per i capelli, lo spinsero a terra, e cominciarono a picchiarlo e a prenderlo a calci.

Il sindaco Regionale Chen Xuejun (che attualmente fa il sindaco nella città di Tangshan) incaricò i poliziotti di picchiarlo a morte. Li Guojun, il vice direttore del dipartimento di polizia (dimesso nel 2005), portò altri agenti per prendere a schiaffi, a calci, e picchiare i praticanti del Falun Gong con mazze di legno nel seminterrato della stazione di polizia.

I praticanti sono stati spogliati nudi e picchiati con una larga cintura di pelle. Sono stati inoltre sottoposti a un metodo di tortura chiamato "corde mortali", una tortura spietata che utilizza fili di nylon per legare il corpo e gli arti di una persona, talmente stretti che i lacci penetrano nella carne della vittima.
Il signor Meng fu legato in cantina, con le mani fissate dietro la schiena mediante lacci sottili. Venne poi appeso per le mani, brutalmente picchiato e sottoposto ripetutamente alle "corde mortali" nell’arco di una notte. Gli agenti lo calarono per brevi momenti, quando sveniva a causa del dolore, prima di legarlo di nuovo per il giro successivo. Le corde si ruppero diverse volte.

Gli agenti inoltre lo picchiarono con una mazza di legno sulle natiche e sulla schiena, facendogli perdere i sensi molte volte. Mentre lo insultavano e lo malmenavano, i poliziotti gli dissero: "Il Sindaco Regionale (Chen Xuejun) ci ha detto di correggerti davvero bene. Nessuno sarà ritenuto responsabile, anche se muori. Nessuno verrà a salvarti".

Tutti i praticanti del Falun Gong, incluso il signor Meng, erano coperti di piaghe e di ferite a causa delle gravi percosse subite. Dopo essere stati detenuti illegalmente per più di tre settimane presso la stazione di polizia di Kaiping, vennero trasferiti al centro di detenzione n° 1 di Tangshan nella circoscrizione di Yuehe e ivi detenuti illegalmente per più di sette mesi. Quando una delle praticanti donne riuscì a fuggire, il marito fu arrestato e costretto a scontare il resto della sua pena.

Il signor Meng fu successivamente condannato a tre anni e mezzo di carcere dai funzionari del Tribunale Kaiping, compreso il giudice istruttore Zhang Wangyong. Inoltre venne licenziato dal suo lavoro. Egli fu dapprima portato al Carcere di Jidong e dopo cinque giorni trasferito al carcere di Baoding. A causa dei maltrattamenti a cui fu sottoposto nel carcere, la sua vista si ridusse rapidamente, fino al punto in cui non poteva vedere le cose chiaramente, e camminava con molta difficoltà, non riuscendo nemmeno a raddrizzare la schiena.

Dopo essere stato rilasciato nel mese di aprile del 2005, il signor Meng chiese molte volte ai funzionari di partito regionali di aiutarlo a cercare un lavoro, ma non ottenne mai una risposta. La sua unica fonte di reddito era la pensione di 200 yuan che gli veniva erogata mensilmente. Il signor Meng alla fine morì il 22 marzo 2013.

(*) GLOSSARIO

Versione Inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.