Albany, New York: La petizione per la Risoluzione 281 della Camera riceve un forte sostegno dai partecipanti al LarkFEST

(Minghui.org) Il 21 Settembre 2013, i praticanti del Falun Gong hanno partecipato al 32° Annuale LarkFEST, il più grande festival di strada della durata di un giorno a New York. Circa 80.000 visitatori hanno partecipato all'evento cheè stato caratterizzato da più di 100 espositori che offrivano artigianato, cibo e bevande, arti visive, musica dal vivo, poesia, e altro.

I praticanti hanno distribuito volantini e raccolto firme per contribuire a sostenere la Risoluzione 281 della Camera degli Stati Uniti, con la quale si invita la Cina a porre immediatamente fine alla pratica del prelievo di organi sui prigionieri, in particolare i prigionieri di coscienza del Falun Gong e "membri di altre minoranze religiose ed etniche".

I praticanti aumentano la consapevolezza

Una donna dopo aver firmato la petizione, ha chiesto ad un praticante di insegnarle i cinque esercizi della Falun Dafa. Molti passanti si sono fermati a guardare la donna che, con attenzione, eseguiva i movimenti degli esercizi.

I praticanti hanno offerto un fiore di loto di carta a tutti coloro che hanno firmato la petizione. Un praticante ha chiesto a una studentessa, "Hai firmato nuovamente la petizione". La ragazza ha risposto, "Sì, ho già firmato e ricevuto un fiore di loto. Grazie. Queste sei persone sono i miei amici", ha detto indicandoli. "Ho chiesto anche a loro di venire a firmare la petizione".

Una studentessa cinese si è fermata allo stand dei praticanti e ha chiesto di voler firmare la petizione. "Lo sai che i praticanti del Falun Gong sono perseguitati in Cina?", ha chiesto un praticante. Lei ha annuito: "Sì, lo so".

Molte persone hanno firmato la petizione durante l'evento; alcune hanno detto che conoscevano già i crimini del Partito Comunista Cinese del prelievo di organi, mentre altri hanno detto che avevano sentito parlare di traffico di organi in Cina dai media o dai loro amici.

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.