L'ufficio del turismo di Taiwan tutela i diritti dei turisti cinesi e dei praticanti del Falun Gong

(Minghui.org) L'ufficio del turismo di Taiwan ha recentemente pubblicato una notifica ufficiale all'Associazione Guide Turistiche chiedendo all'industria del turismo e ai tour operators di non interferire con le attività di chiarimento della verità dei praticanti del Falun Gong. La notifica rassicura che le attività dei praticanti del Falun Gong nei luoghi turistici sono legali e non danneggiano nessuno.

Da quando il regime cinese ha iniziato la brutale persecuzione del Falun Gong in Cina, i praticanti di tutto il mondo hanno fatto grandi sforzi per raccontare al mondo i fatti riguardanti la persecuzione. Organizzano varie attività, espongono cartelli e striscioni in luoghi turistici, e distribuiscono volantini e CD per smascherare le menzogne raccontate e i crimini commessi dal regime cinese contro il Falun Gong.

Recentemente un gruppo di guide turistiche ha tentato di impedire ai turisti cinesi di avere qualsiasi contatto con i praticanti del Falun Gong nei luoghi turistici di Taiwan. Alcuni di loro hanno addirittura tolto ai turisti cinesi i volantini ricevuti dai praticanti.

I legislatori e gli studiosi si sono dichiarati nettamente contrari al comportamento delle guide turistiche.

L'ufficio turismo di Taiwan ha recentemente pubblicato una notifica ufficiale all'Associazione Guide Turistiche chiedendo all'industria del turismo e ai tour operators di non interferire con le attività di chiarimento della verità dei praticanti del Falun Gong.

I legislatori e gli studiosi si sono dichiarati nettamente contrari alla condotta delle guide turistiche, e hanno sostenuto le attività di chiarimento dei fatti sulla persecuzione dei praticanti del Falun Gong. In alto da sinistra a destra: Huang Kuo-Chang, ricercatore associato presso l'Accademia Sinica, il legislatore Lo Shu-Lei, il legislatore Tien Chiu-Chin. In basso a sinistra a destra: il legislatore Chen Ting-Fei, il legislatore Apollo Chen Hsueh-Sheng, il professore Edwin Yang Tsung-Rong.

Molti turisti cinesi chiedono volantini del Falun Gong e fotografano i manifesti e gli striscioni del Falun Gong per mostrarli ai loro amici e alle famiglie una volta tornati in Cina.

Ufficio del turismo: preservare i valori di una società libera e democratica

"Taiwan è una società democratica governata dalla legge. Se i turisti vogliono prendere volantini o comunicare con qualsiasi gruppo, il settore dei viaggi e le guide turistiche dovrebbero rispettare le libere volontà dei singoli turisti. Non dovrebbero intraprendere azioni inadeguate per intervenire e vietarlo, in modo da preservare i valori di una società libera e democratica", dichiarava la notifica dell'Ufficio turismo.

Il sig. Chang Shi-Chung, direttore generale dell'Ufficio turismo di Taiwan, ha detto, "I praticanti del Falun Gong sono cordiali. Promuovono Verità, Compassione e Tolleranza. Le guide turistiche non devono dire cose che non sono vere. Dovremmo presentare la democrazia e la libertà in Taiwan negli splendidi siti paesaggistici."

L'Associazione Guide Turistiche ribadisce la propria posizione a sostegno della libertà di espressione del Falun Gong

L'Associazione Guide Turistiche ha ricevuto la comunicazione ufficiale e ha dichiarato "l'Associazione ha sempre sostenuto la libertà di espressione del Falun Gong. Nei futuri corsi di formazione, l'Associazione aiuterà la comunicazione tra il gruppo del Falun Gong e le guide turistiche." L'Associazione ha oltre 2.000 soci e fornisce formazione professionale delle guide turistiche per l'Ufficio Turismo.

Chang Ching-Hsi, presidente dell’Associazione Falun Dafa di Taiwan, ha risposto positivamente all'azione intrapresa dell'Ufficio Turismo, "Speriamo di assistere ai futuri corsi di formazione in modo da poter chiarire ulteriormente la verità o rispondere a qualsiasi domanda."

I legislatori e gli studiosi si dichiarano nettamente a favore del Falun Gong

Il legislatore Chen Ting-Fei ha detto che le attività del Falun Gong presso i siti panoramici permette ai turisti cinesi di comprendere i crimini del regime cinese del prelievo forzato di organi e delle violazioni dei diritti umani. "Si dovrebbe permettere che tali attività continuino senza alcuna intromissione", ha detto Chen.

Il legislatore Apollo Chen ha detto che essendo un gruppo spirituale, la libertà di espressione del Falun Gong dovrebbe essere rispettata in un paese libero e democratico. "Le proteste del Falun Gong contro la persecuzione sono alla base della democrazia in Taiwan", ha detto Chen.

Il professor Edwin Yang Tsung-Rong dell'Università Nazionale di Taiwan ritiene che Taiwan dovrebbe salvaguardare le sue idee sui diritti umani, "Non ci dovrebbe essere alcun intervento affinché chiunque possa ottenere informazioni sul Falun Gong."

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.