Liaoning: Praticante con diagnosi di cancro muore in breve tempo

(Minghui.org) Nel mese di agosto, alla praticante del Falun Gong, Ren Shuwen di Gushan, è stato comunicato che il suo cancro al polmone si era riformato dopo che la polizia le ha prelevato il sangue e preso le sue impronte digitali. È morta alle ore 05:00 del 1° ottobre 2014, all'età di 67 anni.

Alla signora Ren è stato diagnosticato un cancro ai polmoni nel 1996, che dopo aver iniziato la pratica del Falun Gong era regredito. Dopo che è iniziata la persecuzione del Falun Gong, nel 1999, è divenuta bersaglio delle autorità locali per non aver rinunciato alla pratica, a causa di questa persecuzione il suo cancro ha ricominciato a crescere.

Un arresto nel 2007 ha provocato la prima ricrescita del suo cancro; ma la sua determinazione nella coltivazione ha avuto l’effetto di farlo regredire di nuovo. Tuttavia, le recenti vessazioni da parte delle autorità locali, l’hanno stressata molto ed alla fine di agosto, poco dopo che la polizia locale ha prelevato contro la sua volontà il suo sangue, le è stato diagnosticato di nuovo un cancro al polmone.

La signora Ren Shuwen

Raccolte impronte digitali dalle dita insanguinate

La mattina del 21 agosto 2014, tre agenti di polizia della Stazione di Polizia di Gushan hanno fatto irruzione nella casa della signora Ren e hanno tentato di prendergli le impronte digitali, ma lei si è rifiutata.

La polizia è tornata due giorni dopo solo per scoprire che lei non era in casa, ma dopo avere rintracciato la figlia, l’hanno convinta che se sua madre avesse acconsentito di farsi prendere le impronte digitali non l’avrebbero disturbata di nuovo. La figlia ha creduto alle loro bugie e ha riferito alla polizia dove si trovava la madre.

Ancora una volta si è rifiutata di lasciare le sue impronte digitali. Ingenuamente la figlia ha creduto di nuovo alle menzogne della polizia ed ha costretto sua madre a salire sulla loro automobile.
Gli agenti hanno detto alla signora Ren che l'avrebbero lasciata in pace se lei avesse rilasciato le sue impronte digitali e mentre parlavano, un ufficiale le ha punto un dito con un ago, ha spremuto un pò di sangue e con la forza ha raccolto le sue impronte digitali dalle dita insanguinate, su vari pezzi di carta. Poi l’hanno costretta a rilasciare la sua firma.

Poco dopo ha iniziato a tossire e ha avuto difficoltà respiratorie. Non poteva mangiare ed è divenuta molto debole. Il 30 settembre alle ore 6 di pomeriggio, è stata ricoverata nell’Ospedale N°2 di Gushan, con diagnosi di cancro al polmone che ormai si era diffuso anche al fegato. La signora Ren è morta alle 5:00 del giorno successivo.

Il marito aiuta la Polizia Locale

Ingannato dalle bugie del regime comunista e dalle loro calunnie, il marito si è opposto alla pratica del Falun Gong e ha aiutato la polizia locale a sorvegliarla; inoltre all'inizio dell'estate 2014 ha fatto irruzione in casa di un praticante locale, perché era venuto a sapere che sua moglie stava studiando i libri del Falun Gong con altri praticanti. Per evitare il marito, la signora Ren ha lasciato casa sua e si è trasferita nella casa della figlia.

Regredito due volte

La signora Ren, dalla città di Gushan in Donggang City, provincia di Liaoning, ha creduto che la sua vita volgesse al termine, quando nel 1996, le è stato diagnosticato un cancro ai polmoni allo stadio avanzato. Con sua grande sorpresa, poco dopo aver iniziato a praticare il Falun Gong, è regredito; da allora, ha vissuto i principi di Verità, Compassione e Tolleranza ed è stata diligente nella sua pratica.

Dal momento in cui è iniziata la persecuzione contro il Falun Gong nel 1999, lei è diventata un obiettivo delle autorità locali, a causa della sua fede. È stata arrestata intorno alle ore 13 del 1° agosto 2007, durante una lettura dei libri del Falun Gong con i praticanti locali.

Più di 20 uomini della Divisione di Sicurezza Interna di Donggang, della Stazione di Polizia di Gushan e del comitato residenziale locale, hanno fatto irruzione nella sua casa e hanno arrestato tutti i praticanti presenti, poi sono stati portati alla Stazione di Polizia di Gushan per l'interrogatorio e rilasciati più tardi la notte stessa.

La salute della signora Ren si è deteriorata dopo l'arresto. Lei tossiva continuamente e si sentiva debole, poi le è stato detto di una reiterazione del suo cancro al polmone e dopo un ciclo di radioterapia fallito, i medici le hanno comunicato che era malata terminale.

Con l'aiuto dei praticanti locali, la signora Ren ha fatto diligentemente gli esercizi e studiato il libro del Falun Gong (Zhuan Falun), e grazie a questo è di nuovo migliorata dalla sua malattia.

Parti coinvolte nella persecuzione della signora Ren:

Jiao Chengjun (焦承君), direttore del Dagu Mountain economico della zona Dipartimento di Polizia di Dandong: +86-13904950007 (cellulare)
Shang Shu (尚书), commissario politico del Dagu Mountain economico della zona Dipartimento di Polizia di Dandong: +86-415-7508877 (ufficio), +86-13842529818 (cellulare)
Gu Xiangyang (谷 向阳), direttore della stazione di polizia di Gushan: +86-415-7501977 (ufficio), +86-18341561717 (cellulare)
Sun Xuenian (孙雪 年), vice direttore della stazione di polizia Gushan: +86-415-7501877 (ufficio), + 86-13942566077 (cellulare)
Shao Tianliang (邵天亮), vice direttore della stazione di polizia Gushan: +86-415-7501566 (ufficio), +86-13942539116 (cellulare)
Zhao (赵姓 警察), agente di polizia che ha preso le impronte insanguinate della signora Ren: +86-15841599865 (cellulare)

(*) GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.