91 praticanti del Falun Gong morti nel 2014 a seguito della persecuzione

(Minghui.org) L’anno 2014 ha visto 123 nuovi casi confermati di morte dei praticanti del Falun Gong come risultato della campagna di persecuzione del regime comunista cinese. Tra questi casi 91 morti sono avvenute nel 2014, 17 nel 2013, 15 prima del 2013.

Questo rapporto fornisce un breve e rappresentativo campione statistico dei casi di morte. I dati sono stati raccolti dai rapporti pubblicati del sito web Minghui.org.

Sesso, età e regione

Tra i 91 morti nel 2014, 53 (58%) erano donne, e 38 (42%) uomini. Tre le recenti morti confermate avvenute prima del 2014, 18 (56%) erano donne, e 14 (44%) erano uomini.

L’età dei praticanti era conosciuta per 80 casi tra quelli occorsi nel 2014. I più giovani avevano 28 anni, e i più vecchi 80. La maggior parte (25 casi, o il 31%) erano tra 46 e i 60 anni. C’erano 13 casi (16%) tra i 28 e i 45 anni, 16 casi (20%) tra i 61 e 65 anni, 14 casi (16%) tra i 66 e i 70 anni, e 12 casi (15%) sopra i 70 anni.

Circa la metà delle morti avvenute nel 2014 si sono verificate nelle tre province nord est della Cina: 21 (23%) nella provincia di Liaoning, 15 (16%) nella provincia di Jilin, e 9 (10%) nella provincia di Heilongjiang. La distribuzione dei casi di morte nelle 23 provincie e municipalità é mostrato nella Figura 1.

Figura 1: Quantità di Praticanti del Falun Gong perseguitati fino alla morte nel 2014 per Provincie

Casi di morte

Nel 2014, 28 (31%) praticanti sono stati torturati in prigione fino alla morte; 17 (19%) morti nelle stazioni di polizia o nei centri di detenzione durante le torture fisiche; 10 (11%) sono morti dopo essere stati costretti a lasciare le loro case per lunghi periodi; 8 (9%) e 7 (8%) morti causate rispettivamente dalle torture nei campi di lavoro e nei centri di lavaggio del cervello. I rimanenti casi di decesso (21 casi, o il 23%). sono stati causati da fattori di estremo stress fisico e mentale quali l’essere molestato, trattenuto, rapito e illegalmente detenuto, monitorato e dopo aver subito perquisizioni a casa.

La seguente sezione fornisce un breve disamina di alcuni casi tipici.

1. Zhang Shuxian torturata fino alla morte nella stazione di polizia il giorno dopo il suo arresto.

Il 7 Agosto degli agenti del dipartimento della sicurezza interna della città di Tumen hanno illegalmente arrestato la signora Sig.a Zhang Shuxian una praticante. Il giorno seguente la famiglia della signora è stata informata della sua morte. La polizia ha portato il marito all’ospedale della città e gli ha detto che la signora aveva avuto un infarto e che era in terapia intensiva. Secondo il marito la signora Zhang non aveva mai avuto problemi di cuore.

La signora Zhang Shuxian

Quando il marito ha visto la signora Zhang all’ospedale ella non dava segni di vita, e presentava lividi scuri e ferrite su tutto il petto, l’addome e le gambe. C’era l’impronta di una pedata sul posteriore sicuramente come risultato di un violento calcio. La signora Zhang è morta all’età di 53 anni. (Leggi il rapporto)

2. Wang Haijin morto dopo 90 giorni di torture in un centro di detenzione

Il signor. Wang Haijin della regione di Funing, Qinhuangdao, era stato arrestato il 22 Aprile 2014 nel suo forno, ed era stato portato al Centro di Detenzione della regione di Funing e per 90 giorni era stato tenuti lì; aveva subito la tortura dell’alimentazione forzata, era stato picchiato selvaggiamente, abusato sessualmente, e costretto a lavori forzati.

Il signor Wang Haijin

Questo uomo di un metro e ottanta, perse 27 kg durante la detenzione, arrivando a pesare solo 60 kg dopo il suo rilascio. Spesso vomitava dopo aver mangiato, anche se beveva solo acqua. Perfino un mese dopo il suo ritorno a casa, il signor Wang non riusciva a dormire la notte a causa dei ricordi delle torture subite durante la detenzione. Mentre piangeva nel letto i suoi arti si distendevano involontariamente ai lati come se fosse nella posizione di chi è sottoposto alla alimentazione forzata. Incapace di dormire e mangiare, si era molto indebolito.

Il signor Wang Haijin è trapassato il 9 Ottobre 2014 all’età di 46 anni. (Leggi il rapporto)

3. Xiang Xiaobo avvelnata nel Campo di lavoro

La signora Xiang Xiaobo è morta il 20 febbraio 2014,all’eta di 55 anni. Era emaciata e aveva sofferto un di un collasso nervoso prima di essere rilasciata il 5 giugno 2014 per la libertà condizionata per motivi medici dal campo di lavoro forzato e riabilitazione della provincia di Heilongjiang. Si crede che sia stata avvelenata con delle droghe che le sono state somministrate durante gli otto mesi che è stata tenuta lì

Xiang Xiaobo

La signora Xiang era apatica e indifferente al suo ritorno a casa. Mangiava pochissimo e borbottava tra se e se. Provò a stare a casa ma finì per stare in piedi o seduta per ore in un angolo senza muoversi. Durante gli ultimi due mesi della sua vita la signora Xiang, fu costretta a letto rannicchiata e consumando raramente acqua o cibo.

Secondo un testimone oculare, una guardia del campo di lavoro aveva assegnato ad un detenuto il compito di monitorare la signora Xiang e di mischiare una polvere gialla nel latte di soya che ella beveva. Le sono stati anche iniettati giornalmente un gran numero di liquidi, che la guardia affermava essere glucosio. Le sue mani erano gonfie a causa delle ripetute iniezioni intravenose.

La signora Xiang cominciò a mostrare strani comportamenti: a volte voleva lavare il pavimento più e più volte per ore e alla fine, improvvisamente iniziava a correre, o a parlare senza fermarsi guardano il muro per ore. Durante il suo ultimo mese nel campo di lavoro forzato le vennero fatte delle iniezioni ogni giorno. Ebbe degli episodi intermittenti di disorientamento e durante la notte gridava e urlava senza controllo. ( Leggi il rapporto originale)

4. Han Haiming morto dopo un pestaggio in prigione

Il signor Han Haiming è stato arrestato nel villaggio di Qicheng Village della regione Qi il 7 aprile 2011. ebbe una condanna di 3 -5 anni di prigione e fu portato nella prigione di Jinzhong, dove è stato picchiato fino alla morte.

Il 4 Aprile 2014 il signor Han era stato picchiato dagli agenti della prigione e collassò. Disteso sul letto successivamente vomitò tutto il contenuto del suo stomaco dal naso e dalla bocca. Il signor Han fu ricoverato la notte stessa ma non riprese più conoscenza. Mancavano pezzi del suo scalpo nella parte sinistra della testa e c’erano tracce di sangue ed ematomi nella altra parte.

Morì per un emorragia cerebrale il mattino dell’8 aprile all’età di 67 anni. La sua famiglia ricevette le sue ceneri per mezzogiorno. Le autorità locali avevano ordinato la cremazione immediata. ( Leggi il rapporto originale)

5. Wang Haitian torturato fino alla morte in un centro di lavaggio del cervello

il signor Wang Haitian è stato arrestato il 18 Ottobre 2013 fuori casa sua, nella città di Jilin. Gli agenti del dipartimenti di polizia di Jilin e della stazione di polizia di Zhihe lo hanno portato al centro di lavaggio del cervello di Shahezi, dove è stato alimentato forzatamente con l’introduzione di peperoncino acqua e olio di mostarda attraverso il naso e torturato con l’ introduzione di sigarette nella narici.

Wang Haitian

Dopo il suo rilascio il 5 Dicembre 2013, la sua salute è rapidamente peggiorata. Aveva difficoltà di respirazione, un forte gonfiore allo stomaco e costipazione. È morto due mesi dopo il suo rilascio, il 2 febbraio 2014, all’età di 45 anni.

Tre giorni dopo la sua morte la sua bocca è diventata nera e viola e il viso verde. Nelle sue ceneri sono state trovate della particelle nere grandi come chicchi di riso. I membri della famiglia sospettano che gli siano state iniettate sostanze nocive. (Leggi il rapporto originale )

6. Zheng Zongye tormentato dalla polizia e costretto a lasciare la sua casa

Sig. Zheng Zongye, 61anni, residente nel distretto di Xicheng a Pechino, è morto nel 2014, a causa del costante stress causato dalle molestie continue da parte della polizia per oltre dieci anni.

A cause della sua fede nel Falun Gong, il signor Zheng e la sua famiglia sono stati sfrattati dall’appartamento fornito dalla sua azienda il 28 Marzo del 2000. Le autorità si sono presentate spesso alla sua nuova residenza senza preavviso per interrogarlo o arrestarlo.

Il 25 Novembre 2002, il signor Zheng e la sua famiglia hanno lasciato la casa per sfuggire al tormento ininterrotto. Nonostante ciò le autorità hanno continuato a rintracciare la famiglia. Il signor Zheng è stato costretto a trasferirsi almeno 20 volte nel corso di 12 anni.

Il 7 Gennaio 2014, il signor ha avuto un collasso ed e stato ricoverato. Un segretario della Commissione per gli affari politici e legali del luogo ha ordinato all’ospedale di negare ogni trattamento medico al signor Zheng. L’Ospedale ha eseguito gli ordini e il signor Zheng è morto rapidamente. ( Leggi il rapporto originale)

7. Liu Yuxian monitorata, molestata e trattenuta

La signora Liu Yuxian della città di Jilin nella provincia di Jilin è stata arrestata il 18 Aprile 2014 dagli agenti della stazione di polizia di Hadawan. La signora Liu è stata portata nel centro di detenzione della città di Jilin per due settimane.

Dopo che la signora Liu è stata rilasciata, le autorità locale hanno molestato spesso lei e la sua famiglia. L’hanno informata che il cellulare del marito e del figlio erano sotto controllo e agenti in borghese stazionavano fuori casa sua ed era controllata molto da vicino.

La signora Liu ha vissuto sotto la costante paura e divenne ansiosa e depressa e sviluppò nausea, vomito, spossatezza e inabilità a camminare. Inoltre sentiva sempre freddo e aveva tremori. La salute della signora Liu peggiorò rapidamente e passò a miglior vita il 20 Settembre 2014, all’età di 56 anni. ( Leggi il rapporto originale)

Elenco dei decessi

Sotto le foto dei 36 praticanti che sono stati torturati a morte nel 2014, con nomi, luoghi di residenza ed età al momento della morte.

Prima fila: Chi Meiqin (Liaoning, 2014); Qu Hui (Liaoning, 2014); Xiang Xiaobo (Heilongjiang, 2014); Gao Jie (Liaoning, 2014); Tan Xiangyu (Hunan, 2014); Yang Shifen (Fujian, 2014); Zhang Shuxian (Jilin, 2014); Luo Jiangping (Yunnan, 2013); Shao Jingmei (Zhejiang, 2014).

Seconda file: Xu Yanxiang (Hebei, 2014); Wang Yan (Jilin, 2014); Wang Haijin (Hebei, 2014); Ba Guannan (Liaoning, 2014); Yang Chunling (Liaoning, 2014); Kong Qiuge (Xinjiang, 2014); Zou Guoqiang (Heilongjiang, 2014); Wu Zexiu (Guizhou, 2013); Liu Luxiang (Liaoning, 2014).

Terza fila: Qu Wei (Liaoning, 2014); Ren Shuwen (Liaoning, 2014); Wang Min (Liaoning, 2014); Zhang Guizhi (Jilin, 2014); Li Liefeng (Jiangxi, 2014); Chen Lizhi (Guizhou, 2014); Yang Mingfen (Guangdong, 2004); Zhou Baisheng (Hunan, 2010); Zhang Youwei (Pechino, 2011).

Quarta fila: Zhu Jinrui (Heilongjiang, 2014); Wang Haitian (Jilin, 2014); Liu Guihong (Jilin, 2014); Wu Jiajun (Shandong, 2014); Zhou Zequn (Chongqing, 2014); Zhang Jun (Guizhou, 2014); Qiu Yuxia (Heilongjiang, 2013); Pan Wei (Jilin, 2008); Le Liangzhen (Hunan, 2014).

L’intera lista dei morti, comprendente di nomi, età, sesso, regione, data e causa del decesso, sono disponibili qui sotto:

Elenco delle morti 2014 (PDF)
Lista dei decessi confermati nel 2014 (PDF)

(*)GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.