Sichuan: 42enne muore, dopo due mesi dal rilascio, per motivi di salute

Sintesi dei principali fatti della persecuzione:

Nome: Tan Degang (谭德刚)
Sesso: Uomo
Età: 42 anni
Indirizzo: Neijiang, provincia di Sichuan
Data della morte: 8 marzo 2015
Data dell'arresto più recente: 19 agosto 2012
Luogo più recente di detenzione: Prigione di Jiazhou (嘉州 监狱)
Città: Leshan
Provincia: Sichuan

(Minghui.org) Nel gennaio 2013, il signor Tan Degang dalla città di Neijiang, in provincia di Sichuan, è stato condannato a tre anni e mezzo, per aver denunciato la persecuzione del Falun Gong, attuata fin dal 1999 dal Partito Comunista Cinese. Trasferito in un carcere locale, dopo due mesi, a causa delle brutali torture, ha sviluppato un cancro al fegato.

É stato finalmente rilasciato per gravi motivi di salute nel gennaio di quest'anno, solo per morire meno di due mesi dopo. Aveva 42 anni.

La reclusione del signor Tan nel 2013, è avvenuta a seguito del suo arresto del 19 agosto 2012. Un gruppo di agenti della Stazione di Polizia di Shouxi, lo ha sequestrato mentre stava distribuendo volantini recanti informazioni sulla persecuzione del Falun Gong.

La Procura locale, ha approvato l'arresto del signor Tan due mesi più tardi e il Tribunale del Distretto di Shizhong, lo ha processato due volte nel gennaio del 2013.

La prima udienza è stata fissata per il 7 gennaio 2013, ma il giudice non lo ha notificato alla famiglia fino al giorno prima. La sessione processuale si è conclusa senza alcuna emissione di verdetto, ma un impiegato del tribunale ha detto alla famiglia che: “quando si tratta di casi del Falun Gong, il tribunale deve ottenere l'approvazione del suo verdetto dall'Ufficio 610 (un'agenzia extra-giuridica creata con il solo scopo di schiacciare il Falun Gong)”.

Il tribunale non si è minimamente preoccupato di informare i famigliari prima della seconda sessione del processo, avvenuta il 31 gennaio 2013. Anche se la famiglia è riuscita a sapere dell'udienza attraverso vari canali, non è stata in grado di partecipare alla sessione processuale, perché i dipendenti del tribunale, si sono rifiutati di rivelare il numero della stanza.

La famiglia ha appreso successivamente da un membro del tribunale, che il loro caro era stato condannato a tre anni e mezzo.

Il 14 marzo 2013 il signor Tan è stato trasferito dal Centro di Detenzione della Città di Neijiang, alla Prigione Jiazhou nella città di Leshan. Ben presto ha sviluppato un cancro al fegato ed è stato inviato all'Ospedale della Prigione di Shuangliu nella città di Chengdu.

I famigliari si erano estremamente preoccupati, dopo che i medici avevano emesso un avviso di condizioni critiche, a metà novembre dello scorso anno. Hanno dovuto viaggiare avanti e indietro tra le diverse città numerose volte, prima di vedere finalmente approvata la loro richiesta di rilascio per motivi di salute.

Il signor Tan è stato scarcerato per gravi motivi di salute questo gennaio, ma gli è stato comunque ordinato che tenesse un telefono cellulare emesso dalla polizia in stand-by, per 24 ore al giorno.

É morto all'Ospedale della Stazione di Neijiang l'8 marzo di quest'anno.

(*) GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.