Hebei: Giovane coppia arrestata di nuovo dopo 10 anni trascorsi cercando di salvarsi a vicenda dal carcere

(Minghui.org) Una giovane donna ha scritto una lettera aperta per la liberazione del marito che si trovava in carcere, nella quale ha espresso tutto il suo amore. Questa lettera ha coinvolto 2300 persone della città natale del marito, a firmare una petizione che alla fine ha ottenuto come risultato la sua liberazione.

La continua ricerca di giustizia per il marito, ha causato a questa donna di essere arrestata e mandata ai lavori forzati. Di conseguenza il marito, per salvarla, ha scritto lui, una lettera che ha attirato più di 5200 firme di sostenitori.

Dopo aver trascorso 10 anni di salvataggi a vicenda, la coppia si è riunita nel 2013, ma la loro serenità è durata poco, difatti il signor Zhou Xiangyang e la signora Li Shanshan, sono stati nuovamente arrestati il 2 marzo di quest'anno; e un procuratore locale ha minacciato loro, di farli condannare ad almeno cinque anni ciascuno.

Ma qual è la ragione di questi ripetuti arresti della coppia? Entrambi sono praticanti del Falun Gong (una pratica spirituale perseguitata dal Partito Comunista Cinese fin dal 1999).

Il signor Zhou Xiangyang La signora Li Shanshan


Dieci anni in cerca di aiutarsi a vicenda ad uscire dal carcere

Shanshan incontrò per la prima volta Xiangyang nel 2003; era appena stato rilasciato dalla prigione dopo essere andato a Pechino a fare appello per il Falun Gong. Si sono incontrati solo tre volte prima che Xiangyang fosse stato nuovamente arrestato, perchè aveva chiarito la verità sul Falun Gong alla gente; ed è stato condannato a nove anni.

Shanshan ha scoperto che tutti nella famiglia di Xiangyang erano stati perseguitati, tranne suo cognato, che ha assunto il compito di visitare Xiangyang in carcere.

Motivata da questa difficile condizione, in una fredda giornata d'inverno, Shanshan ha cercato di far visita a Xiangyang. Ma dal momento che solo i parenti erano stati autorizzati a visitare i prigionieri, i funzionari si sono rifiutati di farglielo incontrare.

Mentre sedeva fuori dalla prigione in mezzo alla neve, Shanshan si avvicinò con un piano ardito
in mente; cioè di chiedere ad un ufficiale della prigione di sposarla con Xiangyang, in modo che così sarebbe diventata una parente.

Questa sua richiesta ha sbalordito i funzionari della prigione, non avevano mai ricevuto una richiesta simile, di eseguire un matrimonio. Quello che di solito la gente avanzava, erano innumerevoli richieste per il divorzio.

Non li hanno sposati, ma hanno permesso a Shanshan di visitare Xiangyang.

Shanshan ha continuato a fare appello per la liberazione di Xiangyang e nel 2006 a causa della sua persistenza, è stata inviata ad un campo di lavoro per 15 mesi. Dopo la sua liberazione, ha continuato a visitare Xiangyang e a fare appello per il suo rilascio.

Il 28 luglio del 2009, Xiangyang uscì dal carcere. Aveva sopportato ogni genere di tortura, 18 mesi di sciopero della fame e cure di emergenza in ospedale.

Xiangyang e Shanshan, in seguito si sono sposati il 26 Ottobre del 2009, dopo sette anni di persecuzione.

La loro vita insieme come coppia sposata, è stata di breve durata, perchè il 5 marzo 2011, degli agenti in borghese della Divisione di Sicurezza Interna della città di TangShang, li hanno arrestati. Shanshan è stata rilasciata 20 giorni dopo, mentre Xiangyang ha continuato a essere detenuto.

Shanshan ha fatto appello alle agenzie legali di Tinjian e Tangshan. Ha consegnato lettere aperte alla divisione di sicurezza interna, al carcere in cui si trovava Xiangyang e alla procura.

I residenti della città natale di Xiangyang nella contea di Changli, Qinhuangdao, sono stati così colpiti dal fatto, che si sono mossi in 2.300 e hanno firmato una petizione per chiedere il suo rilascio.

2.300 firme per chiedere ai funzionari di rilasciare Xiangyang

Il 29 ottobre 2011, Shanshan è stata arrestata per la sua insistenza e condannata, ad altri due anni di lavori forzati.

Nell' aprile 2012, la petizione con le firme presentata, ha contribuito ad ottenere la liberazione di Xiangyang, che iniziò subito ad impegnarsi per fare uscire la moglie dal carcere. Ha scritto una lettera aperta dal titolo: "Pura Verità e Pura Compassione, Essere Offeso e Messo in Pericolo."

Xiangyang e sua madre si sono messi di fronte ai cancelli del campo di lavoro, per raccontare ai passanti di come tutte le azioni portate avanti da Shanshan, lo aveva salvato. Oltre 5.200 persone, hanno firmato la sua lettera per mostrare il loro sostegno.

5291 firme dei residenti del Tangshan e zona circostante per fare appello per la liberazione della signora Li (firme parziali sulla petizione)

La signora Shanshan, è stata rilasciata l'8 novembre 2013, quando ha finito di scontare la sua condanna.

Una vita matrimoniale breve ma felice

Prima che Xiangyang fosse stato rilasciato, il padre di Shanshan era diventato molto timoroso per la sua sicurezza, ha cercato di rinnegare sua figlia, perchè lui non voleva avere niente a che fare con Xiangyang.

Ma quando la famiglia e gli amici di Shanshan, hanno avuto modo di conoscere Xiangyang e di vedere il suo carattere semplice e onesto, ben presto lo hanno accettato nella famiglia.

La loro vita coniugale, è stata irta di difficoltà finanziarie dopo tanti anni senza un reddito regolare, ma nonostante ciò, Shanshan ha speso quel poco che avevano guadagnato per i suoceri, per Xiangyang e per la sua famiglia.

Nel maggio 2010, la loro situazione è migliorata; perchè il padre di Shanshan, li aiutò ad affittare uno spazio nel supermercato per un lavoro commerciale. Ora avevano un reddito regolare e la loro vita era diventata migliore.

Xiangyang è un ex ingegnere statale, ma ha perso la sua posizione lavorativa, quando ha rifiutato di rinunciare alla pratica del Falun Gong.

Xiangyang era anche riluttante a spendere soldi per se stesso, Shanshan voleva comprare prodotti per migliorare la sua salute, ma lui le avrebbe sempre detto di non sprecare i soldi.

Quando sembrava che potevano finalmente avere una vita matrimoniale tranquilla, il 2 marzo 2015, la giovane coppia è stata arrestata ancora una volta.

I poliziotti in borghese di Tianjin, hanno invaso la casa della coppia senza un mandato, hanno rotto e confiscato molti oggetti personali, tra cui: computer portatili, telefoni cellulari, DVD e contanti. La polizia ha videoregistrato le proprie attività mentre perquisivano la casa e hanno rimosso un dispositivo che era stato segretamente posto sotto la macchina di Xiangyang, per seguire i movimenti della coppia.

Quella notte Xiangyang e Shanshan, sono stati portati al Distretto Centro di Detenzione di Tianjin Dongli. Il loro arresto è stato confermato l'8 aprile 2015. È stato udito il personale della Procura, minacciare la coppia, dicendogli che gli avrebbero dato una condanna di cinque anni.

(*)GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.