Heilongjiang: Agenti di polizia della città di Qiqihar minacciano la famiglia della signora Chen Hong

(Minghui.org) La signora Chen Hong, praticante del Falun Gong della città di Qiqihar, in provincia di Heilongjiang, è riuscita a fuggire dopo tre anni di detenzione. La polizia ha usato le minacce e l'inganno per indurre i suoi familiari a farla tornare.


Gli agenti di polizia ingannano la sua famiglia

Il 27 settembre 2013, otto agenti in borghese che sostenevano di essere della stazione di polizia di Jianshe, hanno fatto irruzione nella casa della signora Chen Hong verso le 22:00, l'hanno arrestata e le hanno saccheggiato la casa.

Qualche giorno più tardi, la polizia è tornata a casa della signora Chen e ha comunicato alla sua famiglia che, nella notte del 30 settembre 2013, era fuggita dalla stazione di polizia di Xinhua.

La mattina del 29 ottobre 2014 Li Zhuo, vice capo della stazione di polizia di Jianshe, ha condotto il marito e il figlio della signora Chen, al Dipartimento di Polizia nel distretto di Jianhua per un incontro. Alla riunione c'erano Yang Zhonghua, capo del Dipartimento di Polizia del distretto di Jianhua, Sun, capo della Divisione di Sicurezza Interna, Xu Yixin ed altri. Era presente anche Han Shuchun, il fratello della signora Chen.

Sono stati minacciati.

Se non avessero riportato indietro la signora Chen, avrebbero punito tutta la famiglia e fatto licenziare il figlio. Hanno promesso che se si fosse costituita, non le sarebbe accaduto nulla. Tutte le dichiarazioni degli agenti di polizia sono state registrate dal figlio della signora Chen con il suo telefono cellulare.

Convinto da queste promesse, il 29 ottobre 2014, il marito della signora Chen l'ha chiamata minacciando di divorziare da lei se non fosse tornata a casa. Al suo ritorno, è stata immediatamente arrestata. Le hanno perquisito la casa, confiscato il cellulare del figlio e cancellato le registrazioni.

Le proteste del marito contro la "Trasformazione"

Quando i familiari si sono resi conto di essere stati ingannati, il marito della signora Chen è andato numerose volte al dipartimento di polizia del distretto di Jianhua e all'ufficio 610 (*) per chiedere il suo rilascio, senza ottenere nulla. Gli è stato detto che l'avrebbero rilasciata solo dopo averla "trasformata" (*) .

“Che significa 'trasformarla”?» Ha chiesto il marito. "Prima di praticare il Falun Gong, mia moglie fumava, beveva e aveva molte malattie. Dopo aver praticato il Falun Gong, ha smesso di bere, di fumare ed è divenuta sana. Volete che si ammali di nuovo e che ritorni alle sue cattive abitudini? "

Il 29 ottobre 2014 è stata arrestata. La sua famiglia ha assunto un avvocato, il quale ha scoperto che la signora Chen era stata incatenata ed ammanettata. Era entrata in sciopero della fame per protestare contro la sua detenzione e per chiedere di poter fare gli esercizi del Falun Gong.

I partecipanti alla persecuzione della signora Chen :

Yang Zhonghua (杨中华) , capo del Dipartimento di Polizia del distretto Jianhua
Zhang Chunbo (张春波) , capo della Stazione di Polizia di Jianshe Road : + 86-13354521996
Zhang Zhijian (张志坚) , Distretto di Polizia Jianshe : + 86-13895991968

Si prega di fare riferimento all'articolo originale cinese per trovare più persone ed uffici coinvolti nella persecuzione .

(*) GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.