Sichuan: praticante detenuto per oltre cinquantasette giorni

(Minghui.org) L'11 settembre 2015, un avvocato di Pechino assunto dalla famiglia del praticante del Falun Gong, He Yongming, ha visitato il suo cliente nel centro di detenzione di Wanyaoshu. Non sono state rilasciate informazioni sulla visita.

Il 20 luglio 2015, il signor He è stato arrestato dai funzionari del distretto di polizia Renhe, della città di Panzhihua; il padre di 86 anni è stato testimone dell'arresto e del saccheggio della casa.

L'1 settembre la moglie e il padre di He sono stati invitati al distretto di polizia per il suo immediato rilascio. L'ufficiale Qi Xueyun ha detto alla moglie di firmare il documento d'arresto del marito, ma non avendo visto la firma della polizia, ha rifiutato di firmare. L'ufficiale Qi ha minacciato di portarla in tribunale tra due mesi.

Secondo fonti interne, la polizia ha presentato il caso del signor He all'ufficio del procuratore distrettuale di Renhe.

Traumatizzato dall’accaduto, il padre di He che vive con lui, è scomparso per una settimana prima di essere ritrovato dalla famiglia.

Al momento della presente relazione, Il signor He è nel centro di detenzione Wanyaoshu e sta scontando una pena detentiva di 57 giorni.

I partecipanti alla persecuzione del signor He:
Wang Jun (王军), capo della sicurezza interna, dipartimento di polizia Renhe: + 86-13540513998
Qi Xueyun (起 学运), agente di polizia: + 86-13982322988

(*) GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.