Una volta si diceva che la musica decadente fosse un segno della fine imminente di una dinastia

(Minghui.org) Wan Baochang era un musicista di talento vissuto durante la dinastia Sui. Non aveva soltanto una profonda conoscenza del suono e della musica, ma aveva anche orecchio per la semantica della musica. Una volta Wan previde con precisione la caduta di una dinastia dai suoni di un brano suonato alla corte dell'imperatore Sui.

Wan aveva servito alla corte reale come musicista fin dall’infanzia; quindi la musica era qualcosa di profondamente compenetrato nel suo essere.

Parlando di musica con un amico a cena, Wan spiegò le sue idee musicali usando le stoviglie e gli oggetti che gli capitavano. Anche usando soltanto un intervallo di due ottave, avrebbe creato ottima musica polifonica con una serie di strumenti a corda e a fiato.

C’era una composizione musicale chiamata Zhou Li, che era ben nota tra i musicisti dell’epoca di Wan, come un pezzo impossibile da suonare. Ma quando chiesero a Wan di provare a suonarla, lui iniziò subito a suonarla. Tutti furono entusiasti per la sua bravura.

Prima della dinastia Sui, nella musica cinese non esisteva un sistema musicale completo. Quando venne fondata la dinastia Sui, il Cancelliere Zheng Yi e un gruppo di funzionari crearono un sistema musicale e vari strumenti in base alle istruzioni ricevute dall'Imperatore.

Quando l'imperatore chiese l’opinione di Wan sul loro progresso musicale, Wan disse la verità: "Suoni decadenti come questi non sono adatti per Vostra Maestà".

L'imperatore non fu contento di vedere i suoi sforzi criticati in modo così pesante.

Wan allora spiegò come la musica avesse un suono triste, volgare, lascivo e per nulla retto o aggraziato. Chiese poi il permesso all’imperatore per accordare gli strumenti utilizzando un metodo che aveva inventato per questo scopo. L'imperatore accettò.

Wan si mise subito al lavoro. Accordò diversi strumenti, tutti ad una tonalità inferiore a quello dello Zheng. Questo rese il loro suono più elegante. Scrisse anche una raccolta di 64 volumi, intitolata “Spartito”, con descrizioni dettagliate di come trasporre la musica in una chiave diversa.

Il sistema musicale da lui creato includeva 84 scale, 144 ritmi, e 1800 suoni.

Una volta, dopo aver ascoltato gli altri musicisti che suonavano un pezzo alla corte reale, Wan si mise a piangere. Quando gli altri gli chiesero il motivo, lui rispose: "Questa musica ha un suono edonistico, emotivo e triste. Ci sarà presto una guerra e la caduta della dinastia è inevitabile".

Era un periodo di pace e prosperità della dinastia Sui e la gente non prese sul serio le sue parole. Tuttavia cominciarono presto diverse rivolte popolari e alla fine la dinastia Sui ebbe termine, proprio come previsto da Wan.

Fin dall'inizio dei tempi, la musica è sempre stata un riflesso del livello morale della società. Si ritiene che la musica elegante e retta sia l’indicatore di un elevato livello morale e suggerisca la stabilità della società e la longevità di una dinastia. D’altra parte invece si pensa che la musica oscena indichi un degrado morale e predìca, per il prossimo futuro, la fine di una società o di una dinastia.

Versione inglese

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.