Praticante del Falun Gong cita in giudizio unità di lavoro per la persecuzione, il presidente della corte si dimette dal PCC

(Minghui.org) L'anno scorso ho citato in giudizio la mia unità di lavoro perché mi aveva licenziato illegalmente a causa della mia fede nel Falun Gong.

Prima del processo ho scritto una lettera aperta e ho detto alla gente quanto avevo sofferto a causa della persecuzione e perché era illegale perseguitare il Falun Gong. Ho anche invitato il pubblico a partecipare all'audizione del mio caso. Ho firmato la lettera con il mio vero nome e il mio numero di telefono.

Con l'aiuto degli amici praticanti ho distribuito l'invito a quasi tutti nel quartiere e l'ho anche affisso in tutti i principali supermercati e in altri luoghi pubblici in città.

Sconosciuto chiama per scoraggiare, finisce per supportare

Mentre stavo aspettando il mio processo ho ricevuto una telefonata da una persona che ha chiesto se avevo pubblicamente invitato le persone al mio processo e se avevo scritto una lettera aperta. Mi ha detto: "Tu attacchi il Partito Comunista Cinese (PCC) e quindi il PCC ti perseguita".

Ho spiegato: "Non ho attaccato nessuno, ma semplicemente ho detto alla gente i fatti sul Falun Gong e sulla persecuzione. Il PCC può ingannare solo coloro che seguono ciecamente le sue dottrine, ma non mi può sottomettere perché seguo i principi del Falun Gong”.

Ha mormorato qualcosa tra sé e sé e poi ha detto: "So che è sbagliato perseguitare il Falun Gong e la tua unità di lavoro non avrebbe dovuto licenziarti a causa del tuo credo. Tuttavia non avresti dovuto fare niente pubblicamente contro il PCC perché solo un piccolo numero di persone vuole perseguitare il Falun Gong. La persecuzione del Falun Gong non è scritta nel diritto cinese e l'attuale governo centrale non perseguita il Falun Gong, giusto?".

In base a quanto sapeva sul Falun Gong e sulla persecuzione, potrei dire che la persona che aveva chiamato doveva essere un funzionario del governo o qualcuno che lavorava nelle forze dell'ordine perché avevamo inviato loro del materiale informativo sul Falun Gong. Poteva anche aver letto la mia denuncia legale contro Jiang Zemin, l'ex leader cinese che ha lanciato la persecuzione.

Gli ho detto: "Posso dire che sei una persona di buon cuore. Io rispetto la tua opinione personale, ma penso che -- anche se Jiang Zemin ha lanciato personalmente la persecuzione del Falun Gong, sono passati molti anni dal suo ritiro e il trono del PCC ha cambiato padrone un paio di volte, ma la persecuzione è ancora in corso”.

Lui era tranquillo.

Ho continuato: "Jiang non avrebbe potuto perseguitare il Falun Gong da solo. All'interno del sistema del PCC il meccanismo che perseguita il Falun Gong, come ad esempio “l'Ufficio 610, è ancora in funzione. È un dato di fatto, se hai letto i nostri materiali dovresti sapere che, attraverso i suoi numerosi movimenti politici, il PCC ha perseguitato milioni di cinesi".

Ha ascoltato in silenzio per qualche minuto e poi ha detto: "Devo andare ora, ma verrò in tribunale per sostenerti, se posso".

Prima del processo ho consegnato i materiali sulla persecuzione del Falun Gong e sui crimini del PCC sul prelievo forzato di organi a coloro che hanno lavorato al mio processo, tra cui il giudice. Ho anche dato loro copie del software da utilizzare per poter aggirare il firewall internet del PCC per accedere ai siti web che sono vietati in Cina.

Giudice si dimette dal PCC

Prima dell'apertura del processo, il giudice mi ha detto in privato che avevano studiato il mio caso e letto i materiali che avevo dato loro. Appena il processo è iniziato il giudice mi ha chiesto: "I materiali che ci hai dato prima del processo non sono collegati al tuo caso, giusto?" Ho risposto: "Si è così”. Ha poi dichiarato che il processo sarebbe continuato.

Gli avvocati della mia unità di lavoro hanno ricordato più volte al giudice che ho distribuito i materiali con le informazioni sul Falun Gong, e che ho anche pubblicato le informazioni per contattarli, tra cui i numeri di telefono su un sito web, ma il giudice li ha semplicemente ignorati.

Un sacco di persone si sono presentate in aula quel giorno. Il personale dell' ”Ufficio 610" e poliziotti in borghese parlavano fuori. L'intera forza di pubblica sicurezza locale era stata inviata a guardia della corte. All'interno dell'aula i poliziotti hanno occupato i posti migliori.

L'amministrazione locale ha allestito una squadra speciale per gestire il mio caso e molte persone, tra cui alcuni funzionari del governo, hanno partecipato al processo.

Dopo il processo il giudice ha segretamente rinunciato alla sua appartenenza al PCC.

Esporre i crimini del PCC del prelievo di organi

Un'altra ragione per cui ho invitato il pubblico ad assistere al processo è per dire alle persone che ci sono testimoni e prove che dimostrano che il governo e gli ospedali militari del PCC stanno uccidendo i praticanti del Falun Gong per i loro organi, per venderli a scopo di lucro. In molti sono venuti a conoscenza dell'atrocità del prelievo di organi per la prima volta durante la mia udienza.

Alcune persone che hanno assistito al processo mi hanno detto che non avrebbero più detto nulla di male sul Falun Gong e altre hanno espresso apprezzamenti per essere stati informati della situazione reale che si cela dietro la persecuzione.

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.