Italia, Roma: I praticanti chiariscono la verità sulla persecuzione del Falun Gong

Sotto l'ombra del Colosseo, imponente monumento romano, i praticanti locali hanno manifestato in celebrazione della Giornata Mondiale della Falun Dafa.

Alle 8:00 del mattino, il sole di maggio di Roma già è caldo e i turisti si incontrano con le loro guide per iniziare le esplorazioni nel cuore della città. Non di meno anche i praticanti locali si incontrano fra loro per studiare assieme e inviare pensieri retti prima di iniziare l'attività.

Giunti al luogo concordato con le autorità dove è possibile cominciare la manifestazione, il primo obiettivo è quello di chiarire la verità ai vigili urbani (polizia cittadina) del posto. Dopo aver lasciato volantini e chiarito la verità circa la persecuzione ancora in atto in Cina, una delle due vigilesse molto sensibile all'argomento dichiara che non conosceva tale situazione e che per lei è inconcepibile come si possa essere così tanto ostili a persone che vogliono conformarsi alla natura dell'universo di Verità-Compassione-Tolleranza.

Dopo aver chiarito la verità alle vigilasse, è possibile per i praticanti poter posizionare a terra un banchetto e un immagine abbastanza grande per attirare l'attenzione del veloce passaggio turistico e locale. Si è anche a due passi dalla metro e questo rende molto importante l'afflusso di persone in quella zona.

Un'ottima opportunità per i praticanti per parlare della disciplina e della persecuzione. Intanto seguendo la musica degli esercizi del Falun Gong una schiera di praticanti fa dimostrazione della pratica.

Sono diversi i curiosi che si fermano a chiedere informazioni. Una signora che già conosceva i fatti della persecuzione perché aveva parlato con un praticante, dice di continuare con la nostra sensibilizzazione ai turisti e di chiarire la verità ai turisti cinesi perché: "Sono atei e materialisti, non gli interessa di niente e di nessuno" hanno bisogno di conoscere i fatti, afferma amareggiata la signora.

Continuando con le attività, i praticanti distribuiscono materiale informativo e giornali sulla persecuzione a i vari turisti cinesi disposti ad ascoltare le praticanti cinesi locali. Alle 12:30 al termine dell’attività i praticanti locali hanno inviato i loro saluti al fondatore del Falun Gong, il signor Li Hongzhi, per il suo compleanno.

Foto di gruppo

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.