Poliziotto di Pechino accantona Zhuan Falun

(Minghui.org) Nel 1999, quando la persecuzione del Falun Gong è iniziata, la polizia di Pechino ha prelevato con la forza la maggior parte dei libri del Falun Gong dei praticanti mentre saccheggiava le loro case.

Un giorno, un poliziotto responsabile della mia zona, si è vantato dicendomi: «Anche se si pratica il Falun Gong, non si possono avere tutti i libri del Falun Gong. Noi poliziotti abbiamo 'rubato' dalle stazioni di polizia tutte le copie del Zhuan Falun con la copertina rigida che erano state confiscate e le abbiamo accantonate nelle nostre case».

Ho chiesto: “Perché hai 'rubato' i libri?”. Lui mi ha risposto: “Tu non capisci. Un giorno, quando la questione del Falun Gong sarà risolta, quei libri saranno molto preziosi”.

Questo funzionario aveva letto lo Zhuan Falun prima dell'inizio della persecuzione, quindi sapeva perfettamente che il Falun Gong è buono. Altri ufficiali erano venuti a conoscenza della verità sul Falun Gong, subito dopo l’appello pacifico del 25 Aprile, poiché erano stati assegnati ai diversi luoghi in cui si praticavano gli esercizi del Falun Gong e avevano avuto l’opportunità di entrare in stretto contatto con i praticanti.

La polizia di Pechino agisce in un modo un po’ differente rispetto a quella locale. Dopo aver conosciuto i diversi movimenti politici del partito comunista, la gente di Pechino non viene facilmente ingannata dalle menzogne del Pcc. Il funzionario mi ha raccontato che era in piazza Tiananmen durante il massacro del 4 giugno del 1989 ed è stato testimone delle scene tragiche che vi si sono svolte.

Tutti questi sforzi compiuti della polizia di Pechino per raccogliere i libri del Zhuan Falun, indicano che hanno conosciuto la verità sul Falun Gong sin dall'inizio della persecuzione e confermano che la persecuzione del Falun Gong da parte di Jiang Zemin dovrà inevitabilmente fallire.

Un giorno, nel 2015, mi sono recato presso il nostro ufficio di zona con dei materiali sul Falun Gong. Il capo dell’ufficio mi ha detto: “Dalli a me, li distribuisco io”. Li ho consegnati a lui e mi ha risposto: “Non sono abbastanza. Porta tutti quelli che hai, ti aiuterò io a distribuirli”.

Da quando i praticanti del Falun Gong hanno iniziato a presentare denunce penali contro Jiang Zemin, gli ho portato nuovi opuscoli e CD-ROM e mi ha sempre detto: “Dalli a me. Ti aiuterò a distribuirli”.

Una volta gli ho portato dei distici per il Capodanno cinese. Appena sono arrivato sulla porta mi ha salutato e ha detto che mi avrebbe aiutato a distribuirli. Il vice capo ha afferrato la mia borsa e ha tirato fuori i distici, i CD-ROM e gli opuscoli, e ha esclamato: “Wow, grande!”. Prima di andarmene via, avevano già finito di distribuire in ufficio tutti i materiali e le persone avevano già iniziato a leggere i distici.

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.