Due amati maestri della Cina antica

(Minghui.org) Rispettare i maestri e i loro insegnamenti è un concetto radicato nella cultura tradizionale cinese.

Secondo il Libro dei Riti "rispettare i propri insegnanti conduce a valorizzare la conoscenza, e quest'ultima aiuta a promuovere l'apprendimento".

Standard di comportamento: gli insegnamenti di Confucio

Confucio è uno dei più noti saggi dell’antica Cina. Si dice che abbia insegnato a circa 3.000 studenti. Solo uno di loro, Zi You, veniva dal sud della Cina.

All’età di 22 anni, Zi You viaggiò per centinaia di miglia per assistere alle lezioni di Confucio, che all'epoca aveva 67 anni. Era uno studente coscienzioso, che usava il Classico dei Canti (Shi Jing) per guidare le sue parole e il Libro dei Riti (Liji) per guidare il suo comportamento.

Entrambi questi libri erano opere classiche di Confucio. Il Libro dei Riti discuteva delle forme sociali, così come delle regole amministrative e cerimoniali praticate durante il periodo degli Stati Combattenti e il primo periodo Han. Il Classico dei Canti è la più antica collezione di poesie nella letteratura mondiale e tocca temi che riguardano la mente e il cuore umano.

Data la sua eccezionale inclinazione allo studio, Zi You assorbiva tutto ciò che imparava e metteva all'opera ciò che aveva appreso. È considerato uno dei 10 discepoli più colti di Confucio.

Confucio disse: “Sono fortunato ad avere Zi You come studente, e so che potrebbe diffondere i miei insegnamenti nel sud della Cina".

Dopo essere stato nominato capo di Wucheng, Zi You amministrò la città con benevolenza - un elemento chiave degli insegnamenti di Confucio - edera ben voluto dai cittadini.

Quando Confucio visitò Wucheng, notò che le persone si comportavano in modo molto civile. Così elogiò Zi You per il suo impegno nel promuovere le buone maniere e la virtù attraverso l'istruzione e la musica.

Dopo la scomparsa di Confucio, Zi You e gli altri discepoli di Confucio compilarono I Dialoghi per ricordare le parole di Confucio.

Dare valore alla rettitudine: l'imperatore Guangwu e Huan Rong

Quando Guangwu, il primo imperatore della dinastia Han Orientale, stava cercando un insegnante per il principe Liu Zhuang, il capo della sicurezza He Tang gli raccomandò il suo ex insegnante Huan Rong.

Grazie alla sua vasta conoscenza e al suo comportamento retto, Huan era molto rispettato. Tuttavia, He Tang gli ricordò ciò che ci si aspettava da lui.

He Tang disse a Huan: “Un intellettuale può concentrarsi sui principi e prestare attenzione ai dettagli. Tuttavia, essendo anche un funzionario del governo, gli è richiesto di essere flessibile. La prego di non essere troppo duro con l'imperatore o con il principe".

Huan rispose: “Sono stato il tuo insegnante e mi conosci bene. Ci tengo alla virtù e non ho mai avuto intenzione di diventare un funzionario del governo. Dato che sua Maestà è intelligente e ha bisogno di persone, ho accettato l’incarico. Come sei potuto diventare così scaltro da chiedermi di trattare l'imperatore con indulgenza?".

Huan presentò le sue dimissioni e l'imperatore le rifiutò. L'imperatore Guangwu e Huan discussero nei dettagli le ragioni per cui voleva rinunciare all'incarico . Alla fine, l’imperatore fu d’accordo con il punto di vista di Huan e lo ringraziò per non aver voluto cambiare il suo comportamento abituale.

Il principe imparò da Huang lo Shang Shu e altri insegnamenti classici, e lo rispettava molto. Nove anni dopo, il principe era considerato uno dei più grandi intellettuali del tempo. Quando il principe stava per succedere al padre sul trono, Huan chiese ripetutamente di essere congedato, dato che non aveva nessun interessa alla fama.

Dopo l’ascesa al trono come imperatore Mingdi, il principe mostrò il suo rispetto verso Huan Rong in vari modi e gli fece ancora visita per imparare da lui.

Versione inglese

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.