Liaoning, Chaoyang: 36 persone condannate per aver denunciato Jiang Zemin

(Minghui.org) Nel novembre 2015 sono stati arrestati più di 300 abitanti di Chaoyang e delle zone limitrofe. I praticanti avevano compilato denunce penali contro Jiang Zemin, accusando l'ex dittatore cinese di aver lanciato la persecuzione del Falun Gong che ha causato loro ripetuti arresti e detenzioni.

In pochi mesi le autorità locali si sono subito mosse per processare i praticanti del Falun Gong arrestati.

Fino ad oggi è stato confermato che 36 degli arrestati sono stati condannati al carcere, con pene da scontare che vanno dai 6 ai 12 anni.

Qui sotto l’elenco dei praticanti e la durata delle pene a loro inflitte.


1. Jiang Wei: 12 anni

2. Liu Dianyuan: 11,5 anni

3. Li Guojun: 11 anni

4. Lin Fengfen: 10 anni

5. Chen Suying: 9 anni

6. Ma Yanhua: 7 anni

7. Lin Jiangmei: 7 anni, con la pena pecuniaria di 20.000 yuan

8. Wu Jinping: 7 anni

9. Xie Jianping: 7 anni

10. Xu Jinfeng: 7 anni

11. Yin Xiuzhu: 7 anni, con la pena pecuniaria di 20.000 yuan

12. Zhou Ruixue: 6,5 anni

13. Canzone Zhifu: 6 anni

14. Liu Shuhua: 5 anni

15. Wang Guojun: 5 anni

16. Wang Qing: 5 anni

17. Wang Yuhua: 5 anni

18. Chi Shuhua: 4 anni

19. Wang Zhiguo: 4 anni

20. Zhao Hongjun: 4 anni

21. Zhang Yongkui: 3 anni

22. Zhang Haifeng: 3 anni

23. Li Zhihong: 3 anni con 4 anni di libertà vigilata

24. Liu Yaping: 3 anni con 3 anni di libertà vigilata

25. Sun Liancheng: 3 anni con 3 anni di libertà vigilata

26. Xu Xiuhua: 3 anni con 3 anni di libertà vigilata

27. Yang Zemei: 3 anni con 3 anni di libertà vigilata

28. Zhang Weimin: 3 anni con 3 anni di libertà vigilata

29. Zhao Hongxue: 3 anni con 3 anni di libertà vigilata

30. Yang Qinghua: 3 anni con 4 anni di libertà vigilata

31. Lv Xin: 2 anni con 3 anni di libertà vigilata

32. Jing Fei: 1 anno, con la pena pecuniaria di 2.000 yuan

33. Ren Man: 1 anno

34. Huo Huixian: 6 mesi

35. Sha Jingtang: libertà condizionata (sentenza esatta sconosciuta)

36. Huang Lixin: libertà condizionata (sentenza esatta sconosciuta)
Scenario
Nel 1999 Jiang Zemin, come capo del Partito Comunista Cinese, contro la volontà degli altri membri del comitato permanente del Politburo, lanciava la violenta repressione del Falun Gong.
Nel corso degli ultimi 16 anni migliaia di praticanti del Falun Gong sono stati torturati a morte. Il bilancio attuale è probabilmente più alto poiché tale informazione viene strettamente censurata in Cina. Molti sono stati torturati per la loro fede e molti altri uccisi per i loro organi. Jiang Zemin è direttamente responsabile di aver dato inizio e condotto questa brutale persecuzione.
Il 10 giugno 1999, sotto la sua personale direzione, il Partito Comunista Cinese ha istituito un organo di sicurezza extralegale, l'Ufficio 610. Quest'organo ha la precedenza sulle forze di polizia e sul sistema giudiziario nello svolgimento degli ordini di Jiang per quanto riguarda il Falun Gong: “Rovinare la loro reputazione, distruggerli economicamente ed eliminarli fisicamente”.

La legge cinese permette che i cittadini ricorrano alle cause penali e molti praticanti stanno ora esercitando tale diritto sporgendo denunce penali contro l'ex dittatore.

Articoli correlati:
Chaoyang, provincia del Liaoning: Condannate 29 persone per aver denunciato Jiang Zemin
Chaoyang, provincia del Liaoning: Arrestate 300 persone per aver denunciato Jiang Zemin; 54 processati e 14 in attesa di giudizio

Versione inglese

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.