Pronto per fare un grande passo

(Condivisione letta alla Conferenza europea di condivisione delle esperienze di coltivazione della Falun Dafa tenuta a Monaco 2016)
 

Vorrei condividere la mia recente esperienza di coltivazione degli ultimi due mesi e mezzo. Questo periodo è stato davvero uno straordinario momento di coltivazione e spero che incoraggi anche altri.

Ho sofferto di un grave karma di malattia per molti anni, ma non voglio soffermarmi su questo. Il motivo per cui lo dico è che se vivete una tribolazione come questa allora, con fiducia, sarete in grado di vedere che si può, nonostante tutto, fare un passo avanti nella coltivazione.

Recentemente ho avuto molte tribolazioni: per lungo tempo non sono piaciuto al mio capo e alla fine mi ha licenziato, la relazione con mia moglie è diventata estremamente tesa fino al punto che mi sono dovuto allontanare per un po' e ho sofferto di un doloroso karma di malattia.

Era proprio come nella Nona Lezione dello Zhuan Falun:

“Una persona media non può sopportare un insieme di avversità così grande e penserà: «A che pro continuare? Vado a cercare una corda e m’impicco -ne ho avuto abbastanza! È tempo di mettere la parola fine a tutto questo!» Sto dicendo che dovete essere in grado di sopportare la più dura delle avversità”.

In questo periodo ho condiviso la mia situazione con i praticanti e ho discusso delle cose dalla prospettiva della Fa. Ero toccato dal fatto che i praticanti con cui non avevo mai fatto delle discussioni profonde si aprissero ora con me quando spiegavo la mia situazione. Mi sono trasferito in un luogo vicino ad alcuni praticanti. Ci incoraggiavamo a vicenda per studiare insieme e condividevamo dalla prospettiva della Fa. Facevamo anche gli esercizi insieme.

Ho avuto un colloquio di lavoro con la più alta istituzione d'arte del Paese: la Royal Accademy of Arts. La mattina del colloquio abbiamo fatto gli esercizi insieme e letto una lezione. Loro avevano lavorato per il progetto della mostra Zhen Shan Ren e avevano delle brochure da darmi, così potevo chiarire la verità al colloquio. Al primo colloquio c'erano 3 persone ad esaminarmi, compreso il vice direttore finanziario. Ho risposto bene a tutte le loro domande e ho parlato della mostra Zhen Shan Ren e anche di alcuni lavori che avevo svolto nel progetto.

Poi mi hanno chiesto se avevo delle domande. Ho chiesto come era andata la recente mostra cinese. Mi hanno detto che era andata bene, ma che avevano avuto delle difficoltà a raccogliere fondi perché gli artisti erano critici nei confronti del governo cinese. Quindi tutte le banche, che normalmente finanziavano questi eventi, avevano rinunciato perché non volevano offendere il regime. L'Accademia ha creato per la prima volta un gruppo di finanziamento su internet e sono riusciti ad ottenere i fondi per finanziare la mostra. Alla fine è risultata la migliore mostra dell'anno. Ho sorriso e li ho ringraziati per esserci riusciti. Ho detto che questa istituzione è un luogo virtuoso e che era il luogo dove avrei voluto lavorare.

Non molto tempo dopo, dato che non stavo lavorando, ho avuto la possibilità di andare al Parlamento Europeo a Strasburgo per un progetto di chiarimento della verità e per sollecitare i membri del Parlamento a firmare una dichiarazione affinché indaghino sulla questione del prelievo forzato di organi in Cina. Il viaggio è andato bene e sono stato in grado di mettere a disposizione la mia esperienza e immergermi nel fare al meglio quello che potevo fare per aiutare a salvare esseri senzienti. Lavoravamo a coppie ed io ero con una praticante taiwanese che non avevo mai visto prima. Abbiamo lavorato bene insieme facendo dei piani per il giorno e realizzandoli. Siamo tutti tornati a casa con un senso di aver fatto dei progressi.

Al ritorno a Londra ho continuato a cercare lavoro e mantenere lo studio della Fa e degli esercizi con i praticanti locali. Poi è arrivata un'altra occasione di andare a Strasburgo. C'era un aggiornamento sul rapporto del prelievo di organi in cui il numero dei trapianti forzati era enormemente aumentato, quindi avevamo un'occasione per parlare di nuovo con tutti, anche con i membri del Parlamento Europeo con i quali non avevamo parlato in precedenza.

Durante il viaggio verso Strasburgo in minibus questa volta avevo il cuore pesante. Pensavo cose come: sono malato, non sono in un buono stato, ho ancora molte cose personali da risolvere che non ho ancora affrontato. Ho pensato anche che non sarebbe stato possibile avere un risultato positivo come la volta precedente.

La prima mattina a Strasburgo abbiamo fatto gli esercizi e studiato la Fa, poi siamo andati al Parlamento Europeo. Fuori dal Parlamento c'erano molti praticanti a chiarire la verità e potevo sentire il campo di energia. Quando sono arrivato siamo andati al bar, il punto di incontro centrale, e ho visto i praticanti di tutti i Paesi coordinarsi tra loro. Mi sono profondamente commosso e mi sono venute le lacrime agli occhi. Ho sentito che tutte le nozioni nel campo intorno al mio corpo stavano cadendo e ho potuto vedere la natura della materia. Il Maestro ha parlato di come il ritmo della rettifica della Fa stia raggiungendo la dimensione superficiale. Per quello che mi riguarda ho visto il mio corpo come un universo con la rettifica della Fa che lo spingeva in avanti. Ero così vicino alla superficie che potevo vedere la luce in me e nei praticanti intorno a me.

Siamo poi andati con il nostro team per organizzare gli incontri con i parlamentari britannici. Ho chiamato un parlamentare, che in seguito ho scoperto essere un responsabile per il commercio in Cina.

Ho detto: "Salve sig. D, sono venuto a Strasburgo dall'Inghilterra e vorrei parlarle della dichiarazione 48 – sul prelievo forzato di organi in Cina".

Mi ha risposto (con uno sfacciato tono educato ma di classe superiore): "Guardi, non può essere possibile. Forse è di dimensioni ridotte".

Ed io: "Penso che dovremo incontrarci personalmente".

Ha ribadito: "Forse questo pomeriggio allora".

Gli ho detto: "Alle 17.30 verrò nel suo ufficio. Può andar bene?"

Mi ha risposto: "Forse, vedremo".

Dopo aver riagganciato ho sentito che andare a parlare con questa persona non sarebbe stata una conversazione leggera e dovevo prepararmi. Avevamo ancora tutto il giorno davanti a noi. Abbiamo parlato con i Parlamentari e i loro assistenti chiarendo i fatti, e alcuni hanno firmato. Erano quasi le 17,30 e ci siamo diretti all'incontro che avevo organizzato.

Appena ci siamo seduti ha iniziato a farmi molte domande in particolare di economia, a molte delle quali non sapevo rispondere. Gli ho detto con fermezza: “Non lo so. Sono qui per parlarle del prelievo forzato di organi in Cina”. Credo che abbia apprezzato la mia onestà. Quindi ora avevo la mia opportunità di parlare di alcuni fatti. Gli ho detto che la Cina dice di fare 10.000 trapianti all'anno, ma con appena due dei centri di trapianto si raggiunge questa cifra. Quindi cosa accade negli altri 888 centri di trapianto? Questi centri vengono costruiti se c'è da fare un profitto!

Ha risposto: "Non si può andare e accusare lo Stato cinese di omicidio di massa".

Ed io: "Chi altro potrebbe farlo su larga scala?".

C'è stato silenzio e mi ha guardato negli occhi. Ho guardato il suo occhio sinistro per un po'... poi il suo occhio destro... poi mi ha sorriso ed io ho contraccambiato con un sorriso.

Ha detto: "Sapevo quando ho parlato con lei questa mattina al telefono che era qualcuno con una grande forza di volontà".

Abbiamo poi iniziato una conversazione sul Falun Gong, su cosa è il Partito Comunista Cinese, come è iniziata la persecuzione e chi sono i seguaci di Jiang Zemin, in particolare Zhou Yongkang, Luo Gan e Bo Xilai.

In quel momento ho sentito che il Maestro mi aveva spinto ad un livello molto elevato. Era stato come sintonizzare una radio con una nuova frequenza, con la ricezione estremamente chiara.

Quando ho menzionato Bo Xilai mi ha detto che era suo amico. Questo non mi ha colpito e ho continuato a spiegare la connessione tra Bo Xilai e il prelievo di organi a Dalian. Ha ascoltato e non mi ha contestato poi mi ha guardato negli occhi. Potevo sentire che tutto stava cambiando intorno a me, non avevo bisogno di parlare in quei momenti dato che sapevo che il potere della Fa stava scorrendo attraverso di me e stava cambiando i pensieri di questa persona.

Ha preso il telefono e ha iniziato a chiamare le persone e a chiedere se sapevano del prelievo forzato di organi. Ha chiamato 3 persone in Inghilterra e uno in Canada. Voleva avere delle assicurazioni da persone che conosceva. Ha poi chiamato chi credo fosse uno dei suoi assistenti, un uomo cinese. In seguito abbiamo scoperto da un altro europarlamentare che lui era l'unico euro-parlamentare ad avere un assistente in Cina. Egli ha risposto al telefono e il sig. D gli ha chiesto: “Cosa sai del prelievo di organi. La risposta è stata: “Ѐ il Falun Gong che ha messo su queste storie. Lo so perché hanno detto che uno dei miei ospedali locali è un centro per il trapianto ma non lo è. In realtà ci sono andato ed è un normale ospedale”.

Le parole suonavano così vuote e senza fondamento. Quando il sig. D ha riagganciato gli ho detto: “Non ha bisogno che io le dica se questa persona sta dicendo la verità o meno”. C'è stato un nuovo lungo scambio di sguardi.

Mi ha poi spiegato le sue credenze cristiane in alcuni dettagli. Sembrava come se delle vili divinità stessero cercando di entrare ma c'era come uno schermo che le bloccava. Non vi è consentito stare qui, ho detto loro. Ho ascoltato il parlamentare e ho detto nel mio cuore: "Non sono qui per sfidare le tue convinzioni, sono qui per aiutarti ad essere salvato".

Egli mi ha detto che non avrebbe firmato pubblicamente, ma che avrebbe fatto qualcosa di meglio, cioè chiedere alle persone in Cina cosa pensavano di fare sul prelievo forzato di organi. Ha poi aggiunto: "Credi davvero che questo sia il modo migliore per affrontare la cosa? Credi che questo farà la differenza?"

Ho risposto: "Questa struttura mi ha permesso di avere un colloquio con lei".

Ancora uno scambio di sguardi e credo che a quel punto abbia compreso, ad un livello più profondo, perché eravamo andati a parlare con lui. Poi abbiamo chiuso l'incontro e ce ne siamo andati. Normalmente gli incontri con i parlamentari duravano 5 minuti, ma qui ci siamo stati un'ora e mezzo.

Sono stato profondamente toccato da questa esperienza e quella sera ho condiviso quello che era accaduto allo studio della Fa con i praticanti europei. Putroppo quella notte ho avuto difficoltà a dormire. Avevo dormito solo tre ore e il giorno dopo in Parlamento è stato molto dura perché le mie energie erano calate.

Il terzo giorno non sono andato dentro il Parlamento dato che dovevo partire presto con il minibus, quindi ho partecipato all'attività esterne per un paio d'ore. Facevamo un esercizio e poi inviavamo pensieri retti, poi un altro esercizio e ancora pensieri retti... quando ho inviato forti pensieri retti ho pensato alla conversazione che avevo avuto con il parlamentare. Mi è arrivata l'energia del Maestro. I miei pensieri retti erano stati rafforzati.

Nel viaggio di ritorno i praticanti hanno condiviso molto delle loro esperienze e abbiamo cantato le canzoni della Falun Dafa. Mi sono sentito davvero parte del corpo unico dei praticanti, occidentali e cinesi.

Poco dopo essere tornato abbiamo avuto una parata nel centro di Londra per il 20 luglio. Al mattino ho sofferto di karma di malattia, ma sapevo che dovevo partecipare. La parata è andata bene e l'abbiamo terminata sul lato nord di Trafalgar Square, dove c'era una grande attività di chiarimento della verità con praticanti da tutta l'Inghilterra. Mi era stato dato un cartello con scritto “Fermate la persecuzione del Falun Gong”. Sono stato in piedi un'ora ma non mi sono sentito stanco. Poi una praticante ha fatto una pausa e mi ha dato un cartello più grosso con scritto “Fermate il prelievo forzato di organi in Cina”. Mi ha detto che questo era molto potente. Anch'io lo pensavo.

Ho continuato a stare nella stessa posizione e ho pensato alla conversazione con il parlamentare quando il Maestro mi aveva elevato ad una grande altezza. Mi sono venute le lacrime agli occhi e il mio cuore era pieno di energia, sembrava come se fosse esplosa una bomba. Potevo vedere l'effetto del mio campo di energia. Potevo vedere le persone camminare nel mio campo e potevo vedere cadere dai loro corpi le loro nozioni. Alcune persone mi facevano domande e sapevo che quando parlavo le mie parole raggiungevano direttamente quell'essere. Un uomo è venuto da me e mi ha detto:

"Sta davvero accadendo?"

Ed io: "Sì".

Mi ha risposto: "Questo è un atto di guerra! Dobbiamo mandare l'esercito!"

Ho ribadito: "Sta veramente accadendo"

Egli: "Ѐ un atto di guerra. Dobbiamo andare e mandarli via. Dove posso trovare maggiori informazioni?"

Ho detto: "Guardi online il documentario “Difficile da credere” ".

Se lo è appuntato. In realtà per questa persona non credo fosse difficile da credere. A questo punto ho continuato a stare nello stesso punto e ho spiegato ad alcuni praticanti cosa stava accadendo. Ho continuato a stare lì e le mie caviglie hanno iniziato ad intorpidirsi... poi le mie gambe... poi la parte superiore delle gambe... poi i miei avambracci se ne sono andati. Ho vissuto lo stato di cui parla il Maestro, lo stato ottimale di trasformazione quando si fa la meditazione e ci si sente come se parte del corpo sia sparita. Ma questa volta ero in Trafalgar Square con migliaia di persone intorno a me. Sono rimasto nello stesso punto per 3 ore.

Dopo un po' credo di aver attirato l'attenzione dei praticanti. In quel momento uno di loro, piuttosto schietto, è venuto e mi ha detto: “Vieni qui e tieni questo striscione”. Ho avuto la sensazione che se avessi detto a questo praticante che stavo vivendo la trasformazione del corpo allo stato ottimale probabilmente non avrebbe apprezzato molto la mia situazione, quindi sono andato a reggere l'asta. Dopo un po' il mio compagno dell'attività a Strasburgo è venuto da me e mi ha detto: “Sei bravo a chiarire la verità alle persone, vai e fallo”. Quindi l'ho fatto. Le parole arrivavano velocemente e ero capace di andare dritto al punto nel rispondere alle domande.

Il sole splendeva, era davvero una magnifica giornata. Alla fine della giornata non volevo andarmene. Prima di lasciare la piazza ho guardato i praticanti che rimettevano a posto. Ho pensato: "Avremo un'altra attività come questa? È l'ultima volta?"

Anche se non avevo mangiato per tutto il giorno ed ero stato in piedi per 7 ore e mezza, non mi sentivo stanco ed ero pieno di energia quindi, quando sono andato a casa, ho fatto gli esercizi.

La settimana seguente ho condiviso la mia esperienza al gruppo di studio settimanale. Ho sentito il mio cuore connesso con le mie parole e l'energia rafforzava il mio corpo. Ho compreso che attraverso la condivisione faccia a faccia stavo coltivando e solidificando i pensieri retti. Dato che gli eventi che erano accaduti erano così chiari nella mia mente sono andato dritto al punto.

Quel giorno, dopo lo studio della Fa, abbiamo avuto un'attività di chiarimento della verità a St.Martin, quindi sono andato direttamente là. Dopo l'attività ho camminato per 30 minuti attraverso Londra ripensando e riflettendo su come era andata la giornata. Ho poi preso il treno verso casa e ho cenato, ho lavorato per un progetto per una mezz'ora e infine ho inviato i pensieri retti delle 23. Non avevo sonno anche se avevo avuto una giornata intensa. Intorno a mezzanotte sono andato a letto ma dopo 5 minuti qualcuno in casa ha fatto un rumore e mi sono bruscamente svegliato, non preoccupandomi affatto. Ho inviato pensieri retti e li ho fatti per un'ora, poi sono rimasto sveglio disteso sul letto. Mi sentivo compassionevole, nessun desiderio, solo un desiderio di aiutare tutti gli esseri. Un'altra ora è passata, ho inviato pensieri retti per un'altra ora. Poi ho fatto un'altra pausa e inviato forti pensieri retti a lungo. In quel momento la stanza ha iniziato ad illuminarsi, quindi ho fatto gli esercizi e infine mi sono preparato per andare a lavoro. Mi sono sentito bene a lavoro, con un forte campo di energia.

Un paio di giorni dopo, al mattino, mentre ero al lavoro, seduto sulla mia sedia, ho iniziato a ricordarmi gli eventi delle ultime settimane e mi sono venute le lacrime agli occhi. In quel momento è stato ancora come se un'altra bomba fosse esplosa. Ogni battito cardiaco era come un'onda d'urto dopo l'esplosione. Ho sentito come se avessi cambiato tutto intorno a me, le persone e perfino l'edificio.

Alla "Conferenza in Nord America del 1998" il Maestro ha detto:

“Se il vostro corpo cambiasse troppo rapidamente in superficie, diventerebbe impossibile per voi praticare la coltivazione. Vorreste piangere su tutto quello che vedete”.

Quando ho letto questo passaggio sapevo cosa mi stava accadendo. Recentemente sono stato in grado di lasciar andare gli attaccamenti poi quasi immediatamente ho potuto sentire i cambiamenti nel mio corpo. Ci sono stati e sono ancora in corso rapidi cambiamenti. Maestro, sono così grato per quello che hai fatto per me.

Dopo 27 anni di grave karma di malattia qualcosa è stato sbloccato dal mio corpo. Per tutto questo tempo sono stato in una prigione e gli ultimi 16 anni come praticante sono stato imprigionato dai miei attaccamenti mentre la luce del Maestro splendeva dalla mia finestra. Due mesi e mezzo fa sono uscito da questa prigione.

Il Maestro ha detto nella Nona Lezione dello Zhuan Falun:

“Ma, per coloro che hanno molta sostanza nera è come produrre qualcosa in una fabbrica che necessita di un’ulteriore lavorazione: mentre agli altri viene dato un materiale pronto all’uso, il loro materiale è grezzo e deve essere prima completamente raffinato. Quindi, per portarlo a quel punto, ci vuole una lavorazione in più. Ecco perché persone di quel genere dovranno prima soffrire delle difficoltà per eliminare il loro karma, per trasformarlo poi in sostanza bianca e, solo dopo che si è trasformato in de, potranno sviluppare un gong elevato”.

Una piccola parte di dolore è ancora lì, ma è sopportabile, senza un tormento mentale. C'è un'abilità sopranormale lì. Forse posso mantenerla se mantengo un buono stato. Tuttavia, so che questa abilità è solo per salvare gli esseri senzienti. Nello Zhuan Falun il Maestro dice che c'è una certa verità nel dire che Budda è nel tuo cuore. Grazie alle mie recenti esperienze, la mia comprensione di queste parole è completamente diversa. Voglio seguire il mio cuore, e il mio cuore è davvero con il Maestro.

Tra l'altro ho anche ottenuto il lavoro alla Royal Academy of Arts. Stavo tornando da Bruxelles dopo l'ultima tappa del progetto sul prelievo di organi quando ho ricevuto una telefonata che mi annunciava che avevo ottenuto il lavoro. Il momento era perfetto. Mi sono commosso, non per il guadagno personale nel mondo umano, ma perché sembrava che il Maestro mi avesse messo una mano sulla spalla e mi avesse detto “fidati di me”. Maestro, più che mai confido in te adesso.

Durante un viaggio verso lo studio, mentre ero in autobus, mi sono venute le lacrime agli occhi ed è stato ancora come l'esplosione di una bomba. Sapevo che mi era stato dato questo potere per un certo motivo e dovevo condividere le mie recenti esperienze a più praticanti che potevo. Quando questa bomba esplode tutto cambia e mi sento come se niente potesse fermarmi. È stata un'esperienza davvero speciale per me. Non ho mai parlato a cuore aperto davanti a così tante persone. Voglio far tesoro di questa esperienza. Lo studio della Fa e la condivisione sono le forme che ci sono state date!

Grazie Maestro! Grazie amici praticanti!

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.