Caloroso sostegno per il Falun Gong in Siberia: “Siamo con voi”

(Minghui.org) La Siberia è al momento coperta di neve e in molte parti di questa vasta regione la temperatura è precipitata ben sotto allo zero. Tuttavia, nonostante il freddo intenso, il Falun Gong ha ricevuto, in molte città siberiane, il caloroso sostegno dei residenti locali.

Durante il fine settimana del 3 e 4 dicembre i praticanti del Falun Gong si sono rivolti al pubblico siberiano per presentare questa tradizionale disciplina spirituale cinese e per aumentare la consapevolezza delle persone riguardo alla persecuzione della pratica che perdura da diciassette anni in Cina. Nelle città di Irkutsk, Angarsk, Tomsk e Ulan-Ude i praticanti hanno esposto cartelloni, distribuito materiali informativi e raccolto firme per chiedere la fine della persecuzione.

Nel centro di Irkutsk, nonostante la temperatura sotto lo zero, molte persone si sono fermate a leggere i pannelli informativi messi in mostra dai praticanti, prendendo del materiale da leggere.

Una passante firma la petizione per sostenere la resistenza pacifica del Falun Gong contro la persecuzione in Cina

Due praticanti mostrano gli esercizi del Falun Gong mentre una passante firma la petizione

A Irkutsk la signora Lidia è rimasta sconvolta dalla notizia del prelievo forzato di organi dai praticanti del Falun Gong imprigionati in Cina e ha elogiato i praticanti per l'intento di fermare la persecuzione: “I governanti cinesi saranno puniti dal Cielo. Voi ragazzi siete grandi. Continuate su questa strada... se tutti si schiereranno contro il Partito Comunista, la persecuzione cesserà. Noi siamo con voi”.

Alcuni residenti di Angarsk firmano la petizione davanti al museo

La raccolta firme a Tomsk si è svolta in centro, di fronte alla palestra del centro commerciale

A Ulan-Ude i praticanti hanno organizzato un'attività in una strada pedonale del centro. Molte persone hanno firmato la petizione per condannare la brutale persecuzione in Cina

La praticante Tatiana Kalinina ha detto che sono sempre di più i russi che apprendono i fatti della persecuzione del Falun Gong in Cina. Ha notato che quando adesso svolgono le attività, sono molte le persone che avvicinano i praticanti per chiedere di firmare la petizione. Alcune sono addirittura tornate accompagnando amici e familiari per firmare. Quasi tutti coloro che parlano con i praticanti esprimono il desiderio che la persecuzione finisca il più presto possibile.

Versione inglese

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.