Dieci anni come membro della Tian Guo Marching Band

(Condivisione letta alla Conferenza europea di condivisione delle esperienze di coltivazione della Falun Dafa tenuta a Monaco 2016)
 

Dieci anni della Tian Guo Marching Band. Mi ricordo molto bene l'inizio. Ho conosciuto la Tian Guo Marching Band per la prima volta a New York – ha toccato il mio cuore, evocando il desiderio di partecipare. Ma in Europa questo progetto non esisteva. Così sono stato ancora più contento quando è stata fondata l'European Marching Band.

In quel momento c'erano pochi professionisti e molti principianti, ma ci siamo impegnati con tutto il nostro cuore – al nostro primo incontro nel mio cuore mi sono sentito come un bimbo, pronto per l'avventura.

Suono il sassofono tenore, che è stato in attesa di questo momento per 20 anni nell'attico dei miei nonni. Nella mia infanzia avevo solo imparato a suonare le scale; poi ho perso interesse. Mia nonna amava la musica delle bande e mi aveva comprato uno strumento di alta qualità anche se purtroppo il mio breve entusiasmo è sparito nell'attico.

Come potevo sapere che c'era una reale ragione dietro?

Quando ho ricominciato a suonare per la Marching Band, ho voluto subito ricominciare con le canzoni della Dafa. Quel giorno era pieno di nuvole scure. All'inizio è stato possibile suonare le prime note di Falun Dafa Hao, poi gradualmente è emersa una melodia. Sembrava che non mi fossi dimenticato di nulla. Con mia sorpresa il cielo era diventato sereno e dopo aver suonato il sole splendeva.

La prima esibizione

La nostra prima esibizione è avvenuta nella Chinatown di Parigi con circa 180 membri. Avevamo un'attrezzatura variopinta, alcuni di noi con solo poche settimane di esperienza musicale e siamo stati in grado di eseguire 3 canzoni a memoria. Ma tutti ci hanno messo il cuore e questo è stato il modo in cui abbiamo suonato.

Stavamo portando la musica sacra alla comunità cinese; stavamo portando speranza e abbiamo ricevuto degli applausi.

Dopo la parata il nostro direttore ci ha detto che non era sicuro dell'impatto della nostra esibizione. Ma quando il pubblico ha applaudito si è sentito sollevato. Ad un'altra esibizione in Francia anche il pubblico si muoveva al ritmo delle nostre canzoni.

Mentre suonavo ho capito che potevo sentire le mie note stonate, ma il pubblico no e ho compreso che quando percepivo le mie mancanze, ero capace di migliorare, ma all'esterno gli esseri divini rendevano il nostro suono perfino migliore, dato che suonavamo con il cuore.

Perché suono con l'European Marching Band?

L'Europa ha molti Paesi diversi con lingue diverse. La musica è un linguaggio che può essere compreso da tutti. L'European Marching Band è diventata uno strumento per rompere le barriere linguistiche. Spezza le vecchie predisposizioni e ci unisce in un corpo per chiarire i fatti.

Quando dovevamo suonare con il cuore e allo stesso tempo marciare e anche seguire l'asta del tamburo maggiore, mi trovavo spesso fuori ritmo o suonavo in modo stonato o troppo forte. Quando suonavo forte si manifestava il mio desiderio di riconoscimento, quando suonavo note stonate o andavo fuori passo nella marcia si manifestavano il mio attaccamento a non ascoltare le critiche degli altri o la mia paura di sbagliare.

Ma quando siamo diventati una cosa sola e eravamo nel processo potevo sentire il senso di cooperazione di un corpo unico. Una volta mi sono sentito come se fossi stato in un'altra dimensione, in cui tutto sembrava andare molto lentamente e la forza delle canzoni della Dafa sembrava molto potente.

In relazione a questo vorrei leggere la poesia del nostro Maestro: La Banda Marciante della Terra Divina:

Tamburi e trombe della Fa mostrano la potenza divina
Purificando ogni male e richiamando tutti a tornare a casa
Salva la gente alla fine del tempo, scuotendo il cielo e la terra
Nella rettifica della Fa del cosmo, risplende la sua luce gloriosa

Durante i nostri incontri mi piace molto fare gli esercizi e studiare la Fa. Inoltre condividere le esperienze, fare le prove e inviare forti pensieri retti insieme. Soprattutto le preziose esperienze vissute con i praticanti europei sono un ambiente eccezionale.

Le sfide del tour in Europa dell'Est – la mia esperienza del tour nell'Europa dell'Est

Il tour nell'Europa dell'Est è stata una sfida per me. Abbiamo avuto tante esibizioni quante di solito ne facciamo in un intero anno.

Da una parte sapevo che molti esseri senzienti ci stavano aspettando e dall'altra parte avevo dolori fisici e il desiderio di comfort e di sensazioni felici per stare in pace. Inoltre non conoscevo tutte le canzoni a memoria e non mi ero esercitato molto.

Un'amica praticante mi ha svegliato dalla confusione. Mi ha detto: “Andiamo e basta, lo gestirai; le suoneremo così tante volte che alla fine sarai in grado di ricordarle a memoria”.

Quando siamo arrivati in Ungheria e abbiamo fatto le prove per la prima volta mi sentivo molto a disagio nel mio cuore. Mi sentivo come se gli altri praticanti non si curassero di me e il mio cuore bruciava. Durante le prove ho suonato veramente male davanti al coordinatore, è stato doloroso. Inoltre ho iniziato a preoccuparmi che forse non mi avrebbe fatto suonare durante la parata.

Normalmente non suonavo così male. Quando ero in uno stato simile, di solito non funzionava. Quando mi sono guardato dentro ho visto una profonda paura di non essere apprezzato e di fallire.

In passato avevo già sperimentato questi sentimenti di non essere apprezzato e il timore doloroso di perdere. Non volevo più sperimentare simili sentimenti e ho generato un forte attaccamento di paura, che saltava fuori non appena gli altri non mi consideravano o quando stavo per fallire.

Una volta in un sogno ero seduto ad un tavolo con il Maestro e altri praticanti. Il Maestro stava parlando a tutti i praticanti tranne a me. Quando mi sono svegliato provavo ancora dolore. Era quella sensazione che ho descritto prima. Ho ringraziato il Maestro per avermi dato questo suggerimento riguardo un mio attaccamento fondamentale.

Adesso questo attaccamento si mostrava ancora e avevo l'opportunità di lasciarlo andare a questo livello. Mi sono calmato.

Il Maestro ha detto nel suo insegnamento Elementi Essenziali per un Ulteriore Avanzamento II: “Tutti voi siete già consapevoli del principio di reciproca generazione e reciproca inibizione. Se voi non aveste paura, il fattore che vi rende paurosi cesserebbe di esistere”.

Con mia sorpresa il giorno dopo dovevo suonare proprio nelle prime file, anche se avrei voluto marciare nel mezzo dato che non sapevo suonare alcune canzoni a memoria. Tuttavia ero stato messo in prima posizione dove tutti gli spettatori potevano vedermi. Ho lasciato quindi andare il mio attaccamento al non essere visto e ho compreso – sarei stato visto!

Anche a Krakau continuavo a suonare stando nella stessa posizione, davanti agli spettatori. All'improvviso il coordinatore è comparso e ha detto: “Cambierai la tua posizione con il praticante B. Non va bene come posizioni lo strumento!”. Sono andato nelle ultime file, ma ero comunque infastidito, dato che nella mia mente il modo in cui posizionavo il mio strumento a riposo andava bene. In segno di protesta ho mostrato molto chiaramente al coordinatore e in modo provocatorio come mettevo il mio strumento in posizione. Guarda qui, lo sto facendo... ma ho compreso che stavo cercando all'esterno.

Allora mi sono guardato dentro e ho scoperto i seguenti attaccamenti:

1. Il punto di partenza del coordinatore era che dovevamo sempre avere un buon impatto nei confronti dello spettatore. Forse guardava sempre me quando mettevo giù il mio sassofono in modo non corretto; questo significa che il suo punto di partenza era buono.
2. Come praticante non dovrei tenere troppo alla mia posizione. Ero infelice perché dovevo cambiare la mia posizione?
3. Sentivo di essere stato trattato ingiustamente e avevo paura di essere respinto di nuovo.
4. Ero arrabbiato. Ma la rabbia non è compassionevole. Interferisce con il corpo unico della Marching Band.

Alla fine ho compreso che dovevo migliorare la mia xinxing così che più esseri senzienti potessero essere salvati. Ho dovuto ringraziarlo per avermi dato l'opportunità di elevare il mio livello.

Mentre lavoravo sui miei attaccamenti la mia rabbia è diminuita e improvvisamente il coordinatore ha sorriso e mi ha dato un colpetto.

Ora comprendo sempre di più la connessione tra l'elevazione e il salvare esseri senzienti. Se non elevo il mio livello non posso raggiungere livelli più elevati. Se non aumentiamo costantemente il nostro livello gli esseri senzienti non verranno salvati.

Dalla mia prospettiva l'intero tour è stato un grande successo. Abbiamo suonato sotto il sole e sotto la pioggia. Abbiamo potuto raggiungere molti esseri senzienti. In alcuni luoghi ho visto degli artisti che facevano bolle di sapone che galleggiavano come grandi bolle trasparenti. Questo per me era un segno dei molti mondi o regni che abbiamo liberato suonando nei nostri paradisi. Mondi che ora avevano un futuro.

Se l'European Marching Band fosse una nave, direi: siamo diventati sempre più grandi e spero che cresceremo ulteriormente, così grandi come l'oceano, per contenere tutti gli esseri senzienti che devono essere salvati.

Grazie Maestro! Grazie amici praticanti!

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.