Proprietario di un negozio inizia a praticare il Falun Gong dopo essere stato toccato dal comportamento di una praticante

(Minghui.org) Nel 2000 ho accettato un impiego in un negozio di abbigliamento. La mia vita era governata dai principi del Falun Gong di Verità, Compassione e Tolleranza. Il proprietario del negozio è stato toccato dal mio atteggiamento e ha appreso che il Partito Comunista Cinese (PCC) ha ingannato il popolo cinese riguardo al Falun Gong, per istigare l'odio contro questa pratica di coltivazione.

Durante il colloquio avevo notato che il magazzino era sporco e in disordine. Le tre commesse che vi lavoravano non se ne prendevano affatto cura, ma stavano sempre davanti al negozio.

Durante il mio primo giorno di lavoro ho pulito la bottega, il magazzino e la parte di marciapiede antistante l'entrata. Il proprietario è rimasto molto soddisfatto del mio operato e ha così deciso di licenziare le altre tre impiegate.

A causa di questo mi sono sentita a disagio.

Il negoziante mi ha detto: “Vedi, non ho bisogno di così tante dipendenti. Avevo assunto delle persone in più perché non ero soddisfatto di quelle che già c'erano. Vedo che tu sei differente da loro. Tu sembri una persona sincera. Persino il bagno è finalmente pulito”.

Gli ho spiegato che seguivo semplicemente i principi del Falun Gong che mi richiedono di essere una brava persona.

Ho lavorato duro, ho pulito gli scaffali e rimesso in ordine i capi confezionati. Ho riorganizzato la merce in magazzino per renderla facilmente reperibile e mi sono assicurata che le finestre e le porte fossero chiuse a chiave prima di andare a casa di notte.

Il mio capo è rimasto impressionato dal mio lavoro e mi ha confidato che aveva avuto la sensazione che le altre commesse rubassero e che non lavorassero sodo. Mi ha detto che io ero diversa. Gli ho spiegato ancora una volta che come praticante dovevo sempre essere onesta e degna di fiducia.

Due anni dopo ha aperto altri due negozi e mi ha affidato la direzione dei nuovi punti vendita.

Una volta il proprietario si è inavvertitamente dimenticato la chiave della bottega in tasca e, poiché era fuori città e non poteva essere raggiunto, ho lasciato che le mie colleghe tornassero a casa e ho trascorso la notte nel negozio.

Nei giorni successivi ho spiegato al proprietario la preziosità del Falun Gong e la verità sulla persecuzione.

Lui ha affermato: “Ho notato che non sei come le altre che avevo assunto in passato. Tu non prendi mai un raffreddore. Quando criticavo le altre commesse loro inventavano cento scuse, tuttavia tu sorridi e non discuti. Da quando ho aperto il mio primo negozio non ho mai incontrato nessuna come te. Lavori duro e non ti lamenti o chiedi mai un aumento di stipendio”.

Ha continuato: “Da ora in poi, quando aprirò dei nuovi negozi, assumerò solo praticanti del Falun Gong. Il Falun Gong è impressionante. Apprenderò anch'io questa pratica così grandiosa. Il tuo comportamento mi ha dimostrato che il Falun Gong è buono”.

Successivamente il proprietario del negozio ha iniziato veramente a praticare il Falun Gong.

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.