Un coltivatore si guarda dentro incondizionatamente

(Minghui.org) Ero la bambina preferita della mia famiglia e quindi la mia educazione durante l’infanzia è stata privilegiata. Quando ho cominciato a lavorare, ero già benvoluta da tutti. Gli uomini mi venivano dietro, e anche i praticanti manifestavano il loro interesse per me. Queste attenzioni mi hanno fatta diventare presuntuosa e non riuscivo ad accettare i fallimenti. Più tardi nella mia vita, ho conosciuto un praticante che ho poi sposato, e ci siamo trasferiti all'estero.

Il mio matrimonio non è andato come lo avevo immaginato. Lui era il più giovane della sua famiglia, ed era altrettanto viziato come me. Era irritabile e irascibile, il che ha portato a discussioni e anche a scontri fisici. Per di più, non abbiamo preso seriamente la nostra coltivazione, anche se lui praticava dal 1994.

La coltivazione è una cosa seria

Dopo aver letto l’insegnamento (della Fa) del Maestro alla Conferenza della Fa della zona occidentale degli Stati Uniti 2015, mi sono resa conto che avevo rallentato nella mia coltivazione e mi sono ripromessa di diventare una praticante diligente.

Per quasi un anno non ho più trascurato la mia coltivazione, superando anche molte prove e tribolazioni. Poi ho iniziato di nuovo a rallentare, dimenticandomi che la coltivazione è una cosa seria. Così, ho ancora attraversato molti conflitti talvolta violenti, al punto di arrivare a procurarmi un trauma cranico.

Io e mio marito non ci parlavamo più e avevo preso in considerazione la possibilità di divorziare. Per capirne di più sulla violenza domestica tra i non praticanti, ho fatto ricerche su internet. Tuttavia, le soluzioni che ho trovato non erano praticabili, perché consigliavano "occhio per occhio, dente per dente".

Per risolvere il problema, ho anche preso in considerazione di interrompere il mio percorso di coltivazione. Prima di mettere in pratica questo mio pensiero, ho parlato con una praticante veterana. Lei mi ha suggerito di gestire questo problema come se si trattasse di karma di malattia e di inviare pensieri retti.

Terminata la telefonata, ho ripetuto per diversi minuti: "La Falun Dafa è buona, Verità, Compassione e Tolleranza sono buone".

Restare con la mente lucida

Dopo un’attenta riflessione, ho pensato che io e mio marito fossimo perseguitati dalle vecchie forze. Allora ho inviato pensieri retti per eliminarle. Ho anche capito che non avevo abbandonato le mie emozioni e avevo bisogno di rimuoverle.

La mia mente si è chiarita dopo che ho inviato pensieri retti per circa mezz'ora. Ho pensato che fosse tutta un'illusione e che i problemi fossero stati concentrati su di me dalle vecchie forze.

Mi sono guardata dentro, e ho trovato che avevo molti attaccamenti. Pensavo fossi l'unica ad essere stata punita, mentre mio marito stava bene ed era considerato dagli altri praticanti come un praticante diligente. Ma questi erano pensieri umani ed erano l'opposto di quello che dovrebbe pensare un praticante.

Adesso so che la coltivazione dovrebbe essere senza condizioni. Chiunque coltivi, ne trarrà beneficio. Mio marito può anche essere un praticante, ma se ha rallentato nella coltivazione e agito di conseguenza, ha dovuto poi fare i conti con il risultato delle sue azioni. Tuttavia, se anche io smettessi di coltivare, saremmo tutti e due nei guai e le vecchie forze avrebbero prevalso. Devo restare lucida e non permettere che questo accada.

Andare oltre le emozioni

Di recente ho letto un articolo sul sito web Minghui. Questo articolo mi ha ispirato ad imparare a memoria lo Zhuan Falun. Mentre lo memorizzavo, il Maestro mi ha mostrato moltissimi principi della Fa che non avevo mai visto prima. Non riuscivo a smettere di memorizzare la Fa, un paragrafo dopo l'altro. Ero molto attratta dai principi della Fa e non mi sentivo così da parecchio tempo.

I praticanti che non hanno abbandonato l'attaccamento all'affetto devono pensare al di là delle proprie emozioni e smettere di chiedersi perché. Questo è il modo in cui una persona può guardarsi dentro incondizionatamente.

Le predisposizioni che il Maestro ha fatto per noi sono così intricate che non possiamo capire tutto. Tuttavia, tutte le predisposizioni sono fatte dal Maestro e ci aiuteranno ad avere successo nella nostra coltivazione.

Non dobbiamo avere nessuna esitazione sul nostro percorso di coltivazione, perché se smettiamo di praticare non otterremo niente. Perché non seguiamo risolutamente i principi della Fa?

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.