Europa: Altri eventi commemorano il 18° anniversario dal pacifico appello del 25 aprile

(Minghui.org) Continuano ad arrivare alla redazione nuovi articoli sulle attività dei praticanti del Falun Gong in tutta Europa per commemorare la pacifica manifestazione del 25 aprile 1999. I praticanti ribadiscono le loro richieste di porre fine alla persecuzione che perdura da diciotto anni e in particolare chiedono di fermare l'uccisione dei praticanti per la vendita dei loro organi, autorizzata dal regime cinese.

I seguenti eventi hanno avuto luogo in Portogallo, Finlandia, Germania, Danimarca e Polonia.

Polonia: Sensibilizzare l'opinione pubblica grazie alle interviste televisive

I praticanti della Polonia protestano pacificamente davanti all'ambasciata cinese di Varsavia, il 23 aprile 2017

Il canale televisivo polacco, Telewizja Polska TVP3, intervista un praticante

Di fronte all'ambasciata cinese in Polonia i signori Huang e Mateuszem Filipkowskim, entrambi praticanti del Falun Gong, hanno parlato davanti alle telecamere di Telewizja Polska TVP3 del pacifico appello del 25 aprile di diciotto anni fa e della conseguente brutale persecuzione messa in atto dal regime cinese:

Il 25 aprile 1999 circa diecimila praticanti del Falun Gong si sono riuniti per protestare pacificamente sulle strade di Pechino dopo gli arresti inspiegabili di circa cinquanta praticanti nella vicina città di Tianjin.

Quel giorno, dopo che una rappresentativa incontrò il premier Zhu Rongji e si assicurò il rilascio di coloro che erano stati ingiustamente arrestati a Tianjin, tutti ritornarono tranquillamente a casa.

Gli articoli dei media cinesi e esteri avevano elogiato l'evento come uno dei più grandi e pacifici raduni della recente storia cinese. Tuttavia l'allora leader del Partito, Jiang Zemin, ha ordinato al ministero della propaganda di pubblicizzare il raduno, non come una protesta pacifica, quale è stata, ma come “un assedio di Zhongnanhai”, il quartier generale del governo centrale. Questa mossa propagandistica negativa è stata utilizzata per istigare l'opinione pubblica contro il Falun Gong e come scusa per iniziare la brutale repressione di alcuni mesi dopo. Da allora hanno fatto seguito quasi diciotto anni di persecuzione.

Come risultato dei persistenti sforzi dei praticanti, le persone di tutto il mondo sono arrivate a comprendere la verità sulla persecuzione nonostante la propaganda diffamatoria del PCC.

Contro Jiang Zemin, per il suo ruolo nella persecuzione, sono state presentate oltre 200 mila denunce penali. Inoltre più di due milioni e 230 mila persone, in trenta differenti Paesi e regioni, hanno firmato una petizione con la quale si richiede di portare Jiang davanti alla giustizia. Il Parlamento europeo e il Congresso degli Stati Uniti hanno entrambi approvato delle risoluzioni che condannano la pratica, attuata dal PCC, del prelievo forzato di organi dai prigionieri di coscienza ancora in vita che sono soprattutto praticanti del Falun Gong.

I praticanti hanno invitato il governo e la popolazione della Polonia a mostrare preoccupazione per contribuire a fermare la persecuzione del Falun Gong.

L'intervista è stata trasmessa nella serata dal canale televisivo.

Finlandia: Protesta pacifica e raccolta firme

I praticanti della Finlandia mostrano gli esercizi del Falun Gong davanti al Consolato cinese, il 25 aprile 2017

La signora Ma Xuehong, una praticante locale, ha chiesto l'immediato rilascio di sua sorella Ma Xueqing, un'avvocatessa della città di Dalian (provincia del Liaoning, Cina). Nel dicembre 2016 la signora Ma è stata condannata a tre anni e sei mesi di carcere per essere rimasta risoluta nella sua fede nel Falun Gong e il 15 marzo 2017 la Corte Intermedia di Dalian ha confermato il verdetto originale.

Anche un altro praticante, il signor Wu Zhiping, ha raccontato di come sei membri della sua famiglia sono stati sottoposti alla persecuzione in Cina a causa del loro credo nel Falun Gong.

Alcune persone firmano la petizione che condanna la brutale persecuzione del Falun Gong in Cina durante l'evento in Finlandia

I praticanti della Germania settentrionale hanno sostenuto una protesta di diciotto ore davanti al Consolato cinese di Amburgo, Germania, il 25 aprile 2017

Una praticante parla a tre giovani nel centro di Copenhagen, Danimarca, il 22 aprile 2017

I cittadini portoghesi apprendono i fatti sul Falun Gong e sulla persecuzione durante l'Expo Mondiale di Lisbona, il 22, 23 e 25 aprile 2017

Articolo correlato:

Europa: I praticanti del Falun Gong commemorano il raduno pacifico svolto a Pechino il 25 aprile del 1999

Versione inglese

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.