Un revisore contabile onesto

(Minghui.org) Dopo il completamento del nuovo edificio per gli uffici della mia azienda, il direttore stava cercando una persona che seguisse le revisioni contabili della costruzione. In Cina al giorno d’oggi, non è facile trovare qualcuno che sia onesto e che non si faccia corrompere quando deve fare i controlli.

Quando il direttore ha incontrato gli altri responsabili della società, loro gli hanno consigliato di scegliere me.

All’epoca, praticavo la Falun Dafa da più di un anno. Grazie ai principi della Fa, mi ero allontanata dagli aspetti degenerati della società e avevo migliorato i miei valori morali. I miei colleghi e supervisori sapevano che ero molto onesta e retta. Avevano fiducia in me e pensavano che sarei stata il candidato perfetto per fare la revisione contabile.

Ho preso il mio lavoro molto sul serio e ho controllato attentamente ogni progetto. Anche quando non ero d’accordo con il gruppo di costruzione, siamo sempre riusciti a risolvere ogni controversia con calma e in modo giusto.

Un mese dopo, la responsabile del gruppo di costruzione ha detto: “Il vostro direttore ha trovato la persona giusta per fare la revisione. Lei è davvero onesta“.

Inizialmente avevano pensato di corrompermi, ma dopo aver lavorato con me hanno cambiato l'idea.

“Voi praticanti della Falun Dafa non siete come le altre persone. Vi ammiro davvero!”, ha detto la responsabile.

Le ho risposto che la Dafa ci insegna a seguire i principi di Verità, Compassione e Tolleranza e ad essere delle brave persone.

“Voglio imparare da te ed essere una brava persona”, mi ha detto.

Tramite la revisione, ho aiutato la mia azienda a risparmiare più di 3 milioni di yuan di spese. Il mio direttore era molto felice del lavoro che avevo svolto e mi ha ringraziato più volte durante le riunioni del nostro dipartimento.

Dopo l'inizio della persecuzione, sono andata a Pechino per proteggere la Falun Dafa e sono stata arrestata. I miei capi sono venuti a Pechino per portarmi indietro. Nel viaggio di ritorno mi hanno trattata come sempre e nessuno mi ha detto niente di cattivo.

Quando il mio direttore ha subito pressioni dai piani alti per parlare con me, mi ha detto: “Sappiamo che è impossibile per te rinunciare al tuo credo e sappiamo esattamente che tipo di persona sei”. Anche se non lo ha detto, sapevo che stava provando di tutto per proteggermi .

Più tardi sono stata arrestata di nuovo e condannata al carcere perchè parlavo con le persone della persecuzione. Dopo il mio rilascio sono tornata in azienda per far visita ai miei supervisori.

Loro erano felici di vedermi: “L'altro giorno stavamo proprio parlando di te. È ridicolo che ti abbiano condannata solo per il tuo credo. È davvero troppo!”.

Mi hanno vista andar via, e mentre mi allontanavo hanno continuato a guardarmi ancora per lungo tempo. Sapevo che avevano subito una forte pressione a causa mia. Auguro loro davvero tutto il bene possibile.

Versione inglese

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.