Romania, Costanza: I turisti conoscono l’antica meditazione cinese

(Minghui.org) Costanza, una delle città più antiche della Romania, ha il più grande porto sul Mar Nero, frequentato da molti turisti nel periodo estivo. Il 29 e 30 luglio i praticanti della Falun Dafa sono venuti a Costanza per parlare alle persone dell'antica pratica meditativa.

In un parco vicino a Tomis Harbour, i praticanti hanno evidenziato i vantaggi scaturiti dalla pratica della Falun Dafa e come venga perseguitata in Cina dal regime comunista. Nello stand, alcuni praticanti hanno parlato con i passanti, rispondendo alle loro domande, mentre altri hanno mostrato gli esercizi della Dafa.

Manifesti creati dai praticanti della Falun Dafa in un parco a Costanza, in Romania; non lontano altri praticanti eseguono gli esercizi della Dafa

Persecuzione in Cina 'assurdo'

Molti turisti e residenti hanno letto le brochure dei praticanti. Il signor Ungur, proprietario di un ristorante, ha affermato che i funzionari comunisti in Cina che perseguitano la Falun Dafa sono "spietati ... non hanno il diritto di farlo, perché tutti devo essere liberi di credere".

Un uomo di quarant’anni ha detto che nessuno ha il diritto di uccidere altre persone: "Ciò che il Partito comunista cinese fa è un crimine".

Un turista di Tulcea e sua nipote hanno mostrato solidarietà nei confronti dei praticanti firmando le petizioni che chiedendo al Governo rumeno e alle Nazioni Unite di aiutare a fermare la persecuzione in Cina.

Un'altra donna mentre firmava la petizione aveva le lacrime agli occhi e ha detto: "Questo è assurdo. Il Partito Comunista Cinese ha danneggiato troppe persone. Azioni simili sono ‘infettive’ se non prendiamo delle precauzioni. Dobbiamo fermare la tragedia in Cina".


Le persone leggono i materiali informativi e firmano le petizioni

"Dobbiamo far conoscere questi fatti a più persone"

Uno studente universitario che studia sociologia nel paese limitrofo della Moldavia ha detto di trovar difficile immaginare che in una società contemporanea il regime uccida dei praticanti della Dafa per la vendita dei loro organi: "Penso che dovremmo far conoscere questi fatti a più persone attraverso Internet affinché tutti possano dire no”.

L'elettricista Valentin Vasile è venuto al parco con i suoi amici: "La raccolta illegale degli organo può succedere solo in un regime totalitario. So che alcune persone possono considerare banale firmare una petizione, ma non sono d'accordo con loro, perché ogni voce conta".

Molte persone erano interessate ad apprendere gli esercizi della Dafa, tra cui una ragazzina che ha chiesto ai suoi genitori se poteva imparare; quando hanno annuito, si è unita ad altri bambini per apprendere i movimenti.

Versione inglese

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.