Nessuno Tocchi Caino - Marco Pannella invita formalmente il fondatore del Falun Gong

Cina: Pena di morte e non solo: 400 esecuzione in un mese, 50,000 detenuti e oltre 200 morti del Falun Gong
 

18 maggio 2001: il Falun Gong e Nessuno Tocchi Caino partecipano insieme ad una conferenza stampa denunciando il governo cinese. Il governo cinese ha bandito il Falun Gong il 22 luglio 1999, chiamandola una "(parola omisa diffamatoria del regime cinese - nota dell'editore)" con un progamma politico malefico. Il ministero della sicurezza pubblica ha accusato Li Hongzhi, il fondatore del Falun Gong di aver "diffuso superstizione e falsità maliziose, provocando la morte di molti praticanti." Il Falun Gong ribatte con i suoi dati: 50,000 arrestati, 10,000 detenuti in campi di lavoro forzato o internati in ospedali psichiatrici, e 208 persone torturate a morte. "Milioni di persone nella Cina subiscono abusi," dice Erping Zhang, il portavoce internazionale del Falun Gong, parlando ad una conferenza stampa organizzata da Nessuno Tocchi Caino, la ONG contro la pena di morte. La repressione contro il Falun Gong ha sconvolto il paese quanto la "Rivoluzione Culturale" negli anni sessanta. Nel cuore della notte del 22 luglio 1999, in tutta la Cina, le autorità arrestarono centinaia di volontari del Falun Gong e perquisirono le loro abitazioni. Però il movimento sopravvisse e oggi è diffuso in pià di quaranta paesi del mondo. "Noi qui oggi abbiamo l'opportunità di parlare con voi, ma i cittadini cinesi no. In Cina tutti i mezzi di informazione sono controllati dallo stato," dice Zhang. "Il Falun Gong è una pratica cinese antica e tradizionale. Non siamo una religione, non abbiamo nè un organizzazione nè pratichiamo rituali. Chiunque può venire a praticarlo, ed andarsene quando vogliono. Internet è l'unico mezzo attraverso quale comunichiamo tra di noi, come un'associazione di ciclismo o corsa. Ma noi abbiamo una forte fede nella Verità, nella Compassione e nella Tolleranza. Crediamo che questi principi aiutano a migliorare la salute fisica e spirituale e siano validi per tutte le culture. "Noi pensiamo anche che lo sviluppo della moralità sia importante, in questo rispetto abbiamo molte somiglianze con la religione. Rispettiamo tutte le religioni e siamo solidali con quelli perseguitati perchè crediamo che un individuo dovrebbe essere libero di credere o non credere. Questo diritto è anche sancito dalla costituzione cinese," ha detto Zhang. Falun Gong si appella alla comunità internazionale per non distogliere la sua attenzione dagli abusi di diritti umani che avvengono in Cina. Alfredo Fava, un praticante italiano, ha condannato la mancanza di approfondimento dell'argomento Falun Gong da parte dei media, i quali, dice "a torto definiscono questo movimento come una setta." Il Parlamentare Europeo Marco Pannella ha invitato formalmente il Maestro Li Hongzhi a visitare l'Italia ed ha chiesto al Azeglio Ciampi di riceverlo ufficialmente. Sergio D'Elia, il segretario generale di Nessuno Tocchi Caino ha denunciato il processo capitale ed il numero di esecuzioni in Cina, più di 400 solo in Aprile. Elisabetta Zamparutti, curatrice del rapporto annuale di Nessuno Tocchi Caino, ha rilanciato la campagna on-line per una moratoria globale sulle esecuzioni capitali tramite una risoluzione ONU. ..............

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.