Il Vice-Presidente del Parlamento Europeo: "E' giunto il Tempo di Portare in Giudizio il Regime Comunista Cinese per Genocidio"

Il Vice-Presidente del Parlamento Europeo, Mr. Edward McMillan-Scott, ha organizzato recentemente la conferenza stampa "Il Genocidio Silenzioso" all'Associazione della Stampa Estera di Londra. Ha invitato esperti della Cina, studiosi, come pure praticanti del Falun Gong che hanno sofferto personalmente la persecuzione, per denunciare i crimini di genocidio del Regime Comunista Cinese come l'espianto di organi su praticanti viventi del Falun Gong.

Alla conferenza stampa, Mr. Scott ha descritto la sua visita di tre anni fa a Pechino volta all'accertamento dei fatti. Alla fine del suo discorso, ha detto: "Le mie investigazioni, i miei contatti e la mia esperienza mi fanno sentire che il regime totalitario comunista cinese ha perseguitato il Falun Gong, questo gruppo gentile e innocente, per 10 anni. Penso che sia giunto il tempo di portare in giudizio il Regime Comunista Cinese per genocidio. Io credo fermamente che ciò che stiamo facendo oggi debba essere portato in ogni città del mondo tutti i giorni fino a quando giustizia non sarà fatta."

"Il Genocidio Silenzioso" conferenza stampa a Londra

Nel decimo anniversario dell'appello pacifico a Pechino del "25 Aprile" da parte di 10 mila praticanti del Falun Gong, questa conferenza stampa fa parte di una campagna del Parlamento Europeo per richiedere che il Regime Comunista Cinese ponga termine alla sua persecuzione contro il Falun Gong. Tra gli oratori invitati c'era Ethan Gutmann esperto della Cina e autore del libro Perdere la Nuova Cina, il famoso cardiochirurgo britannico Professor Tom Treasure, la Sig.ra Tina Lambert della Solidarietà Cristiana Mondiale ed il praticante del Falun Gong Annie Yang, che era stato illegalmente imprigionato e torturato dal Regime Comunista Cinese. Lei ha detto: "La gente dovrebbe porre fine a questa malvagia persecuzione."

Il Vice-Presidente del Parlamento Europeo: il Regime Comunista Cinese sta commettendo un genocidio nei confronti dei praticanti del Falun Gong

Il Vice-Presidente del Parlamento Europeo, Mr. Edward McMillan-Scott, ha fatto notare che il crimine commesso dal Regime Comunista Cinese nella sua decennale persecuzione nei confronti del Falun Gong è genocidio. Egli ha detto: "L'atrocità delle espianto di organi da parte del Regime Comunista Cinese su praticanti viventi del Falun Gong è stata svelata in grande dettaglio, nel rapporto investigativo congiunto del 2006 dell'ex Segretario di Stato per la regione Asia-Pacifico David Kilgour e l'avvocato per i diritti umani David Matas. A tutt'oggi, questo rapporto è stato tradotto e pubblicato in 16 lingue."

Nel suo discorso di apertura, Mr Scott ha descritto la sua visita a Pechino alla ricerca di prove: "Oggi sono qui perché ho visitato la Cina tre anni fa. Come membro del Parlamento Europeo da più lunga data, ho visitato la Cina molte volte anche prima di allora. In quella occasione, stavo preparando un rapporto sui diritti umani, sulla libertà e la democrazia per la Commissione Europea. Ebbi un incontro con due ex prigionieri di coscienza, Niu Jinping e Cao Dong. Entrambi erano praticanti del Falun Gong. Entrambi erano stati imprigionati e poi liberati. Niu Jinping venne da me per chiedermi aiuto riguardo a sua moglie. Sua moglie Zhang Lianying era allora detenuta nel Campo di Lavoro Femminile di Pechino. Mi disse che sua moglie era stata pesantemente torturata e aveva perso l'udito. Pochi mesi più tardi, venne finalmente liberata e mi scrisse una lettera, descrivendomi nei dettagli i più di 50 metodi di tortura a cui era stata sottoposta nel campo di lavoro."

Mr Scott ha continuato dicendo: "Purtroppo, nelle successive repressioni prima dei Giochi Olimpici di Pechino, Niu Jinping e sua moglie sono stati imprigionati di nuovo. Cao Dong e sua moglie sono entrambi praticanti del Falun Gong e sono stati a loro volta imprigionati. Cao Dong è detenuto nel nord della Cina dove vennero detenuti gli studenti coinvolti nel movimento degli studenti di Tiananmen del 1989. Cao Dong mi ha detto che una sera il suo migliore amico sparì dalla cella della sua prigione. Vide di nuovo il suo amico su un tavolo dell'obitorio della prigione. C'erano molti fori nel suo corpo. Molti suoi organi erano stati prelevati."

Mr Scott ha dichiarato che lo scopo di questa conferenza stampa è quello di far crescere la consapevolezza sulla situazione dei diritti umani in Cina. Egli ha dichiarato: "Tutti coloro con cui sono stato in contatto a Pechino sono stati più tardi arrestati e detenuti. Alcuni di loro sono stati anche torturati. Alcuni sono tutt'ora detenuti da allora. Visto tutto questo, svolgeremo una serie di attività nel Parlamento Europeo o in altri posti."

Ha affermato: "Ho già scritto una lettera al Segretario Generale delle Nazioni Unite, sollecitando l'ONU ad eseguire un'accurata investigazione sulla persecuzione subita dal Falun Gong in Cina. Secondo la definizione di genocidio dell'Articolo 2 del Trattato ONU sui Diritti Umani, l'attuale persecuzione del Falun Gong in Cina si è già qualificata come genocidio. Questo è anche il motivo per cui abbiamo convocato la conferenza stampa odierna."

Esperti sulla Cina: il Regime Comunista Cinese ha sistematicamente commerciato organi espiantati da praticanti del Falun Gong per ricavarne esorbitanti profitti attraverso il mercato nero

L'esperto della Cina e autore del libro Perdere la Nuova Cina, Mr Ethan Gutmann, ha portato avanti delle ricerche per molti anni sulla persecuzione del Falun Gong. Attualmente si sta preparando a scrivere un libro sulla persecuzione del Falun Gong, basato sulle sue ricerche. Ha riportato ciò che ha scoperto nella conferenza stampa.

Ha detto: "I media occidentali hanno fin dall'inizio sottostimato la portata della “guerra” che il Regime Comunista Cinese ha scatenato contro il Falun Gong. I media occidentali all'inizio hanno condiviso il pensiero iniziale del regime: questa guerra finirà in breve tempo ed il Falun Gong “sparirà”. Ma al contrario, il Falun Gong non è sparito. Tuttavia, migliaia di praticanti del Falun Gong sono morti per mano del Regime Comunista Cinese come risultato di questa persecuzione."

Mr Gutmann ha continuato: "Due anni fa ho cominciato a investigare e a raccogliere dati sul conflitto fra il Regime Comunista Cinese ed il Falun Gong. Ho intervistato centinaia di persone. Circa metà di loro erano praticanti del Falun Gong che avevano personalmente sperimentato la detenzione in cella o nei campi di lavoro del Regime Comunista Cinese. Ciò che ha attirato la mia attenzione è che circa il 30% dei praticanti del Falun Gong mi raccontavano di essere stati sottoposti a degli esami fisici non convenzionali. Tutti i test erano insolitamente concentrati su reni, fegato, occhi e a volte cuore. Questi esami erano di solito non necessari ed inoltre piuttosto costosi. Mettendo insieme questi fatti con le decine di migliaia di trapianti di organi eseguiti in Cina negli ultimi anni le cui fonti non erano spiegabili e l'alto valore degli organi nel mercato nero internazionale, allora la spiegazione ragionevole è che il Regime Comunista Cinese ha condotto sistematicamente un commercio di organi espiantati da praticanti del Falun Gon al fine di accumulare esorbitanti profitti attraverso il mercato nero.

"A quanti praticanti del Falun Gong sono stati espiantati gli organi? L'Ufficio 610 cinese stimava che ci fossero 70 milioni di praticanti del Falun Gong. Secondo la Laogai Research Foundation, il Regime Comunista Cinese ha detenuto nel sistema dei campi di lavoro circa 4 milioni di persone di cui circa la metà praticanti Falun Gong. Secondo le mie stime, almeno 87.000 praticanti del Falun Gong hanno avuto i loro organi espiantati dal Regime Comunista Cinese in questi anni.

"Quando l'atrocità dell'espianto di organi venne denunciata nel 2006, purtroppo, i media occidentali erano riluttanti a toccare questo tema. E' evidente che loro non vogliono pensare a questa questione. Ma le prove sono lì da vedere. Chiunque può andare ad investigare. Ma ciò che lascia perplessi è che nessuno vuole farlo. Sono sorpreso nel notare che la nostra investigazione è la prima al mondo. Tutti i praticanti del Falun Gong che ho intervistato, particolarmente quei praticanti del Falun Gong che hanno chiesto asilo come rifugiati in Taillandia – la grande maggioranza di loro non è mai stata intervistata. Senza alcun dubbio, questa è una grande vergogna per il mondo occidentale."

Famoso cardiochirurgo: i rapporti sull'espianto di organi da esseri viventi descrivono un'orribile verità

Il famoso cardiochirurgo britannico Professor Tom Treasure ha descritto, nella conferenza stampa, il suo punto di vista sugli espianti di organi da esseri viventi che stanno avvenendo in Cina.

Ha detto: "Ho letto il rapporto di Kilgour e Matas. Ciò che il rapporto descrive è veramente terrificante. Ma come chirurgo che conosce bene la situazione internazionale dei trapianti di organi, dopo aver letto il rapporto, trovo che molti aspetti sono simili a ciò che ho imparato personalmente, tipo il grande numero di organi trapiantati. E' molto facile per i pazienti riservarsi un organo in Cina. Inoltre, il numero di organi trapiantati e le fonti donatrici che possono essere prodotti in Cina in condizioni normali non possono assolutamente combaciare. Quindi, si può solo dire che il loro rapporto non può che descrivere un'orribile verità.

"Ciò che mi ha impressionato di più è che il numero di organi trapiantati è di gran lunga più alto di ciò che ragionevolmente ci si può aspettare. Tuttavia, loro sono in grado di soddisfare i bisogni dei pazienti e consegnare gli organi a tempo debito. Per ultimo, al di là dei numeri, ci sono anche altri fatti molto convincenti che non possono essere ignorati.

"Ora parlerò di uno. Alcuni anni fa, quando ero presidente dell'Associazione Cardiochirurghi Europea, incontravo spesso nei convegni internazionali colleghi provenienti dagli USA, Asia ed Europa. L'argomento che trattavamo erano le dimostrazioni chirurgiche; cioè, se era etico o meno mostrare delle vere operazioni chirurgiche in classe. Un chirurgo americano mi disse: 'Una volta fui invitato ad eseguire un'operazione ai polmoni dimostrativa in Cina.' Per fare un'operazione chirurgica dimostrativa è necessario fissare l'ora dell'operazione in anticipo. Tuttavia non è possibile fissare un'ora per un trapianto di organi in anticipo, perché non è certa la disponibilità di un donatore. Quindi lui replicò: 'Per voi è impossibile farlo.' Ma da parte cinese risposero: 'Noi sicuramente possiamo.'" Il Professor Treasure concluse: "Per me, questa è una solida prova definitiva, molto molto convincente.

Rappresentanti della Solidarietà Cristiana Mondiale: la repressione praticata dal Regime Comunista Cinese non avrà mai successo

Ms. Tina Lambert della Solidarietà Cristiana Mondiale ha introdotto nella conferenza stampa il tema della persecuzione delle religioni e dei diritti umani da parte del Regime Comunista Cinese.

Ha detto: "Il Regime Comunista Cinese ha portato avanti senza scrupoli diverse persecuzioni contro le fedi religiose che considera non sotto il suo controllo, partendo da delle multe, per arrivare a molestie, sequestri di proprietà, imprigionamenti e torture. Ma non ha vinto."

Ha citato un esempio: "Per esempio, il regime ha perseguito un'ininterrotta e brutale repressione nei confronti del Falun Gong durata 10 anni. Eppure, il Falun Gong non si è sottomesso alla sua repressione. Ciò spaventa molto il regime."

Ha concluso: “E' essenziale che la comunità internazionale tenga assemblee pubbliche di questo tipo ed eserciti una continua pressione sul Regime Comunista Cinese. Ringrazio tutte le persone coinvolte nell'organizzazione di questa conferenza. In Cina, il comunismo non ha alcuna soluzione da fornire per la crisi sociale. Non solo le fedi religiose non sono state sterminate in Cina, si sono addirittura rafforzate. La repressione del Regime Comunista Cinese non avrà mai successo.”

Here is the article in English language:
http://en.clearharmony.net/articles/a48899-article.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.