Un buddista di 90 anni commosso dalla mostra d’arte Verità-Compassione-Tolleranza: “Non avevo mai visto una scultura di un Budda così compassionevole!”

“Sono nato nel 1917. Ho visto un’infinità di statue di Budda nei templi sin da quando sono piccolo. Questa è però la prima volta che ne vedo una così compassionevole! Veramente! Guarda che espressione ha nel volto…” Il novantenne Seol è rimasto in piedi di fronte alla “statua di Budda” con le sue mani congiunte davanti al petto per molto tempo.

Statua di Budda.

Seol è diventato un buddista quando era giovane. Un giorno tre parole su un poster, “Verità-Compassione-Tolleranza”, hanno catturato la sua attenzione alla stazione ferroviaria. Il poster parlava della mostra d’arte Verità-Compassione-Tolleranza esposta al centro culturale Busan dal 4 al 15 settembre, 2009. Seol ha affermato esclamando come egli abbia studiato le opere, mostrando il desiderio di poter, in futuro, vederla nuovamente. Quando ha saputo che gli artisti sono praticanti del Falun Gong, ha detto: “Sì, uno non poteva aver creato un’opera del genere senza un cuore puro. Non tutti gli artisti sarebbero capaci di fare questo.”

Flusso continuo di visitatori all’esposizione.

Busan è la seconda città più grande della Corea. Questa è stata la decima esibizione della mostra d’arte Verità-Compassione-Tolleranza tenuta a Busan. La mostra ha attirato molte persone interessate d’arte, cultura e politica.

Il presidente della società d’arte di Busan, Choi Sang Yoon.

Il presidente della società d’arte di Busan, Choi Sang Yoon ha visitato la mostra il primo giorno e ha detto: “Apprezzo sinceramente che questi artisti si siano sacrificati per salvare altri!” Secondo la sua opinione i dipinti riflettono le questioni morali umane di base e sono un esempio di vera arte. “Solitamente ci sono 3 tipi base di tecniche. Una può dire con il primo colpo d’occhio che questi lavori guidano lo spettatore a richiedere giustizia, essi comunicano attraverso l’arte e il miglior modo di rivelare il vero significato dell’arte….sono molto commosso. C’è stato un momento che mi è sembrato quasi di aver smesso di respirare. Sono rimasto così scioccato da sentirmi gelare.”

Song, direttore dell’associazione d’arte di Busan

Song, direttore dell’associazione d’arte di Busan, ha detto di essere rimasto sorpreso nel vedere le opere, che non rivelano soltanto il dolore che il Partito Comunista Cinese (PCC) ha inflitto agli innocenti praticanti del Falun Gong, ma mostrano anche la compassione dei praticanti. Ha detto: “E’ una sorpresa vedere la compassione in queste opere malgrado tali sofferenze.”

Persone di ogni genere hanno visitato la mostra. La mostra ha attirato molti visitatori durante l’intero weekend. Molti hanno lasciato una dedica; una di queste è: “Grazie per queste opere capaci di purificare il cuore! Io prego che la luce di Verità-Benevolenza-Tolleranza illumini la società!”

Grazie al flusso numeroso di visitatori, la mostra è stata prolungata per 2 giorni. Il sindaco di Busan e i funzionari dei vari distretti hanno visitato la mostra lunedì, 14 settembre. Hanno guadagnato una nuova comprensione del Falun Gong ed hanno visto le atrocità del PCC attraverso la mostra d’arte.

Versione inglese: http://www.clearwisdom.net/html/articles/2009/10/24/111798.html

Versione cinese: http://www.minghui.org/mh/articles/2009/10/22/210924.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.