Jilin: I funzionari del campo di lavoro si rifiutano ancora di liberare il signor Zhang Guangzhao

(Minghui.org) Il signor Zhang Guangzhao, 69 anni, è stato condannato illegalmente (*) ai lavori forzati il 28 settembre 2011 per la sua fede nel Falun Gong. Fu mandato al campo di lavoro forzato di Changchun Fenjin e costretto a scontare una pena di un anno e mezzo. La sua data di rilascio era stata programmata per il 14 marzo, ma mostrando un palese disprezzo per la legge, i funzionari del campo di lavoro si sono rifiutati di liberarlo.

La famiglia del signor Zhang è andata al campo di lavoro il 14 marzo per portarlo a casa. Con loro grande sorpresa, i funzionari del campo di lavoro li hanno informati che il signor Zhang non sarebbe stato rilasciato perché il tempo che aveva speso per lo sciopero della fame o in isolamento non era stato contato come parte del tempo della sua sentenza. Il signor Zhang è ancora detenuto nel campo di lavoro.

Sommario dei fatti principali
Nome: Zhang Guangzhao (张广兆)
Sesso: Maschio
Età: 69
Indirizzo: Città di Jiaohe, provincia di Jilin
Lavoro: Sconosciuto
Data d'arresto più recente: 13 Settembre 2011
Luogo di detenzione più recente: Campo di Lavoro Forzato Changchun Fenjin (长春奋进劳教所)
Città: Changchun
Provincia: Jilin
Persecuzione subita: Detenzione, sentenza illegale, imprigionamento, negazione nell'uso del bagno, elettro shock, lavaggio del cervello, pestaggi, confinato in isolamento, alimentazione forzata, contenzione fisica, confinato in un ospedale psichiatrico come forma di tortura.
Persecutori Chiave: He Jianxin (何建新), Ma Yuntao (马云涛), and Liu Shurong (刘淑荣)

Abuso prolungato nel campo di lavoro

Il signor Zhang si è rifiutato di abbandonare la sua fede mentre era nel campo di lavoro. Il 25 febbraio 2012, si è ostinato a fare gli esercizi del Falun Gong, dimostrando la sua incrollabile fede nella pratica spirituale, nonostante la persecuzione. Per ritorsione, He Jianxin, capo della divisione n ° 2, lo ha confinato in una piccola gabbia di ferro.

Il signor Zhang è stato detenuto nella gabbia per sette giorni. È stato costretto a sedersi su un piccolo sgabello (*), posizionato all'interno di una piccola gabbia. Ciascuna delle sue mani sono state ammanettate ad un lato, rendendolo incapace di stare in piedi o muoversi. Rimanendo in questa posizione per lungo tempo senza che la circolazione del sangue fluisse, le sue natiche sono diventate insensibili e ha sofferto un dolore terribile.

Il signor Zhang non ha avuto altra scelta che chiedere il permesso di usare il bagno. La guardia Ma Yuntao si è rifiutata di concedergli questo diritto fondamentale e lo ha percosso con un bastone elettrico.

Il signor Zhang ha iniziato uno sciopero della fame per protestare contro la persecuzione, il 20 luglio 2012, ed è stato alimentato forzatamente con una soluzione di sale. Successivamente è stato messo in una piccola cella.

Quando il signor Zhang è stato rilasciato dalla piccola cella sei giorni più tardi, era smagrito. Le sue mani e piedi erano diventati insensibili a causa della cattiva circolazione del sangue. Il medico del campo di lavoro ha sostenuto che era a causa di una mancanza di alimentazione. I funzionari del campo di lavoro si sono rifiutati di rilasciarlo per motivi medici.

L'Ufficio 610 (*) della provincia di Jilin ha inviato quattro agenti al campo di lavoro per "trasformare" (*) i praticanti del Falun Gong tra metà ottobre e fine dicembre 2012. Uno di questi agenti, Liu Shurong, è stato assegnato a parlare con il signor Zhang; lo ha schiaffeggiato e preso a calci quando non era d'accordo con i suoi commenti diffamatori nei confronti del Falun Gong.

Quando il signor Zhang ha gridato chiedendo aiuto, è stato picchiato, Liu appositamente è caduta a terra e poi ha sostenuto che il signor Zhang l'aveva picchiato.

Il signor Zhang è un residente della città di Jiaohe, provincia di Jilin, continua ad essere trattenuto contro la sua volontà nel campo di lavoro forzato Fenjin Changchun. La sua famiglia è molto preoccupata per la sua sicurezza e il suo benessere.

(*)GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.