Pittsburgh: Proiettare il documentario Free China nel Campus della Carnegie Mellon University

(Minghui.org) Il film Free Cina: Il Coraggio di Credere è stato proiettato nel campus della Carnegie Mellon University il 29 marzo. Il documentario esamina le violazioni dei diritti umani in Cina attraverso le storie di due praticanti del Falun Gong che sono stati imprigionati, torturati e costretti ai lavori forzati per il loro credo spirituale. Nel film, la verità riguardo alla notizia di espianto d’organi, ha scioccato il pubblico, tra cui alcuni cinesi in visita. Al termine della proiezione, il pubblico ha discusso sulla restrizione delle informazioni in Cina, in particolare sull'espianto di organi.

Jessi Cisewski, una professoressa ospite presso il Dipartimento di Statistica

Jessi Cisewski, una professoressa ospite del Dipartimento di Statistica, ha chiesto se esiste un sito internet che elenca le aziende che importano prodotti cinesi dai campi di lavoro forzato. Ha detto di aver visto le attività di praticanti del Falun Gong a Londra; l atmosfera tranquilla l’aveva attratta e l'aveva spinta ad informarsi sul Falun Gong. Ha detto: "Il film Free China offre al pubblico un ampio quadro della persecuzione in Cina. È molto importante. Non ne avevo mai sentito parlare prima. Sono veramente inorridita".

Lisa Krieg, direttrice del Servizio di Iscrizione alla Carnegie Mellon, parla con una praticante del Falun Gong

Lisa Krieg, direttrice del Servizio di Iscrizione presso la Carnegie Mellon, ha detto che il film è stato molto commovente ed ha offerto una prospettiva inquietante sulla Cina moderna.

La signora Krieg è stata in Cina nel 1980. In seguito ha vissuto a Taiwan per tre anni, dove è venuta a conoscenza del massacro di Piazza Tiananmen e di altre storie vere della Cina. Ritiene che la cultura tradizionale cinese è ben protetta a Taiwan.

Aveva già sentito parlare del Falun Gong. Ha detto che la persecuzione del Falun Gong è una tragedia e una vergogna. "È difficile immaginare che la gente in Cina non possa esprimersi in modo pacifico. Il film ricorda che siamo fortunati ad avere tutti i tipi di libertà".

La signora Krieg ha detto: "Non è facile per i praticanti del Falun Gong difendere la loro fede e dire alla gente i fatti. Ci vuole coraggio ed una fede solida. È difficile". Ha detto che ognuno ha una scelta, e le persone coraggiose difendono le loro scelte. "Sono profondamente preoccupata per i praticanti del Falun Gong e le loro famiglie. Ammiro il loro coraggio".

Anche diversi studiosi cinesi ospiti e studenti hanno visto il film. Il Dott. Jiang, studioso in visita, ha detto che aveva già sentito parlare della persecuzione del Falun Gong in Cina. Ha aggiunto che molti cinesi soffrono. "È sbagliato interferire con la libertà di credo delle persone. È un diritto umano". In tema di espianti di organi, il dottor Jiang ha detto che molti dei suoi amici erano già a conoscenza di questo crimine. "Anche se i mezzi di informazione in Cina sono bloccati, le persone hanno altri modi per apprendere la verità. In Cina, molti dei miei studenti sanno come superare il blocco di Internet. Sono curiosi di sapere la verità. Quando scaricano le notizie, le diffondono".

Il signor B, ricercatore medico in Cina, si è commosso dal film e dal forum. "Vogliamo che la gente sappia la verità sul Falun Gong e riconosca la natura malvagia del Partito Comunista. Quando sempre più persone apprenderanno la verità, la persecuzione finirà".

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.