Australia: La gente affronta la pioggia per firmare una petizione che chiede una legge per fermare la raccolta forzata d’organi

(Minghui.org) Nonostante il tempo piovoso, un flusso costante di persone locali si è riunito attorno al porta cartelloni che i praticanti del Falun Gong avevano allestito di fronte al Municipio di Sydney, il 1° marzo 2013. Molti hanno mostrato sostegno firmando la petizione che chiede una legge del governo per aiutare a fermare la raccolta forzata d’organi che continua ancora oggi ad uccidere numerosi praticanti del Falun Gong in Cina.

Il tema della raccolta illecita d’organi, che sembra essere autorizzato dal Partito Comunista Cinese (PCC), è arrivato al Parlamento del Nuovo Galles del Sud nel pomeriggio del 28 febbraio. Sono stati discussi diversi problemi e soluzioni, tra cui il rifiuto di formazione per il trapianto d’organi ai medici cinesi, e il vietare agli australiani di andare in Cina per trapianti d’organi.

Jamie Parker, un membro del Parlamento del Nuovo Galles del Sud, ha chiesto una legge che affronti questi problemi.

Prima della seduta, sono state consegnate al Parlamento più di diecimila firme che chiedono di fermare l’espianto d'organi su praticanti del Falun Gong, da parte del PCC, e il sostegno della legislatori nel Nuovo Galles del Sud.

I praticanti raccolgono firme, sotto la pioggia,
di fronte al Municipio di Sydney

La gente firma la petizione che chiede la fine della persecuzione del Falun Gong

La gente legge i cartelloni sul Falun Gong e la persecuzione

La praticante signora Ou ha detto: "Anche se piove, partecipo alla manifestazione perché la vita di ognuno è importante. Se tu non prendi posizione per fermare questo crimine, non si sa mai, un giorno potrebbe accadere anche a te. Tutti dovrebbero partecipare. Anche se piove, molte persone sono venute a firmare la petizione".

La praticante signora Han raccoglie le firme su un treno ogni giorno. Ha detto, "prendo il treno da sud a nord, e poi di nuovo indietro, per distribuire materiale informativo che espone l’espianto forzato d’organi su praticanti del Falun Gong ad opera del PCC. Molte persone, dopo aver letto le informazioni, hanno firmato la petizione per sostenere la legge del Nuovo Galles del Sud, contro l'espianto d’organi.

Un passante, dopo aver visto il manifesto che espone le torture del PCC, ha detto, "Questo è un crimine disumano che dovrebbe essere conosciuto dal mondo intero".

Un uomo del Nepal è venuto con la sua famiglia e voleva donare soldi ai praticanti del Falun Gong. Un praticante ha spiegato: "Non accettiamo donazioni. Non è per questo che siamo qui. Siamo qui per chiedere la fine della persecuzione e per fermare le atrocità dell’espianto d’organi su praticanti vivi del Falun Gong, da parte del PCC”. L'intera famiglia ha firmato la petizione.

Una ragazza cinese di vent'anni si è dimessa dal PCC e dalle sue organizzazioni affiliate, con l'aiuto di un praticante. Prima di allontanarsi, ha abbracciato il praticante in segno di apprezzamento per il suo aiuto.

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.