Fujian: uomo trasferito verso destinazione ignota prima della sua scarcerazione

(Minghui.org)Il signor Zuo Fusheng, praticante del Falun Gong, invece di venire scarcerato dalla prigione maschile di Fuqing il 18 gennaio 2017 come previsto, è stato portato in una destinazione tuttora ignota.

Quando gli amici del signor Zuo sono andati a prenderlo fuori dalla prigione, un’ora prima del suo rilascio, sono stati informati da un gruppo di agenti di polizia che il praticante era stato portato via dagli agenti della sua comunità quel mattino alle sette, sostenendo che avessero affittato un alloggio per lui.

Quando i suoi amici hanno cercato di incontrare il direttore della comunità della città di Fuzhou, è stato detto loro che il direttore era fuori ufficio. Rispondendo ai messaggi di testo, il direttore ha fornito loro un indirizzo falso e poi ha smesso di rispondere alle domande su dove si trovava il loro amico.

Il sessantenne signor Zuo è stato arrestato il 19 gennaio 2011 e condannato a sei anni di prigione per aver aiutato parecchi suoi amici praticanti assumendo un avvocato.

Le guardie carcerarie della prigione di Fuqing hanno ordinato ai detenuti di abusare fisicamente di lui. A seguito delle percosse, ha perso la vista dall’occhio sinistro, inoltre tra le torture subite è stato ammanettato ed appeso per sei ore di seguito.



Illustrazione della tortura: appeso per le manette

Zuo è stato detenuto due volte in un campo di lavoro forzato per aver sostenuto il suo diritto alla pratica del Falun Gong.

L'uomo è un ex dipendente delle ferrovie della città di Fuzhou. Sotto la pressione incessante della persecuzione, sua moglie lo ha lasciato portandosi via la loro figlia.

Sorella incarcerata

Nel dicembre del 2015 la sorella di Zuo, la signora Zuo Xiuyun, è stata arrestata ed è tuttora detenuta.

Nel 2011 è stata condannata a tre anni e mezzo di prigione per aver depositato alcune denunce penali al capo della polizia e al direttore dell’Ufficio 610 (*) della città di Fuzhou riguardo all’arresto di suo fratello.

La signora Zuo è stata condannata a tre anni di prigione nel 2001 e a sei nel 2004.

La madre ottantenne traumatizzata e sopraffatta dal dolore è morta nel 2015.

(*)GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.