L'Orchestra Sinfonica Shen Yun al Carnegie Hall

NEW YORK—Gli amanti della musica classica possono pensare di aver sentito tutto, ma il mondo della musica classica ha appena aperto nuovi confini con il debutto internazionale il 28 Ottobre dell'Orchestra Sinfonica al Carnegie Hall.

Le composizioni di Shen Yun integrano i punti di forza degli strumenti orientali e occidentali, creando un suono senza precedenti. In un pezzo, le due corde erhu, insieme alle trombe, evocano l'eleganza delle dame della corte Manchu. In un altro, le trombe prendono il centro della scena in una ispirazione del Concerto di Vivaldi per due trombe in do maggiore, RV 537.

Shen Yun Performing Arts è una compagnia di danza classica cinese con sede a New York. Con la missione di far rivivere 5000 anni di cultura cinese, ha tre compagnie itineranti che si esibiscono in giro per il mondo sui più celebri palcoscenici. Ogni compagnia è affiancata da un’orchestra di Shen Yun che comprende strumenti orientali e occidentali.

Lo spettacolo di Carnegie presenta più di 90 musicisti selezionati da quelle orchestre e tre conduttori di Shen Yun, Keng-Wei Kuo, Antonia Joy Wilson, e Milen Nachev- si sono passati il testimone. Nel programma vi erano anche assoli magistrali di cantanti di Shen Yun, che si sono esibiti con la tecnica del bel canto su testi cinesi. I testi e gli spartiti sono tutti pezzi originali Shen Yun.

Il concerto

Kaspar Martig (Destra, tromba), Alexander Wilson (Sinistra, tromba) e l’Orchestra sinfonica Shen Yun suona il concerto di Antonio Vivaldi per due trombe in do maggiore alla Carnegie Hall il 28 Ottobre 2012, come parte del debutto internazionale dell'orchestra. (Dai Bing / NTD Television)

Il soprano Pi-Ju Huang canta “What Is The Meaning Of Life?” (Qual’è il senso della vita)— una composizone originale Shen Yun. Il nativo di Taiwan ha il ruolo di protagonista in opere tra cui "La Traviata", "Madame Butterfly" e "Don Giovanni". (Dai Bing / NTD Television)

Hong Ming canta "The Song In My Heart (La canzone nel mio cuore)", accompagnato dal conduttore bulgaro conduttore Milen Nachev e la Shen Yun Symphony Orchestra. Il premiato tenore lavora per dignitari stranieri ed è ai primi posti delle classifiche nella sua terra natale, la Cina. (Dai Bing / NTD Television)

L'Orchestra Sinfonica Shen Yun ha concesso tre bis ad un pubblico che ha mostrato di apprezzare il loro debutto a New York alla Carnegie Hall il 28 Ottobre. (Dai Bing / NTD Television)

Il concerto ha aperto con The Star Spangled Banner, seguito da Creation, uno dei più famosi pezzi d’apertura di Shen Yun.

Con la grandezza di un’orchestra sinfonica occidentale, la maestosa sezione dei fiati ha risuonato in tutta la sala e le percussioni composte da tamburi cinesi hanno portato un alone di mistero. I violini hanno eseguito un decrescendo sino ad ottenere un tremolio, suggerendo che qualcosa di magico stesse per arrivare.

Creation si basa su un’antica leggenda che narra di esseri celesti che portano all’umanità la loro cultura. Le melodie sono modellate liberamente seguendo la musica di corte (yayue) della dinastia Tang (618-907), che è considerata l’apice della storia culturale cinese.

L'Orchestra Sinfonica Shen Yun è passata da uno stile cinese ad un pieno suono sinfonico occidentale con un colpo di bacchetta. Dopo la mistica Creation, l’orchestra ha eseguito il Concerto per Due Trombe in Do Maggiore, RV 537, di Antonio Vivaldi.

Tra i 500 e più concerti di Vivaldi, questo pezzo è l’unico scritto per due trombe, qui interpretato da Kaspar Märtig e Alexander Wilson.

Märtig è l’ex principale suonatore di tromba dell’Orchestra Filarmonica di Dresda e attuale membro della Shen Yun Orchestra.

Wilson è stato il vincitore del primo posto all’International Trumpet Guild’s 2010 Orchestral Excerpts Competition. Ha conseguito un Master presso l’Università dell'Arizona ed è membro dell'Orchestra Shen Yun.

L’intonazione del duo era incredibilmente precisa, considerando la difficoltà dei passaggi veloci e l’alta gamma delle note. Il loro tono è rimasto chiaro e senza peso durante i movimenti.

L’orchestra è poi tornata a suonare diversi pezzi di Shen Yun più datati, come Khata for the Gods. Questa canzone si apre con un duetto per clarinetto e oboe e trasporta gli ascoltatori verso il vasto cielo blu dell’Himalaya. Gli strumenti a fiato hanno emesso nuovi suoni per trasmettere la sensazione unica dei brani tibetani, mentre il trombone a coulisse ha utilizzato un esotico legato per fare una splendida imitazione del lungo corno tibetano.

L’apertura del brano crea le premesse per una cerimonia in cui i tibetani hanno espresso gratitudine verso Buddha per un raccolto abbondante. È stato seguito da una serie di note in sedicesimi dagli archi. Le note pulite e chiare hanno costituito l’apologia dello spettacolo scandendo un picchiettare di piedi del pubblico, come se fossero tutte persone riunite per uno stesso evento.

L’Orchestra Sinfonica di Shen Yun ha anche eseguito un brano elegante per accompagnare il pezzo di danza dal titolo, Ladies of the Manchu Court (Le Dame della Corte Mancu). Le signore reali camminano con grazia sulle scarpe con rialzi al centro, piuttosto che sul tallone- un marchio di moda durante il periodo della dominazione Manciù (1644-1911).

L’eleganza delle nobildonne è stata evocata attraverso una melodia catturata da un duetto di un erhu, uno strumento a due corde, e una tromba con sordina.

L’erhu, noto anche come violino cinese, ha una speciale capacità di esprimere emozioni e idee profonde. Nessuna meraviglia che esso sia stato selezionato per catturare la grazia esclusiva della corte dei Manchu.

Proprio quando il pubblico era affascinato dal suono dell’improbabile duetto, i violini hanno ripreso e imitato le sensazioni dell’erhu. Pur mantenendo tutta la ricchezza dei toni tradizionali del violino, i violinisti dell'Orchestra Sinfonica Shen Yun hanno aggiunto un portamento in stile cinese sulla tastiera, portando il violino a nuovi confini musicali.

È stato veramente uno spettacolo come nessun altro che gli amanti della musica non avrebbero dovuto perdere.

I cantanti

Oltre agli spettacoli orchestrali, il programma comprendeva anche assoli di cantanti di Shen Yun, che si esibiscono con una tecnica di bel canto su testi cinesi.

Tutti i testi e le partiture provengono da pezzi originali di Shen Yun. Una delle cantanti dello spettacolo era Haolan Geng, che ha cantato per la Guangdong Provincial Opera vincendo la medaglia d’oro al primo concorso musicale Guangdong Festival of Arts.

Geng ha avuto una notevole presenza sul palco. Il suo vibrato appassionato ha commosso il pubblico e corrispondeva con il tono del testo filosofico.

La performance alla Carnegie Hall è stato co-diretta da tutti e tre i direttori della Shen Yun Orchestra—Keng-Wei Kuo, Antonia Joy Wilson e Milen Nachev.

Kuo ha esperienza sia nella musica occidentale che in quella cinese. Ha conseguito una laurea in flauto cinese, o dizi, e ha conseguito un master in direzione d’orchestra. È stato il direttore fondatore della Texas’s Taiwan Formosa Chamber Ensemble.

La Wilson ha proseguito gli studi universitari in questa direzione presso la Yale University e ha conseguito un dottorato in Direzione d’Orchestra presso l’University of Colorado a Boulder. La Wilson è stata la donna più giovane a condurre una grande orchestra americana. Ha vinto il primo premio al 1996 International Classical Music Conducting Competition in Messico.

Nachev era stato precedentemente il principale dirigente e direttore artistico di diverse importanti orchestre nell’Europa orientale. Si è laureato al Conservatorio di San Pietroburgo in Russia.

Il primo violinista è stato Yo-yo Fann, che ha ottenuto i suoi master alla Juilliard School. È il vincitore di svariati concorsi di violino, tra cui la Manhattan School of Music Preparatory Division Concerto Competition per violino e la Best Sonata Interpretation at Germany’s Kulturstiftung Hohenlohe International Violin Competition.

La performance si è conclusa con un lungo applauso. Dal momento che la performance è stata co-diretta da tre direttori, il pubblico ha ricevuto una sorpresa speciale di tre bis.

I bis sono stati estratti da precedenti brani di Shen Yun molto apprezzati. Hanno lasciato il pubblico anticipando il tour 2013 di Shen Yun, quando ci sarà il ritorno al Lincoln Center nel mese di Aprile.

Con sede a New York, Shen Yun Performing Arts ha tre compagnie che si esibiscono contemporaneamente in tour in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni, visitare il sito ShenYunPerformingArts.org.


Versione inglese

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.