Cultura

  • La gelosia danneggia gli altri e se stessi

    L'imperatore Kangxi della dinastia Qing, uno dei più rispettati imperatori della storia cinese, una volta disse: “Per chiunque sia parte di una società, è essenziale essere generosi. Questo significa essere felici quando la vita degli altri va bene e sentirsi vicini agli altri quando la loro vita diventa difficile. Comportarsi così sarà buono per se stessi....il Cielo benedirà questa persona”.
  • Citazioni scelte dal Commentario di Zuo: un fondamento storico per comprendere la Falun Dafa (Quarta parte di 4)

    Il Commentario di Zuo, o Zuo Zhuan, è un’antica storia narrativa cinese degli Annali delle primavere e degli autunni. Secondo la leggenda fu compilato da Zuo Qiuming, uno storico ufficiale dello Stato di Lu, l'odierna provincia dello Shandong. Copre il periodo che va dal 722 al 468 a.C. e si concentra principalmente sugli affari politici, economici, culturali, diplomatici e militari di quel periodo.
  • Storia di coltivazione: un principe sceglie l’eternità piuttosto che il trono

    È difficile per chi è ricco coltivare il Tao, semplicemente non può lasciare andare le sue fortune e il suo status. Questo è ancora più vero per un principe. Ma ci sono state delle eccezioni. Buddha Shakyamuni era un principe, e ha avuto successo nella coltivazione del Budda. Circa 2500 anni fa, il primo figlio del Re Ling di Zhou (571-545 a.C.) rinunciò alla corona e alla vita regale per coltivare il Tao. Dopo trent’anni, ebbe successo.
  • Citazioni scelte dal Commentario di Zuo: un fondamento storico per comprendere la Falun Dafa (Terza parte di 4)

    Il Commentario di Zuo, o Zuo Zhuan, è un’antica storia narrativa cinese degli Annali delle primavere e degli autunni. Secondo la leggenda fu compilato da Zuo Qiuming, uno storico ufficiale dello Stato di Lu, l'odierna provincia dello Shandong. Copre il periodo che va dal 722 al 468 a.C. e si concentra principalmente sugli affari politici, economici, culturali, diplomatici e militari di quel periodo.
  • Citazioni scelte dal Commentario di Zuo: un fondamento storico per comprendere la Falun Dafa (Seconda parte di 4)

    Il Commentario di Zuo, o Zuo Zhuan, è un’antica storia narrativa cinese degli Annali delle primavere e degli autunni. Secondo la leggenda fu compilato da Zuo Qiuming, uno storico ufficiale dello Stato di Lu, l'odierna provincia dello Shandong. Copre il periodo che va dal 722 al 468 a.C. e si concentra principalmente sugli affari politici, economici, culturali, diplomatici e militari di quel periodo.
  • Virtù e lusso

    In una lettera a suo figlio, Zhuge Liang scrisse: “Si dovrebbe calmare la propria mente per migliorare se stessi e vivere una vita modesta per stabilire la propria virtù”. Scrisse anche: “Prestando poca attenzione agli interessi materiali, si può essere chiari sulla propria missione; rimanendo calmi e senza perseguimenti, si possono realizzare grandi cose”.
  • Consiglio saggio

    Durante il periodo dei Tre Regni in Cina (220-280), l'imperatore Ming di Wei una volta chiese ai funzionari di alto rango di suggerire qualcuno per una promozione. Fu selezionato Wang Chang, capo di Yanzhou.
  • Citazioni scelte dal Commentario di Zuo: un fondamento storico per comprendere la Falun Dafa (Prima parte di 4)

    Il Commentario di Zuo, o Zuo Zhuan, è un’antica storia narrativa cinese degli Annali delle primavere e degli autunni. Secondo la leggenda fu compilato da Zuo Qiuming, uno storico ufficiale dello Stato di Lu, l'odierna provincia dello Shandong. Copre il periodo che va dal 722 al 468 a.C. e si concentra principalmente sugli affari politici, economici, culturali, diplomatici e militari di quel periodo.
  • Tempi antichi: storie di retribuzione karmica (Terza parte)

    Mentre le buone azioni sono ricompensate, chi fa del male non resterà impunito. Queste storie sono state registrate lungo tutto il corso della storia cinese. Questo dovrebbe essere un avvertimento per coloro che seguono ciecamente le direttive del Partito Comunista Cinese e perseguitano i praticanti innocenti del Falun Gong.
  • Tempi antichi: storie di retribuzione karmica (Seconda parte)

    I quattro contadini fecero visita a Huang in sogno e gli dissero: “Siamo stati trattati ingiustamente e siamo morti. I guardiani celesti hanno decretato che ora è venuto anche il tuo turno. Abbiamo cercato di fermarli, perché tu hai cercato di aiutarci. Inoltre sette persone sono già morte e questo è sufficiente per ripagare i debiti karmici. Ma gli ufficiali celesti dicono che se tu non avessi apposto quella firma, noi non saremmo stati giustiziati. Inoltre sei stato tu a condannarci a morte all'inizio. Abbiamo continuato a supplicarli e alla fine ti hanno concesso altri tre anni di vita”.
  • Tempi antichi: storie di retribuzione karmica (Prima parte)

    Nella cultura tradizionale cinese ci sono molte storie di persone che hanno avuto dei benefici per aver compiuto buone azioni e che hanno subito delle avversità dopo aver fatto del male. Questo è il concetto della retribuzione karmica.
  • Due amati maestri della Cina antica

    Rispettare i maestri e i loro insegnamenti è un concetto radicato nella cultura tradizionale cinese. Secondo il Libro dei Riti "rispettare i propri insegnanti conduce a valorizzare la conoscenza, e quest'ultima aiuta a promuovere l'apprendimento".
  • Governare un Paese con benevolenza

    Gli antichi cinesi credevano che valorizzando i principi morali, una persona potesse influenzare il suo ambiente e fosse in grado di vivere in pace e in armonia con ciò che la circonda. Se tutta la popolazione si comportasse così, il Paese sarebbe sicuramente prospero e la società benestante e pacifica.
  • Conservare l'integrità nella leadership: non una singola persona innocente dovrebbe essere punita ingiustamente

    Quando Zeng assunse il suo incarico, la prima cosa che fece fu affiggere un annuncio pubblico che informava che tutti i ladri e i banditi che si fossero costituiti sarebbero stati perdonati. Incoraggiati dalla sincerità dell'annuncio di Zeng, molti colsero l'occasione e andarono alla sede del governo. Si misero in coda, si inchinarono e si costituirono. Furono tutti perdonati e tornarono tra le fila dei cittadini rispettosi della legge.
  • Fare tesoro della virtù: il comportamento delle persone dovrebbe corrispondere a ciò che è stabilito dal Cielo

    “Chi è capace di correggere i propri errori è degno di essere un modello per gli altri”. Ji Wenzi si dedicò al benessere della società, la lealtà al suo incarico, la sua diligenza negli affari di stato e la parsimonia nella gestione della sua casa contribuirono a formare i costumi e la moralità dello stato di Lu.


  • Pagina | 1 | 2 | 3 | 4 | ... | 6 |