Il praticante del Falun Gong Liu dichiarato mentalmente sano dopo 12 anni di reclusione in un istituto psichiatrico

(Minghui.org) “Liu Yong non ha malattie mentali”, ha dichiarato il personale medico dell'ospedale Baoding No. 6, un istituto psichiatrico nella provincia di Hebei, Cina. Questo è stato il loro parere dopo aver osservato il praticante del Falun Gong Liu Yong per 12 anni, nel tentativo di rettificare l'ingiusta detenzione.

“È stato sempre sano. Pratica la meditazione e gli esercizi ogni giorno, inoltre aiuta gli altri pazienti ed è una persona gentile di natura. La sua gentilezza è riconosciuta da tutto lo staff dell'ospedale”.

Liu è stato finalmente rilasciato il 13 Luglio 2013.

Liu Yong incarcerato per il suo credo

Liu è stato arrestato e detenuto in un istituto psichiatrico per 12 anni a causa del suo credo nella disciplina spirituale della Falun Dafa e nei tre principi della pratica: Verità, Benevolenza, Tolleranza.

Da quando il regime comunista iniziò la persecuzione della Falun Dafa in Cina nel 1999, decine di migliaia di praticanti sono stati dichiarati “psicotici” o “malati mentali” e trascinati negli ospedali psichiatrici dove sono stati curati con l'uso di sostanze sconosciute contenenti tossine che danneggiano il sistema nervoso centrale (CNS). Questo è stato fatto appositamente per danneggiare il CNS, e renderli così effettivamenti “psicotici”.

Liu, che ha 42 anni, lavorava per la Handan Iron e Steel Works. Nel Giugno del 2001, sua madre venne ingannata dalla propaganda diffamatoria del partito comunista nei confronti della Falun Dafa. La donna cooperò con i colleghi di lavoro del figlio per farlo incarcerare all'ospedale psichiatrico di Baoding. È rimasto incarcerato in questo inferno in terra per 12 lunghi anni semplicemente per non aver abbandonato il suo credo.

“Sappiamo che non sei malato di mente, ma siamo obbligati a farlo”

Quando Liu arrivò all'ospedale psichiatrico, lo staff medico gli somministrò varie droghe sconosciute nel tentativo di danneggiargli il sistema nervoso.

Gli dissero, “Lo sappiamo che non sei malato, ma siamo costretti a farlo. Dobbiamo farlo”.

L'ospedale iniettò a Liu varie droghe che gli causarono terribili dolori, arrivando quasi a ucciderlo.

Per due volte, Liu tentò di fuggire ma senza successo. La seconda volta, venne riacciuffato su un bus e confinato nella sua stanza senza nemmeno la possibilità di uscire in corridoio.

Riconoscendo che il signor Liu non era affatto malato di mente, l'ospedale gli assegnò delle faccende quotidiane. Gli fu ordinato di pulire l'interno dell'edificio, compresi i servizi igienici. Egli si comportò secondo i principi della Falun Dafa, dicendo: "Farò sapere che la Falun Dafa è buona, non importa dove mi trovo".

Il personale dell'ospedale iniziò a preoccuparsi che il loro trattamento verso Liu potesse essere scoperto, quindi non gli permettevano di scrivere o telefonare a nessuno. Fu privato di tutti i diritti di visita da parte di parenti e amici, e rimase completamente isolato dal mondo esterno. Quando parenti e amici lo chiamavano, l'ospedale non gli permetteva di parlare al telefono.

Non si può immaginare come un giovane sano sia sopravvissuto in questo luogo buio per 12 anni, un tempo così lungo, in stato di detenzione. Eppure, il regime comunista ha fallito nel suo tentativo di renderlo "psicotico". Non ha mai mostrato sintomi di psicosi ed è sopravvissuto mantenendo saldamente la sua fede nella Falun Dafa.

La madre e i colleghi di lavoro di Liu ingannati dalla propaganda comunista

La madre del signor Liu è stata ingannata dalle bugie del regime comunista sulla Falun Dafa. Lei crede che suo figlio sia "psicotico" e che viene trattato "gentilmente" dai funzionari del governo. Liu desiderava uscire dal manicomio da 12 anni, ma la madre non lo ha mai aiutato.

Durante la detenzione, i praticanti della Falun Dafa locali e stranieri hanno compiuto continui sforzi per salvarlo, chiamando o scrivendo ai servizi e al personale in questione, cercando di convincerli a smettere con le loro azioni malvagie aiutando il Partito Comunista a perseguitare persone buone.

Dodici anni più tardi, alcuni membri del personale medico dell'ospedale psichiatrico di Baoding hanno appreso la vera storia sulla Falun Dafa e sono stati testimoni della grazia di questa pratica attraverso il signor Liu. Hanno compreso il loro grave errore, e hanno scelto di liberare Liu: "Liu Yong non ha alcuna malattia mentale!". Essi hanno fatto la scelta giusta ed hanno mandato Liu a casa.

Purtroppo, il personale della Handan Iron e Steel Works dove Liu lavorava ha mantenuto un atteggiamento ostile nei confronti della Falun Dafa e si rifiutano di ascoltare la verità. Il medico capo dell'ospedale psichiatrico di Baoding ha chiesto al datore di lavoro del signor Liu di riassumerlo, ma i dirigenti delle ditta hanno ignorato la richiesta. Il personale ospedaliero ha portato Liu direttamente al suo ex posto di lavoro, ma non lo hanno accettato e sono rimasti effettivamente infastiditi, sostenendo che egli non era più loro dipendente.

Un funzionario dell'ospedale ha chiesto, "Se non è vostro dipendente, perché avete pagato i suoi conti all'ospedale? Dovreste compensare le sue perdite finanziarie. Anche un milione di yuan (oltre 161 mila dollari) non sono sufficienti". Il personale della Handan Iron e Steel Works era senza parole.

La giustizia è inevitabile

Ancora oggi il Partito Comunista usa menzogne e inganni per negare i suoi misfatti e i suoi crimini. Tuttavia, ognuno deve assumersi la responsabilità dei propri atti.

Coloro che hanno commesso crimini in nome del partito comunista saranno inevitabilmente esposti e portati davanti alla giustizia. Che si tratti di politici o partecipanti alla persecuzione di innocenti, essi verranno alla fine assicurati alla giustizia dal principio celeste, "il bene genera bene e il male genera male".

Negli ultimi 14 anni, il partito comunista ha accusato la pratica del Falun Gong di rendere le persone "psicotiche", ma l'evidenza dimostra il contrario.

Il praticanteYang Baochun di Handan era in perfetta salute, ma è stato reso "psicotico" con le torture e gli abusi. L'ospedale psichiatrico Ankang ad Handan è stato trasformato in una struttura dove molti praticanti sono stati perseguitati sotto la copertura del "trattamento psichiatrico". Il praticante Zhang Minxiao di Shijiazhuang è stato detenuto per diversi anni, e le autorità si rifiutano ancora di liberarlo.

Il regime comunista è senza scrupoli e impiega tattiche malvagie. La sua forza di polizia, l'Ufficio 610, e i professionisti medici immorali si collocano al di sopra della legge. Prendono i praticanti del Falun Gong in salute e li trasciano negli ospedali psichiatrici, dove vengono perseguitati fino al punto da causargli danni cerebrali.

Quattordici anni sono passati, ma non possiamo immaginare quanti praticanti innocenti sono stati resi mentalmente instabili dal regime. Il caso del signor Liu fornisce prove sufficienti del fatto che il partito comunista è pienamente responsabile delle loro condizioni. I cittadini del mondo saranno profondamente turbati quando tutta la verità e le bugie del regime verranno completamente esposti.

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.