Coppia cita in giudizio l'ex presidente Jiang Zemin per l'ingiusta detenzione e le torture subite

(Minghui.org) Li Shuping, praticante della Falun Dafa e sua moglie hanno inoltrato una denuncia penale contro Jiang Zemin, ex capo del Partito Comunista Cinese (CCP). In questa denuncia Jiang è indicato come responsabile per l'illegale detenzione e per le torture da loro subite. Il 25 maggio 2015 la denuncia è stata inviata alla Procura Suprema del Popolo della provincia di Hunan in Cina.

La denuncia del sig. Li inviata alla Procura Suprema del Popolo

Li Shuping, di 50 anni, era docente presso la 'School for Employees Children, Lengshuijiang Iron and Steel Co.', nella provincia di Hunan, insegnante di matematica rispettato da tutti. Anche sua moglie, Liu Xiaoling, ha lavorato nella stessa struttura prima di andare in pensione.

Entrambi hanno subito la detenzione illegale e le torture semplicemente perché praticanti della Falun Dafa dopo che Jiang Zemin, il 20 Luglio 1999, ha dato inizio alla grave repressione della pratica.

Il sig.r Li è stato incarcerato per cinque volte: tre erano detenzioni amministrative, una penale e una scontata in un centro per il lavaggio del cervello. Il suo datore di lavoro è stato costretto a licenziarlo perché perseverava nel credo della Falun Dafa. Il sig.r Li per sbarcare il lunario ha quindi iniziato a lavorare in una fabbrica, ma alla fine del 2008, a causa di un riordinamento, gli operai sono stati licenziati e lui si è dimesso dopo aver subito diverse pressioni. Ha continuato a lavorare impartendo lezioni private agli studenti, ma spesso veniva molestato dalle autorità locali del partito che lo monitoravano continuamente.

Sua moglie, Xiaoling Liu, è stata imprigionata otto volte, di cui quattro in un campo di lavoro forzato, per un totale di cinque anni. In carcere, nel campo di lavoro di Baimalong, è stata torturata fino al punto di rischiare di morire a seguito di un brutale pestaggio. Anche lei è costantemente monitorata dalle autorità locali.

La polizia ha saccheggiato più volte la loro casa, portando via molti oggetti personali e anche i computers.

La coppia chiede alla Corte Suprema di accusare Jiang e di giustiziarlo per i crimini commessi durante la persecuzione del Falun Gong. Chiedono inoltre un risarcimento per le perdite economiche e per le sofferenze mentali subite durante gli anni di detenzione.

Premessa

Nel 1999 Jiang Zemin, come capo del partito Comunsta Cinese, ignorando la volontà dei membri Politburo, ha iniziato una violenta persecuzione della Falun Dafa. Sotto la sua personale direzione il 10 giugno del 1999 ha istituito un' organizzazione illegale per la sicurezza, chiamato "Ufficio 610". Questa organizzazione manipola a tutti i livelli le forze di polizia, i tribunali e le autorità locali del PCC, con l'intento di rovinare il Falun Gong, tagliare le loro risorse finanziarie e distruggerli fisicamente.

La persecuzione ha causato la morte di più di 3.800 praticanti del Falun Gong nel corso degli ultimi 16 anni, ma il numero potrebbe essere molto più alto, considerando che in Cina la censura limita fortemente le informazioni. I praticanti sono torturati per la loro fede e si ritiene che molte migliaia di loro siano morti per la vendita illegale dei loro organi. Jiang è il diretto responsabile dell'inizio e della continuazione della disumana persecuzione.

La legge cinese prevede che i cittadini siano querelanti nei processi penali e molti praticanti che hanno subito la dentenzione e la tortura stanno esercitando tale diritto presentando denunce penali contro l'ex dittatore.

Articolo correlato:
10.000 dipendenti imparano che "La Falun Dafa è bene" (in inglese)

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.