Praticante del Falun Gong muore in attesa di assistenza medica durante la detenzione

(Minghui.org) Il signor Feng Xue si è gravemente malato nel primo pomeriggio del 10 agosto 2015, ed è morto poche ore dopo. Durante il suo lottare per la vita, le guardie della prigione di Hulan hanno trascorso ore in attesa che il loro supervisore tornasse da fuori città, per prendere delle decisioni sulle cure mediche da adottare.

Quando il supervisore è finalmente arrivato a controllare il signor Feng, non c'erano più segni vitali. Il quarantasettenne della provincia di Heilongjiang è morto alle 17:30 dello stesso giorno; per nove anni aveva praticato il Falun Gong. La sua famiglia sta intentando una causa per omissione di soccorso contro la prigione perchè hanno ritardato con le cure mediche .

Prima di questo episodio fatale, il signor Feng si era ammalato molte volte in precedenza, sviluppando una malattia cardiaca grave e sintomi di ictus dovuti ad abusi subiti in carcere. Era stato portato in ospedale solo quattro volte e solo in condizioni critiche. Tutte le altre volte, il carcere lo aveva tenuto rinchiuso senza assistenza medica.

Lo scorso febbraio la sua famiglia ha chiesto il suo rilascio per motivi di salute, ma la prigione non l'ha concesso, sostenendo come non fossero gravi le condizioni del signor Feng. Tali condizioni, secondo la prigione, non soddisfacevano i requisiti di libertà condizionata.

Il signor Feng ha lasciato la moglie, la signora Guan Shuli, che è stata arrestata con lui il 6 dicembre 2013 e sta scontando 11 anni nel carcere femminile della provincia di Heilongjiang, un figlio, una figlia, suo padre paralizzato e la madre diabetica.

(*)GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.