Liaoning: Praticante del Falun Gong condannato al carcere per aver pubblicato degli articoli sull'inquinamento atmosferico della Cina

(Minghui.org) Il praticante del Falun Gong Liu Changhai è stato arrestato e condannato per aver scritto alcuni articoli sulla cattiva qualità dell'aria in Cina.

Il 21 aprile 2016 dopo che è stato processato dal tribunale del distretto di Ganjingzi e condannato a quattro anni di carcere, ha presentato appello contro la sentenza.

Lu Mingli, giudice e presidente del tribunale, ha partecipato a numerosi processi contro i praticanti del Falun Gong.

Durante l'udienza i familiari dell'imputato hanno appreso che la causa dell'incriminazione erano stati gli articoli sull'inquinamento dell'aria in Cina, che erano stati pubblicati dai media esteri. Negli articoli l'uomo suggeriva un miglior governo per quanto riguarda la tutela dell'ambiente.

Il signor Liu di cinquantasei anni, si è laureato all'Università di Zhejiang, uno degli istituti d’istruzione superiore più antichi e prestigiosi della Cina.

Anni fa è stato licenziato dal suo lavoro perché praticante del Falun Gong e ha trascorso gli ultimi anni facendo ricerche per un libro.

Arrestato e detenuto

Il 20 luglio 2015 il signor Liu è stato arrestato nella sua abitazione dagli agenti del dipartimento di polizia di Xigang. Sono state arrestate anche sua moglie e sua figlia, non praticanti del Falun Gong, ma poco dopo sono state rilasciate.

La polizia ha saccheggiato la loro casa e confiscato il libro Zhuan Falun (*), un computer e una stampante. Nello specifico il computer conteneva anni di ricerche per il suo libro personale.

Il praticante è stato portato in un centro di lavaggio del cervello, dove il personale ha cercato di costringerlo a rinunciare alla sua fede nel Falun Gong. L'ufficiale di polizia che ha gestito il caso ha più volte contattato i suoi familiari dicendo loro di convincere il loro caro a rinunciare al suo credo, nel caso non avesse “collaborato”, sarebbe stato trattenuto per sei mesi.
Dopo essere stato trattenuto per due settimane è stato trasferito in un centro di detenzione.

Poiché sembrava che le prove per perseguirlo fossero insufficienti, il caso è rimbalzato avanti e indietro tra il dipartimento di polizia di Xigang, la Procura (*) e il tribunale del distretto di Ganjingzi.

Nel corso dell'udienza tenutasi il 21 aprile 2016 l'unica prova che il pubblico ministero ha potuto esibire, era che il signor Liu aveva esercitato il suo diritto costituzionale di esprimere le sue preoccupazioni per l'inquinamento atmosferico e per la salute pubblica della Cina.

A fronte delle accuse mosse nei confronti dell'imputato, l'avvocato ha dichiarato la sua non colpevolezza.

Persone coinvolte nella persecuzione:

Lu Mingli (卢明利), presidente del tribunale: +86-82793730

Dipartimento di polizia di Xigang: +86-0411-82474720


(*) GLOSSARIO

Versione inglese

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.