Parigi: Manifestazione sotto la Torre Eiffel per chiedere la fine della persecuzione del Falun Gong

(Minghui.org) Il 28 maggio i praticanti del Falun Gong di Parigi si sono riuniti per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla persecuzione in Cina.

I turisti e i residenti che passeggiavano per Parvis des Droits de l'Homme (Piazza dei diritti umani), nei pressi della Torre Eiffel, attratti dalla dimostrazione degli esercizi, hanno avuto modo di apprendere le informazioni sui benefici della pratica e le reali motivazione che stavano dietro l’inizio della persecuzione in Cina, nel 1999. Molti di loro hanno firmato la petizione per chiedere al regime cinese di cessare immediatamente le violazioni dei diritti umani in Cina.

I praticanti del Falun Gong di Parigi mostrano gli esercizi, il pomeriggio del 28 maggio 2017

Alcuni passanti leggono i manifesti esposti sulla pratica e sulla persecuzione


Alcuni passanti firmano una petizione che richiede la cessazione immediata della persecuzione

Lucie, un insegnante di lingue della Colombia, ha firmato la petizione per protestare contro la persecuzione del Falun Gong; era la prima volta che sentiva parlare della persecuzione e della sua crudeltà.

La donna ha detto: “Non riesco a comprendere come la pratica del Falun Gong possa rappresentare un pericolo per il regime comunista cinese. Non capisco perché il regime debba perseguitare e uccidere i praticanti. Questa cosa è incredibile”.

Anche Alejandro, l'amico di Lucie, ha firmato la petizione, dicendo: “Non posso credere che in Cina stia accadendo una cosa del genere. Siamo così lontani dalla Cina e speriamo che le firme possano essere d'aiuto”.

François-Xavier, uno studente di scuola superiore, ha detto a uno dei praticanti: “Quello che state facendo oggi è veramente importante. Attraverso le vostre attività le persone possono conoscere delle informazioni che altrimenti non avrebbero dai media. È importante far conoscere al mondo l'esistenza della persecuzione”.

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.