GLOSSARIO

GLOSSARIO METODI DI TORTURA

Camicia di forza: le camice di forza, fatte di tela di canapa, vengono messe alla vittima dalla schiena e vengono strette dietro la schiena. Le maniche sono più lunghe di 25 cm rispetto alle braccia della vittima, con delle cinghie sopra. I perpetratori forzano i praticanti della Dafa a stare immobili con indossata la camicia di forza, con le braccia incrociate e tese dietro la schiena. Poi tirano le loro braccia sopra le spalle davanti al torace, legano le gambe del praticante e lo appendono all’ in su in aria alla finestra. Allo stesso tempo, imbavagliano la bocca del praticante con un panno, mettono gli auricolari nelle sue orecchie e continuamente a fargli ascoltare messaggi di calunnia contro la Dafa. Secondo un testimone oculare, le persone che hanno subito questa tortura subiscono fratture a braccia, tendini, spalle, polsi e gomiti. Coloro che resistono a lungo a questa tortura hanno le vertebre completamente rotte e muoiono agonizzanti di dolore. Vedi una ricostruzione su: http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2003/11/1/41857.html.

Infilare gli aghi: La polizia ordina ai detenuti criminali di inserire gli aghi d'acciaio di grandi dimensioni (10 cm) che vengono utilizzati per la tessitura, in testa ai praticanti, collo, schiena, petto e altre parti sensibili del corpo. Alcuni aghi sono spinti così in profondità che i detenuti hanno difficoltà a tirarli fuori. Il dolore che provoca è indescrivibile. Tra i praticanti che sono stati torturati in questo modo, includono Sun Kaiqing, Yun Fuqi, Zhang Xiangfu, Yu Guanghe, Zhang Tichao ed altri.

Il dado di metallo che colpisce la testa: La polizia istiga i criminali a legare un dado di metallo ad una stringa e poi lo ruotano per colpire la testa dei praticanti. Il dolore è intenso e la testa della vittima si sente gonfia e gira. I praticanti Sun Kaiqing e Yun Fuqi sono stati torturati in questo modo. Sono stati colpiti decine di volte ogni giorno e il loro cranio era fratturato. Erano circa 20 le fratture nei loro crani, causando grave commozione cerebrale. Oggi, anche se sono passati due anni, la testa di queste vittime ancora duole, hanno vertigini e mancanza di lucidità mentale. Zhang Xiangfu, Yu Guanghe e Zhang Tichao sono vittime di questo metodo di tortura.

Panca della tigre: Le vittime sono costrette a sedersi su una piccola panca di ferro approssimativamente di 20 cm di altezza con le ginocchia legate saldamente alla panca. Le mani sono legate dietro la schiena o a volte appoggiate alle ginocchia, sono obbligati a stare seduti diritti e ad osservare davanti a loro senza poter fare un movimento per lungo tempo. Molti detenuti sono incaricati di controllare i praticanti e di obbligarli a rimanere immobili. Normalmente alcuni oggetti duri sono inseriti sotto la parte inferiore delle gambe o sotto le caviglie per rendere il dolore più intenso. Per una illustrazione vedere: http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2001/11/24/16156.html

Sedia di ferro: Trattasi di una sedia fatta col ferro. Le vittime sono costrette a rimanervi sedute per lunghi periodi con le braccia e le gambe legate. Vedi illustrazione su: http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2002/1/9/17577.html

Stare stesi contro un grande pannello: I praticanti sono legati su un letto, supini o in altre posizioni, e devono rimanere in quella posizione per lunghi periodi di tempo. La mancanza di circolazione rende a volte i praticante disabile.

Appeso all’ in sù: ci sono due tipi di questa tortura: 1) entrambe i polsi sono ammanettati dietro la schiena, anche le caviglie sono ammanettate assieme, soltanto le punte dei piedi toccano per terra, la persona è appesa con una corda legata ad una struttura di metallo. 2) una mano è ammanettata ad un letto di chiodi e l'altra mano ad un altro letto, i due letti vengono tirati nel senso opposto. Il torturato sente un dolore atroce mentre il corpo viene tirato. Vedi l'illustrazione su http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2004/11/17/54624.html

Arrostire un agnello intero: In questa tortura, la vittima è sospesa per i quattro arti ad un palo orizzontale, quindi gli esecutori pestano la vittima con i bastoni, i pugni e scosse. Vedi l'illustrazione su http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2004/10/5/53164.html

Letto della morte – 1: I quattro arti del praticante sono tesi e vengono legati strettamente ai quattro angoli di un freddo letto metallico. La vittima non può assolutamente muoversi. Non gli viene permesso di alzarsi per mangiare, bere o andare in bagno. Questo trattamento dura da un minimo di alcune ore fino a oltre 12 giorni. Come si può immaginare questa crudele tortura causa gravi danni sia alla mente che al corpo. Vedere l’illustazione su: http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2004/12/15/55600.html

Letto della morte – 2: Il praticante è legato ad un letto con le mani sopra la testa alle barre del letto, e le gambe sono bloccate con delle corde di nylon. Le corde sono strettamente legate attorno al corpo del praticante ed al letto, dalle gambe al petto. La corda è così stretta che il praticante ha della difficoltà a respirare e finisce per perdere coscienza.
È possibile vedere alcune illustrazione di questo tipo di tortura su: http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2004/12/15/55600.html

Letto di Stiramento: Le guardie fissano gli arti dei praticanti (i più risoluti nel non voler abbandonare il credo nella Falun Dafa) su di un letto costruito appositamente, sul quale ci sono 4 anelli. Le mani e i piedi dei praticanti sono bloccati negli anelli. Poi i poliziotti tirano con forza gli anelli, in questo modo il corpo del praticante viene sollevato dal letto ed i suoi arti si stirano. Se viene applicata troppa forza una persona muore in pochi secondi. Se una persona viene lasciata in questa posizione per dieci minuti tutti i muscoli e le ossa degli arti vengono slogate ed il torturato rimarrà disabile in modo permanente. Inoltre le guardie proibiscono agli altri di prendersi cura dei praticanti disabili. Quando i praticanti vengono tirati giù dal “letto di stiramento” e tutti gli arti sono lussati, la polizia colpisce le giunture degli arti con piccoli martelli di gomma, fino a riempirle di lividi e renderle estremamente infiammate e doloranti.

Seduto su un’asse: Ogni giorno, i praticanti mettono le loro mani in cima alle loro ginocchia, con la schiena diritta e stanno seduti sulle assi per 18 ore al giorno. Questo continua per oltre cinquanta giorni. Le autorità limitano persino (ai praticanti) il tempo di utilizzo del bagno. A causa dello stare seduto per lungo tempo sulle panche dure, sulle natiche dei praticanti si sviluppano grandi ferite che li danneggiano gravemente. I praticanti non riescono nemmeno a urinare normalmente a causa del dolore. Poiché il campo di lavoro è molto umido e poiché la polizia non permette che abbia una adeguata ventilazione o la possibilità che entri luce solare ed i praticanti vengono bloccati sulle panche all’ in su per lungo tempo, si sviluppano su tutto il corpo dei praticanti innumerevoli croste rosse; che danno estremo prurito e dolore. Vedere il caso sopra: http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2002/7/29/24631.html.

Piccola cella: Il detenuto è chiuso a chiave nella cella in totale solitudine. Le guardie ammanettano, saldamente, le mani dei praticanti dietro la loro schiena di modo che i praticanti non possono né muoversi né abbassarsi. La cella è veramente umida e non vi penetra neanche la luce del sole. I detenuti devono urinare e defecare all’interno. Solo metà del pasto è servito al detenuto chiuso nella cella durante il giorno. Durante la notte vi accedono i ratti. La puzza è così forte che all’interno della cella è difficile anche respirare.

Essere confinato in una cella di isolamento: si riferisce all’essere rinchiuso da solo in una cella in solitario, che contiene una bacinella gabinetto e un paio di manette. La bacinella è usata sia per lavare il viso che per espletare i bisogni fisiologici. Un estremo delle manette è attaccato al polso e l’altro alla sbarra della porta. Le manette possono essere attaccate alla porta a tre diverse altezze. Nella posizione più alta il detenuto deve tenere il braccio sollevato. La posizione di mezzo è all’altezza del bacino. Nella posizione più bassa il detenuto può sedersi al suolo.

Cangues personali: ("cangues aperti" e "cangues segreti") Cangue, è il nome di uno strumento di tortura, adesso è usato per indicare la persona che è stata incaricata di sorvegliare il comportamento dei praticanti.

Sgabelli stretti: sono lunghi 20 cm, alti 20 cm e larghi 5 cm. Sedersi su uno sgabello stretto non è diverso dal sedersi su una barra. Le guardie della prigione forzano i praticano a sedersi su questi sgabelli stretti delle 5:30 della mattina alle 20:00 della sera, ossia per un totale di 15 ore al giorno. (Tratto da: http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2007/6/23/87012.html )

Trasportare una spada sulla schiena: Le mani del praticante sono legate dietro la schiena con una mano sopra la spalla e l'altra mano contro la parte più bassa della schiena. La polizia allora applica moltissima forza per tirare le mani una verso l’altro e per ammanettare insieme le due mani. Vedi illustrazione su http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2001/11/24/16156.html (figura 8)

Volare come l'aereo: Su istigazione dei poliziotti e delle guardie carcerarie, i capi delle celle dei criminali spesso utilizzano questa persecuzione e metodo di tortura nei confronti dei praticanti. Questa tortura consiste nel far piegare la schiena al praticante mentre le gambe devono rimanere diritte. Mantenendo i piedi uniti, le braccia devono essere portate nella posizione più alta possibile, con le mani che toccano il muro. Se il praticante non mantiene questa posizione, i prigionieri nelle celle ed i torturatori designati fanno gruppo per picchiarlo. È possibile vedere l’illustrazione di questo tipo di tortura su: http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2004/12/15/55600.html

GLOSSARIO ALTRI TERMINI

Chiarire la verità: Nella traduzione dal cinese " jiang qing zhen xiang. Nel contesto che regna in Cina da oltre cinque anni, dove il Falun Gong è perseguitato ed i mass media, controllati dallo Stato, diffondono regolarmente notizie false e diffamatorie per nascondere la brutale persecuzione in corso in Cina contro il Falun Gong. Tutti i praticanti dentro e fuori la Cina hanno attivamente iniziato quello che e’ chiamato il “chiarire la verità” - spiegare alle persone i fatti sul Falun Gong, in occasione di conversazioni, tramite la distribuzione di opuscoli, o esponendo manifesti e striscioni, per denunciare la brutale persecuzione. Fuori dalla Cina, dove il Falun Gong è praticato liberamente, i praticanti espongono la persecuzione attraverso esposizioni anti-tortura, pubblicando informazioni nei siti Internet, tramite mostre di opere d'arte, di film, di libri, di riviste, di giornali e scrivendo lettere. Lo scopo del "chiarire la verità" è di aiutare la gente a comprendere il Falun Gong, per ristabilire la verità in seguito alle menzogne diffuse dal regime cinese. Questo per favorire una presa di coscienza generale affinché si possa porre fine alla persecuzione (variazioni; chiarire i fatti)

Le tre cose: le tre cose che il maestro ha chiesto di fare ai praticanti sono studiare la Fa, inviare pensieri retti e chiarire la verità a proposito della Falun Dafa e della persecuzione alla gente nel mondo.

Fa: Legge e principi; gli insegnamenti della Falun Dafa.

Hong Yin: anche conosciuta come grande poesia, una raccolta di versi del maestro Li Hongzhi.

Ufficio 610: è un’agenzia creata appositamente per perseguitare il Falun Gong, ha un potere assoluto sopra ogni livello amministrativo nel partito e tutti gli altri sistemi politici e giudiziari.

Yuan: è la moneta cinese; 500 è uno stipendio medio mensile di un operaio in Cina. Equivale circa 56 euro.

Lunyu: nella legge di Buddha, conosciuto come "Lunyu," scritto da Li Hongzhi. Nella prefazione dello Zhuan Falun e di altri libri del maestro di Li Hongzhi.

Le Tre Dichiarazioni: I praticanti vengono costretti sotto il lavaggio del cervello e la tortura a scrivere “Una Dichiarazione di Pentimento”, “Una Dichiarazione di Garanzia” “Una Dichiarazione di Dissociazione” come prova di aver rinunciato al loro credo. In queste dichiarazioni il praticante è costretto ad ammettere il suo pentimento per aver praticato il Falun Gong, promette di rinunciarvi, e di non associarsi mai più con altri praticanti o andare a Pechino ad appellarsi per il Falun Gong.

Tre dimissioni: dimissione dal partito comunista cinese (PCC), dalla
lega comunista della gioventù e dai giovani pionieri.

Dichiarazione di Garanzia: dichiarazione nella quale il praticante scrive di essere pentito per aver praticato il Falun Gong e garantisce di non praticare più il Falun Gong, e di non andare mai più a Pechino a fare appello per il Falun Gong e di non riunirsi con nessun altro praticante della Falun Dafa.

Campo di transizione: unità militare speciale del sistema di repressione dei campi di lavori forzati [chiamati "lao jiao" o "lao gai" in cinese: trasformazione (del detenuto) tramite il lavoro forzato o riabilitazione (del detenuto) con il lavoro forzato]. Questa unità speciale è stata creata dopo il 2001 per perseguitare, specificamente, le persone che sono determinate nella loro pratica del Falun Gong. È un'altra strategia di repressione per forzarli a rinunciare al loro credo sottoponendoli alla tortura ed al lavaggio del cervello.

Carta rossa: In alcuni campi di lavori forzati, le guardie costantemente obbligano i praticanti a portare le carte rosse, designandoli a severe persecuzioni e a monitoraggio costante.

Collaboratori: ex praticanti che si sono rivoltati contro il Falun Gong sotto il lavaggio del cervello e le torture. Vengono usati per assistere ed aiutare nelle classi per il lavaggio del cervello e nelle torture dei praticanti

Riformare o Trasformare: fare il lavaggio del cervello e torturare per costringere il praticante a rinunciare pubblicamente al Falun Gong. (Variazioni: "riforma", "trasformazione", "riformato", "riformare", "trasformato", "trasformare", e "trasformazione")

Riformato: si riferisce ad un praticante che ha pubblicamente rinunciato alla Falun Dafa.

Trasformare: il regime di Jiang ricorre a diversi metodi di tortura e di lavaggio di cervello per forzare i praticanti della Falun Gong a rinunciare alle loro convinzioni, questo viene chiamato "trasformare".

Procuratore: L'organo dello stato cinese responsabile del controllo legale. Le sue funzioni includono la decisione degli arresti e la prosecuzione dei casi criminali principali, conduce le indagini, che iniziano e che sostengono le prosecuzioni pubbliche, che interpretano la legge in applicazioni specifiche, che sorveglia le decisioni della corte, che sorveglia le procedure giudiziarie, ed il controllo di altre attività delle prigioni, i centri di detenzione, ed i campi di lavoro.

Condannato / Arrestato illegalmente: arresto o condanna illegale. Il contrario di quello che l’ex capo cinese Jiang Zemin, che iniziò la persecuzione, e il partito comunista cinese vorrebbero far credere al mondo, ossia che la pratica del Falun Gong NON legale in Cina. Nonostante il Dipartimento di Pubblica Sicurezza abbia decretato delle regole restrittive anticostituzionali contro la pratica all’inizio della persecuzione nel 1999, nessuna legge è stata approvata dall'unico ente legislativo in Cina, il congresso del popolo, che proibisca il Falun Gong o che assegni alla polizia l'autorità di arrestare i praticanti del Falun Gong per la pratica degli esercizi o per la distribuzione di volantini. Per una più completa discussione dell’illegalità della persecuzione del Falun Gong, riferitevi all’articolo “La Proibizione del Falun Gong – Un Dittatore capriccioso, Non L’Autorità della Legge” - "The Ban on Falun Gong - A Dictator's Whim, Not the Rule of Law".

Coltivazione - pratica: il termine originale cinese "xiu" significa cultura, evoca con la ricchezza di un'immagine che la pratica di una via e lo sviluppo interno sono comparabili al lavoro di un giardiniere. L'utilizzo della parola cultura che può facilmente causare confusione abbiamo deciso di adottare il termine anglosassone "cultivation". La coltivazione - pratica, in cinese "xiu" "lian" si riferisce a questi vecchi metodi di sviluppo interno dove si raffina allo stesso tempo lo spirito ed il corpo (lian = forgiare)

Date sensibili: Le vacanze nazionali o le riunioni politiche, o le date aventi un significato per la Falun Dafa, le autorità hanno timore che i praticanti facciano pubblicamente appello in queste date.

25 aprile: l'anniversario "sensibile" del 25 aprile 1999, data nella quale una diecina di migliaia di praticanti del Falun Gong si sono radunati in modo pacifico davanti al recinto di Zhongnanhai (sede del governo centrale della Cina) ed hanno fatto appello per la liberazione di quarantacinque praticanti che erano stati illegalmente arrestati a Tianjin.

Auto-Immolazione di Tiananmen: un avvenimento accaduto in piazza Tiananmen nel gennaio 2001 in cui quattro persone si sono date fuoco ed il partito comunista cinese ha rivendicato che queste persone erano praticanti del Falun Gong, tuttavia il video dà la prova confutabile che discolpa con forza questa loro asserzione

Nove commentari sul partito comunista : Una serie di saggi pubblicati a fine 2004 che rivelano la vera natura del partito comunista cinese. I nove commentari hanno portato milioni di persone a dimettersi dal partito comunista cinese (PCC). "Un libro che ha scosso tutti i cinesi del mondo." Un libro che sta disintegrando il partito comunista cinese. http://ninecommentaries.com (cliccare su other languages)

Shan: Compassione, gentilezza, benevolenza.

Zhuan Falun: Questo libro comprende i principali insegnamenti della Falun Dafa.

Xinxing: natura dello spirito, carattere, o pensiero

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.