(ADNKRONOS)FALUN GONG: SOS, AMBASCIATA CINESE RIFIUTA LETTERA APERTA

Roma, 25 set. - (Adnkronos) - Non e' stato possibile consegnare la lettera aperta dei membri del movimento del Falun Gong all'ambasciatore cinese a Roma. Lo ha riferito all'Adnkronos il segretario di Nessuno tocchi Caino, Sergio D'Elia, aggiungendo che alla marcia di oggi da Trinita' dei Monti fino appunto all'ambasciata hanno partecipato dalle 200 alle 250 persone. ''Una volta arrivati davanti all'ambasciata abbiamo citofonato per consegnare la lettera -ha raccontato D'Elia- ma a chi ha risposto era stato ordinato di non prendere alcuna lettera: non abbiamo potuto consegnarla nenache alla portineria''.

Presente alla consegna della lettera Marco Pannella, che ha cercato di consegnarla lui stesso, senza avere successo. ''Pannella ha chiesto di essere ricevuto -ha continuato D'Elia- ma ha ricevuto una risposta negativa e anche quando ha cercato di consegnare la lettera presentandosi come un fattorino di un'agenzia recapiti, e' stato respinto da una donna la quale ha dichairato di aver ricevuto istruzioni di non prendere alcuna lettera da parte del Falun Gong''.

Il segretario di Nessuno tocchi Caino ha riferito ancora che Pannellaha definito ''grottesco'' il fatto che neanche un postino possa consegnare una lettera e ''prigioniera politica all'interno dell'ambasciata'' la donna, italiana, che gli aveva risposto al citofono. Ed in forma di protesta contro il rifiuto da parte dell'ambasciata i praticanti del Falun Gong hanno compiuto una serie di esercizi di respirazione e meditazione.

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.