Liaoning: Due praticanti torturati nella prigione di Dongling

(Minghui.org) Ad aprile 2016 i signori Wang Pengyi dalla città di Fushun e Sun Yi della città di Dandong, sono stati illegalmente condannati e incarcerati (*) nella prigione di Dongling della città di Shenyang (provincia del Liaoning). Durante la loro permanenza in carcere, i due praticanti del Falun Gong sono stati sottoposti al lavaggio del cervello e alla tortura.

Solitamente quando i prigionieri arrivano nella prigione di Dongling, vengono in un primo momento detenuti nel gruppo dell'accettazione e poi dopo un mese trasferiti nelle diverse sezioni del carcere. Tuttavia i signori Wang e Sun sono stati trattenuti ulteriormente nel gruppo dell'accettazione, mentre del personale assegnato li monitorava e cercava di costringerli a rinunciare alla loro fede.

Mentre il signor Wang è stato tenuto sotto controllo da tre prigionieri, il signor Sun Yi è stato portato in una stanza all'interno dell'edificio del carcere adibito alla formazione, le cui pareti e il pavimento erano rivestiti con del materiale fonoassorbente.

Ogni giorno venivano assegnati al praticante cinque prigionieri per controllarlo. Quattro capi del gruppo dell'accettazione – Sun Peng, Chen Fei, He Fei e Qi Lin – hanno partecipato al tentativo di fare il lavaggio del cervello al praticante. A torturarlo è stato anche un prigioniero di nome Liu Xiaolong. La situazione nei primi due giorni è stata relativamente tranquilla, tuttavia la mattina del 15 maggio si potevano sentire le urla ininterrotte del praticante provenire dalla stanza speciale. Le grida erano così forti che potevano essere udite al di fuori della stanza e sono continuate fino a mezzogiorno del giorno successivo.

Nel pomeriggio del 16 maggio è stato inviato nella stessa stanza per essere sottoposto al lavaggio del cervello e alla tortura anche il signor Wang Pengyi, il quale ha visto le pessime condizioni in cui versava l'altro praticante quando è stato portato via dalle guardie. Le guardie e i prigionieri che hanno torturato il signor Sun, hanno successivamente torturato anche lui.

Per i primi due giorni sono stati indulgenti nei suoi confronti, tuttavia a partire dal 19 maggio le guardie Sun Peng e Chen Fei hanno iniziato a fargli il lavaggio del cervello nel tentativo di convincerlo a rinunciare alla pratica del Falun Gong. Il signor Wang ha rifiutato ed ha cercato di far capire loro che torturandolo commettevano un crimine, ma nonostante ciò le guardie hanno insultato lui e il Falun Gong e l'hanno sottoposto alla privazione del sonno.

La guardia Sun Peng ha usato le proprie scarpe per percuotere il praticante sul viso e sulla testa per un intero pomeriggio, tanto che il suo volto si è deformato e la testa gonfiata. L'uomo è rimasto disorientato e con la vista annebbiata. Il 22 maggio, dalle 20:30 fino 03:00 del mattino successivo, il praticante è stato nuovamente torturato. Il 6 giugno è stato alla fine trasferito nella Quinta Sezione della prigione.

Molti altri praticanti del Falun Gong detenuti nella prigione di Dongling hanno sofferto torture simili o persino peggiori.

(*) GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.