I praticanti del Falun Gong subiscono insostenibili torture che coinvolgono gli occhi

(Clearwisdom.net) Gli agenti del Partito Comunista Cinese (PCC) hanno impiegato molti metodi per torturare i praticanti del Falun Gong, utilizzando molti tipi di torture che prendevano di mira gli occhi dei praticanti. Nella lettera aperta dell’avvocato Gao Zhisheng del 12 Dicembre 2005, egli esaminò i casi in cui i praticanti del Falun Gong erano stati sottoposti a gravi abusi fisici e maltrattamenti durante la persecuzione del PCC. In tre casi i praticanti avevano subito diversi tipi di abusi riguardanti nello specifico gli occhi. Molti altri casi di torture brutali in cui sono stati presi di mira gli occhi dei praticanti sono stati registrati sul sito web Clearwisdom. Questi casi sono parzialmente riassunti di seguito:

1. Occhi di praticanti danneggiati fino alla cecità nel corso di violenti pestaggi
• Il signor Li Yunbiao da Changshuihe, città di Bei'an, provincia di Heilongjiang, è stato arrestato e trattenuto a Huayuan. L’ufficiale di polizia Li Chunwei e un'altra guardia utilizzarono un tubo di plastica bianca per percuotere il Signor Li per più di un'ora, causandogli frequenti svenimenti. I suoi denti anteriori sono stati distrutti, e sanguinava dal naso e dalla bocca. Nel dolore estremo, il Signor Li si alzò e guardò le guardie dritto negli occhi. Li Chunwei lo ha poi colpito ancora più duramente facendogli perdere l’uso della vista all’occhio sinistro. (http://www.clearwisdom.net/html/articles/2009/11/13/112354.html)

• Il Signor Han Zhong da Nanhu, provincia di Anhui, è stato inviato nel campo di lavoro forzato di Nanhu nel 2006. Un giorno sulla strada per l’officina, due detenuti criminali lo fermarono e cominciarono a molestarlo. Le guardie uscirono a indagare. Una delle guardie colpì la testa di Han con un pezzo di metallo avvolto in un filo di acciaio. Un'altra guardia colpì con diversi pugni l’occhio destro di Han, che iniziò a sanguinare. La terza guardia ha continuato a picchiarlo in seguito. Fu poi trascinato in un ufficio e lasciato lì. Più tardi, il signor Han ha chiesto ripetutamente che gli venissero controllati gli occhi, ma le sue richieste hanno avuto il solo risultato di venir percosso nuovamente. Quando alla fine gli vennero controllati gli occhi il 5 Aprile 2007, gli è stato confermato di essere stato accecato all’occhio destro. (http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2007/12/2/91795.html)

• La Signora Peng Yinfeng, 60 anni, dal distretto Xingang della città di Guangzhou, provincia del Guangdong, è stata incarcerata nel centro per il lavaggio del cervello Huangpu nel Marzo 2004. Gli autori del pestaggio l’hanno accecata, e il suo bulbo oculare è volato via durante la tortura.

• La Signora Sun Shuxiang, 48 anni, era stata illegalmente arrestata e detenuta per nove volte in sei anni di persecuzione. Ha raccontato: "Un giorno nella seconda metà del 2001, Li Zhenping, ufficiale della stazione di polizia di Xingye, venne a casa mia con un altro uomo per convincere mio marito a divorziare da me. Ho risposto che non avrebbe avuto il mio consenso. Egli [Li] mi ha colpita sul volto fino a farlo gonfiare, i miei occhi sanguinavano, e non riuscivo a vedere chiaramente".

• La Signora Liu Shuqin, 60 anni, racconta: "agenti dell'ufficio 610 mi picchiarono continuamente. Sono stata poi portata nel centro di detenzione n°3 a mezzanotte. Le guardie mi presero a pugni, puntando sugli occhi, ho visto le stelle e non riuscivo a vedere niente".

• La Signora Yang Jusheng, 67 anni, era un impiegata della Food Company  della contea di Shuangfeng  nella provincia di Hunan. E’ stata detenuta nel campo di lavoro forzato femminile di Baimalong due volte. Alla Signora Yang non è stato permesso dormire,  non le era neppure permesso chiudere gli occhi, per 13 giorni. Quando chiuse gli occhi, la guardia Yuan Jia ha ordinato a un detenuto tossicodipendente di colpirle gli occhi più di 100 volte. ( http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2007/5/22/85963.html )

2. Colpiti gli occhi con bastoni elettrici

Dopo il secondo arresto della Signora Sun Shuxiang nel 2002, e dopo essere stata sottoposta ad abusi fisici e torture, venne sottoposta a una tortura che prendeva di mira gli occhi. Ha riferito: "gli agenti hanno mirato i miei occhi con il bastone elettrico. Mi sentivo come se gli occhi fossero sul punto di cadere, e non riuscivo a vedere niente". ( http:/www.clearwisdom.net/html/articles/2009/11/11/112242.html )

3. Soffocata con fumo di sigaretta e bruciata con i mozziconi di sigaretta

La Signora Wang Yuhuan è stata in punto di morte nove volte a causa dei gravi abusi e torture subite durante la detenzione. Ha raccontato: "dopo avermi torturata con il metodo “tiger bench” (panca della tigre) per oltre quattro ore, ero in punto di morte. Mi hanno messo un secchio di metallo sopra la testa. Sette agenti di polizia hanno fumato tre sigarette ciascuno e soffiato il fumo nel secchio per più di un'ora. Sono soffocata e svenuta più volte. Mi hanno poi versato addosso acqua fredda. Prima che fossi completamente lucida, mi hanno bruciata le palpebre con mozziconi di sigaretta. Il dolore era indescrivibile". ( http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2007/10/15/90516.html )

4. Esposto a luce intensa

Guo Xiaojun, un ex docente presso il Dipartimento di Scienze informatiche dell’università Jiaotong di Shanghai, è stato illegalmente arrestato l'8 Gennaio 2010 dal dipartimento di Polizia (divisione sicurezza interna) del distretto Baoshan a Shanghai. La polizia lo ha torturato con il metodo "stewing the eagle" (stufato d'aquila): ha dovuto sedersi di fronte a tre faretti posti all’altezza della testa per un lungo periodo, a seguito del quale ha sofferto di cecità transitoria almeno una volta al mese, e la sua capacità visiva è ancora molto sfocata. I medici dell'ospedale della prigione Nanhui  gli diagnosticarono uno "spasmo dell'arteria retinica" l'8 Gennaio 2011; è un sintomo improvviso causato dalla forte stimolazione dei propri occhi, che può provocare cecità permanente se non trattato in modo tempestivo ed efficace. (http://www.clearwisdom.net/html/articles/2010/8/24/119587.html )

5. Inserimento di chili, senape, oli di balsamo e altre sostanze estranee negli occhi dei praticanti

• La Signora Yang Xianfeng del Distretto Shashi, città Jingzhou, provincia di Hubei, è stata arrestata il 6 Marzo 2001, e detenuta in località Yingguanshanzhuang, a Zhongshan, dove è stata torturata. La polizia le ha iniettato acqua e peperoncino negli occhi e bocca, e l’ha torturata per nove giorni, impedendole di dormire. Non hanno cessato di torturarla sino a quando non ha perso conoscenza. (http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2008/4/16/96466.html )

• La Signora Zhu Yinfang, dalla città di Chengdu, nella provincia del Sichuan, è stata arrestata e portata al campo di lavoro forzato Nanmusi. Un criminale detenuto, Chen Liyan, faceva gocciolare oli di balsamo negli occhi della Signora Zhu. Era così irritante che non riusciva a tenere gli occhi aperti, ma Chen l'ha picchiata quando ha provato a chiudere gli occhi.

• La Signora Tan Shaowei dal villaggio Puhui nella città di Guangzhou è stata arrestata e portata al centro di trattamento Hongshan nel Luglio 2002. Dopo essere stata costretta a bere acqua sporca e dopo essere stata punta con aghi su tutto il corpo, è stata sottoposta a un altra tortura. I suoi aguzzini la cosparsero di senape  intorno agli occhi, naso e bocca facendole lacrimare dagli occhi, colare il naso e salivare la bocca. Hanno poi raccolto tutte le secrezioni e l’hanno costretta a ingoiarle. (http://clearwisdom.net/html/articles/2010/12/22/122053.html e
http://www.clearwisdom.net/html/articles/2010/12/23/122072.html)

• Un metodo simile di tortura viene largamente applicato in un altro impianto di lavaggio del cervello nella città di Guangzhou, il “Huangpu District Thought Education Study Center.”. La Signora Fan Meixia, che vive nel distretto di Haizhu nella città di Guangzhou, ha raccontato, "i miei aguzzini mi hanno costretta a voltarmi poi facevano colare succo di peperoncino, superalcolici o mostarda calda nelle mie narici e negli occhi". (http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2004/9/17/52518.html)

• La Signora Wang Minli da Jilin è stata arrestata nel Marzo 2007 e detenuta presso il Road Yueshan Police Dog Base a Jilin, dove gli agenti della divisione di sicurezza interna l’hanno selvaggiamente picchiata e torturata. Hanno versato una bottiglia di olio di senape piccante sui suoi occhi, provocandole la cecità in un occhio. (http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2007/7/14/87681.html)

• La Signora Zhang Quiqin da Qiqihar, provincia di Heilongjiang, è stata arrestata nell'Aprile 2001 e portata alla caserma di polizia Tiefeng, dove la polizia ha versato acqua e sapone nei suoi occhi.

6. Varianti della tortura agli occhi 'Stewing the Eagle' (stufato d’aquila)

• La Signora Hou Lihua da Mudanjiang, provincia di Heilongjiang, è stata arrestata dagli agenti della Polizia del Dipartimento Aimin. L’hanno torturata tutto il giorno per cinque giorni, non permettendole di dormire. Quando la Signora Hou chiudeva gli occhi, le strattonavano con forza le palpebre. (http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2009/2/21/104998.html )

• Quando la Signora Li Xiuzhen dalla città di Weifang, provincia dello Shandong è stata detenuta nel carcere Jinan, fu privata del sonno per 28 giorni. Quando non riuscì più a tenere gli occhi aperti, le fissarono del nastro adesivo attorno alle occhiaie e lo tirarono su e giù. Qualche volta, hanno anche usato una scheggia del manico di scopa per tenerle aperte le palpebre. ( http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2005/1/19/56709.html)

Abusi e maltrattamenti a cui è stata sottoposta la Signora Li Xiuzhen nel carcere Jinan

7. Colpiti gli occhi dei praticanti

Il Signor Wang Guiming da Tonghua, provincia di Jilin, è stato sottoposto ad abusi fisici e maltrattamenti nel reparto 1 della prigione di Jilin. Dei detenuti lo hanno colpito agli occhi usando il pollice e il dito medio, procurandogli un gran dolore e la vista offuscata. (http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2005/2/14/57530.html)

8. Uccisa praticante per coprire la tortura agli occhi

La Signora Li Shuhua viveva sulla Peiying Street, a Yushu, provincia di Jilin. Era stata arrestata perché aveva distribuito materiali informativi del Falun Gong scaricati dal sito web Clearwisdom a suo marito detenuto illegalmente. E’ stata detenuta nel centro di detenzione Yushu, dove diversi agenti di polizia l’hanno torturata. Le hanno messo la testa dentro un sacchetto di plastica e hanno usato degli aghi per pungerla sulla punta delle dita, braccia, schiena e petto. Era molto doloroso e la Signora Li gridò. Il poliziotto la colpì così duramente agli occhi che il suo bulbo oculare è schizzato fuori. La Signora Li soffriva molto e subito ha perso i sensi. I funzionari di polizia si spaventarono e chiesero ai funzionari di livello superiore che cosa avrebbero dovuto fare: è stato riferito loro di ucciderla per coprire le tracce della tortura a cui era stata sottoposta. (http://www.clearwisdom.net/html/articles/2010/2/7/114489.html)

9. Resti di praticanti deceduti mostrano che i loro occhi erano stati oggetti di tortura prima della morte

Il Signor Wang Jinzhong dalla città di Shenyang, provincia di Liaoning, è morto a causa di abusi e maltrattamenti in carcere. Il suo corpo era nudo tranne che per la biancheria intima. I suoi occhi erano spalancati dopo la morte, e le sue occhiaie erano bianche e blu e infossate. La sua bocca era aperta, gli zigomi  sporgenti, e le guance presentavano forti contusioni. La pelle pendeva dal collo,entrambe le spalle erano ristrette e le sue braccia sembravano estremamente sottili, così come le costole, il bacino, cosce, gambe e piedi. Il suo corpo era pelle e ossa, piegato ed emaciato, del peso di meno di 70 libbre (circa 32 kg). Quattro poliziotti armati si affrettarono a portarlo via. (http://www.clearwisdom.net/emh/articles/2009/6/26/108599.html)

Molti rapporti che descrivono come gli occhi dei praticanti siano presi di mira in varie torture sono stati pubblicati sul sito web Clearwisdom. Tre rapporti pubblicati sulla versione cinese di questo sito web il 23 Marzo 2011 hanno descritto abusi agli occhi dei praticanti.

Il rapporto "Le malefatte dell’agente Chen Lixin della stazione di polizia Baoshan, a Fengcheng", recita: "Chen Lixin ha perforato il viso e gli occhi di un praticante e lo ha preso a calci davanti a suo padre. Il padre del praticante ha detto, “nonostante la mia veneranda età, non ho mai visto nessuno compiere un azione tanto malvagia contro chi, come mio figlio, si sforza di essere una brava persona'".

Il rapporto "Guardie del carcere Jinzhong nella provincia dello Shanxi istigarono i detenuti a malmenare Wang Zhigang sino ad accecarlo" dichiara: "Chi entra in contatto con il Signor Wang Zhigang si rende conto subito che è una persona sincera, gentile, tollerante e disponibile. Il Signor Wang ha iniziato a praticare il Falun Gong nel 1996. Ha quasi esaurito il reddito della sua attività dopo la donazione di 15.000 yuan quando massicce inondazioni hanno colpito il paese nel mese di Agosto del 1998. Il giornale di Taiyuan ha riportato la sua buona azione. Quest’uomo eccezionale è stato sottoposto a un tale brutale pestaggio senza ragione, che gli ha causato gravi danni, fisicamente e mentalmente". Anche se il Signor Wang è diventato cieco a causa delle torture, egli continua a sforzarsi di comportarsi secondo i principi del Falun Gong di Verità-Compassione-Tolleranza.

Oggi, molti praticanti del Falun Gong continuano a subire gravi abusi fisici e maltrattamenti durante la persecuzione del PCC, anche attraverso metodi di tortura che prendono di mira i loro occhi.

Versione cinese: http://www.minghui.org/mh/articles/2011/4/5/眼睛承受的酷刑之痛-238560.html
Versione inglese: http://www.clearwisdom.net/html/articles/2011/4/22/124564.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.