Norvegia: Sciopero della fame per protestare contro le atrocità del campo di concentramento di Sujiatun

Nel pomeriggio del 13 marzo 2006, i praticanti del Falun Gong della Norvegia si sono riuniti a Bodo per mostrare lo sciopero della fame che stanno facendo per protestare contro le atrocità del PCC commesse nel campo di concentramento di Sujiatun. Recentemente è stato svelato che nel campo sono stati rinchiusi più di 6000 praticanti del Falun Gong e nessuno n’è uscito vivo, perchè nel campo gli organi dei praticanti vengono asportati per poi essere venduti in nero e i corpi vengono poi cremati all’interno del campo stesso per eliminare ogni prova.

Praticanti in sciopero della fame a Bodo
I praticanti sorreggono striscioni e distribbuiscono volantini ai passanti per esporre i crimini commessi nel campo di concentramento. Sono state raccolte le firme per chiedere la fine della persecuzione e in molti hanno firmato. Un’anziana donna ha detto che aiuterà i praticanti a contattare le organizzazioni internazionali per i diritti umani per far conoscere loro la verità e porre fine a questa persecuzione in più presto possible.

Firme a supporto della fine della persecuzione Firme a supporto della fine della persecuzione

Here is the article in English language:
http://en.clearharmony.net/articles/a31962-article.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.