Italia: La mostra d’arte internazionale “Verità, Benevolenza e Tolleranza prossimamente a Torino

Comunicato Stampa
 

Dal 1999, cento milioni di cittadini cinesi che praticano gli insegnamenti della Falun Dafa, sono perseguitati, torturati, detenuti in campo di concentramento e usati come cavie per il lucroso mercato dei trapianti. I loro organi vengono espiantati da vivi e i corpi non più utili, avviati ai forni per eliminare le prove.

La loro condizione è da allora testimoniata e denunciata dai praticanti di questa pratica meditativa, che vivono fuori dalla Cina, in oltre 60 paesi del mondo.


Dal 26 Maggio al 3 Giugno 2007
Agli “Antichi chiostri”, in Via Garibaldi 25, Torino;
La mostra d’arte internazionale “Verità, Benevolenza e Tolleranza”.
dalle ore 8 alle 22 con orario continuato
Ingresso gratuito

La mostra, si avvale del patrocinio del Comune e della Provincia di Torino.

Inaugurazione alle ore 18.00 di sabato 26 Maggio 2007

Ospita quarantadue dipinti, realizzati da praticanti della Falun Dafa che, in alcuni casi, hanno sperimentato loro stessi la persecuzione e la tortura. Nel corso degli ultimi anni questa mostra è già stata organizzata in molte sedi importanti, tra cui il Parlamento Europeo e la Commissione ONU per i Diritti Umani.

Approfondimento:

Fin dai tempi più antichi gli uomini hanno sondato le profondità dei misteri della vita, chiedendosi quale sia il posto dell’uomo all’interno della natura. In quella cultura, grande considerazione veniva data ai meccanismi che regolavano i cieli, alle qualità della terra e all’armonia fra la gente, ed era nel bilanciamento dinamico di tali cose che il saggio cercava di essere in sintonia con la Natura. Distillata in tre leggi quella Natura è: verità, benevolenza e tolleranza.

Per l’artista la cui opera rivela una ricerca del vero significato della vita, di tempo, di cultura, vanno al di là di religione e politica. Lui crea invece, per ispirare nello spettatore una verità più alta o una saggezza superiore. L’opera d’arte in questo caso non è altro che un veicolo materiale che promette un passaggio verso la verità.

Le opere esposte in questa mostra sono state create da un gruppo di artisti affermati, che attraverso la pratica del Falun Gong – un’antica scuola cinese di meditazione e auto-miglioramento – hanno guadagnato la salute fisica e mentale.

Nel mezzo delle sofferenze inumane dovute alla crudele persecuzione, fra torture e violenze, vediamo della gente ordinaria diventare straordinaria. Perché il potere della fede nei principi fa risplendere il mite e lo rinvigorisce di una forza mentale e di un coraggio di gran lunga superiori alle sofferenze imposte. Verità, benevolenza, tolleranza sono qui infuse fin proprio al midollo, facendo delle vittime dei vincitori. Il messaggio è, in ultimo, un messaggio di speranza e di trionfo.

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.