Du Fu - Il saggio poeta cinese

Du Fu, il saggio poeta cinese. (Kiyoka Chu)

Du Fu (712-770 d.C.) fu un poeta cinese di rilievo della dinastia Tang. Visse una vita povera, spesso sopraffatto da problemi e cattive condizioni di salute. Dedicò tutta la sua vita a scrivere belle poesie, di cui oltre 1.400 vengono recitate ancora oggi.

Spesso i critici cinesi dividono la vita di Du Fu in quattro periodi. Du Fu iniziò a mostrare il suo talento nel comporre poesie all'età di 7 anni. Grazie al suo ambiente familiare, ricevette un’educazione confuciana tradizionale e iniziò a viaggiare prima dei 35 anni. Sono ancora conservate più di 20 poesie scritte in quel periodo.

Il secondo periodo viene considerato dall'età di 35 ai 44 anni, nel corso dei quali Du Fu fallì l'esame di servizio civile e visse una vita povera nella capitale Chang'an. Dopo aver osservato e sperimentato la corruzione dei funzionari pubblici e la sofferenza delle persone, iniziò a preoccuparsi della gente comune e del destino della nazione. Il contenuto delle sue poesie durante questo periodo venne ingiustamente criticato e preso in giro dai ricchi e potenti politici . Queste poesie portano i segni dei dieci anni di disagi di Du Fu nella capitale, e la sua comprensione della vita. Circa un centinaio di sue poesie sono state conservate.

Il terzo periodo va dall'età di 45 a 48 anni. In questo periodo la nazione era afflitta da guerre tra il governo e i ribelli e Du Fu fu costretto a nascondersi. Un giorno Du Fu alloggiònella casa di una coppia povera e vecchia. A metà notte, udì qualcuno battere alla porta, poi il vecchio fuggì scavalcando il muro del cortile. Solo la vecchia moglie aprì la porta. Erano degli ufficiali militari che entravano in ogni casa per cercare uomini da mandare a combattere. La vecchia parlò del fatto che tutti e tre i suoi figli erano stati costretti a entrare nell'esercito e due di loro erano rimasti uccisi sul campo di battaglia. Ora aveva solo una nuora e un bambino. L'ufficiale non badò al suo appello e la portò nei campi militari per servire come cuoca. All'alba, quando Du Fu lasciò la casa della famiglia, diede un breve addio al vecchio che nel frattempo era tornato a casa. Du Fu non poté esimersi dallo scrivere una poesia su questa triste storia.

Durante questo periodo, Du Fu scrisse molte poesie simili sulla sofferenza delle persone e sul declino della dinastia Tang. Venne chiamato il "poeta storico" per la realtà oggettiva che raccontava. Più di duecento poesie relative a questo periodo sono state conservate, la maggior parte delle quali sono considerate dei veri capolavori.

L'ultimo periodo va dall'età di 49 a 59 anni. Furono i suoi ultimi anni di vita e rimase spesso senza dimora. Negli ultimi due anni prima della morte, vagabondò e visse su una barca per la maggior parte del tempo. Nell'inverno del 770 d.C., Du Fu morì sulla barca, all'età di 59 anni. Ci ha lasciato più di mille poesie relative a questo periodo.

In tutta la sua vita, Du Fu ha mostrato grandi meriti di benevolenza confuciana. Le sue poesie coprono una vasta gamma di argomenti sociali, dalle tattiche militari, gli affari nazionali alle regole di governo per i civili in periodo di guerra civile. Molte delle sue poesie mostrano una maggiore importanza per la vita, piuttosto che per i beni materiali o per le difficoltà e sofferenze personali.

La sua influenza sul contenuto e sullo stile poetico è stata profonda. In Merriam-Webster's Encyclopedia Of Literature, si afferma «la sua lingua densa e compressa si avvale di tutte le sfumature connotative di una frase e di tutte le potenzialità dell'intonazione della singola parola, qualità che nessuna traduzione potrà mai rivelare».

Du Fu è stato ammirato come il "poeta saggio" e molti critici cinesi lo considerano il poeta più influente nella storia della Cina.

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.