Jilin: Otto residenti inviati nel centro di lavaggio del cervello, di cui uno ancora detenuto

(Minghui.org) Verso la fine del 2015, le autorità di Tonghua, provincia di Jilin, hanno inviato otto residenti locali al centro di lavaggio del cervello di Xishan, nel tentativo di costringerli a rinunciare al loro credo nel Falun Gong.

Entro la fine di dicembre, sette degli arrestati sono stati rilasciati, mentre la signora Zhao Guihua è stata in seguito trasferita al centro di detenzione, dove si trova tutt'ora.

Dietro il nuovo ciclo di lavaggio del cervello c'è l'Ufficio 610

La sessione di lavaggio del cervello è stata organizzata dall'Ufficio 610 (*) nel comune di Tonghua e dal suo ufficio subordinato nel distretto di Dongcheng. Anche i pubblici ufficiali della città di Tonghua, il distretto governativo di Dongcheng e la commissione giuridica hanno collaborato al lavaggio del cervello.

Creato appositamente per sradicare il Falun Gong dall'ex leader del Partito Comunista, l'Ufficio 610 ha il potere assoluto sopra ogni livello di amministrazione nel partito e di tutti gli altri sistemi politici e giudiziari. Negli ultimi 16 anni di persecuzione è stata la principale forza dietro molti centri di lavaggio del cervello in tutta la Cina.

Intimidazioni e lavaggio del cervello intensivo

Per anni, il centro per il lavaggio del cervello di Xishan è stato un luogo centrale per detenere e per attuare il lavaggio del cervello ai praticanti del Falun Gong arrestati nelle aree adiacenti.

La maggior parte dei praticanti detenuti vengono isolati e monitorati. Sono stati costretti a guardare i video diffamatori contro il Falun Gong per molte ore ogni giorno. Il personale del centro di lavaggio del cervello spesso li ha minacciati di condannarli se avessero continuato con la pratica del Falun Gong. In alcuni casi, il personale ha anche minacciato i familiari dei praticanti e li ha costretti a cercare di convincerli a rinunciare al loro credo.

Durante le sessioni di lavaggio del cervello, lo stress mentale è tremendo. A causa di continue e pesanti intimidazioni, alcuni praticanti hanno sviluppato una alta pressione sanguigna e gravi problemi cardiaci.

Arrestati per essersi ribellati contro la persecuzione

Tra gli otto praticanti detenuti nella recente sessione di lavaggio del cervello, cinque sono stati arrestati per aver distribuito materiale informativo sul Falun Gong e tre per aver citato in giudizio l'ex dittatore cinese Jiang Zemin, colui che ha dato inizio alla persecuzione contro il Falun Gong.

Il 19 novembre 2015, cinque praticanti donne, le signore Zhao Guihua, Feng Baorong, Wei Baoxia, Liu Yuhua, e Li Shujuan, sono state arrestate per aver fornito materiale informativo sul Falun Gong. In seguito sono state interrogate nella stazione di polizia della città Jinchang e mandate la sera stessa nel centro di lavaggio del cervello di Xishan.

Le signore Liu Yuhua e Zhao Guihua hanno intrapreso uno sciopero della fame nel centro di lavaggio del cervello. Cinque giorni più tardi, la signora Liu ha ricominciato a prendere il cibo persuasa dai membri della sua famiglia, mentre la signora Zhao è stata trasferita al centro di detenzione di Changliu, dove si trova tutt'ora.

Nonostante le deboli condizioni fisiche della signora Liu, causate dallo sciopero della fame, è stata ancora costretta a guardare i video del lavaggio del cervello. Il personale del centro di lavaggio del cervello e i funzionari del governo hanno costantemente parlato con lei tentando di costringerla a rinunciare al Falun Gong. In seguito è stata costretta a firmare una dichiarazione di rinuncia al Falun Gong prima di essere rilasciata dal centro di lavaggio del cervello il 14 dicembre del 2015.

L'8 dicembre la signora Li e la signora Feng sono state rilasciate mentre la signora Wei il 9 dicembre.

Le altre tre praticanti, le signore Song Dianjie, Feng Xianzhi e Lu Yajie, sono state arrestate tra la fine di novembre e l'inizio di dicembre per aver fatto causa a Jiang Zemin. Sia la signora Feng che la signora Lu sono state oggetto di vessazioni da parte della polizia prima di essere arrestate.

La signora Song è la sola badante della suocera di 84 anni. Quando i poliziotti l'hanno arrestata, la suocera li ha inseguiti per la strada, supplicandoli inutilmente di liberarla. Questa era la terza volta che è stata portata in un centro di lavaggio del cervello dal 2011.

Nel primo mattino del 4 dicembre 2015, la signora Lu Yajie è stata arrestata mentre stava ancora dormendo. È stata portata al piano di sotto dalla polizia, l'hanno portata nella loro macchina e l'hanno colpita alla testa, facendole perdere i sensi per alcuni secondi. È rimasta stordita dai colpi anche dopo che era stata portata al centro di lavaggio del cervello.

Le è stata negata anche la visita da parte di sua figlia e del marito perché ha rifiutato di rinunciare al Falun Gong.

Il 15 dicembre 2015 sia la signora Song, che la signora Lu sono state rilasciate, mentre la signora Feng Xianzhi è stata rilasciata il 10 dicembre 2015.

Informazioni sui contatti dei colpevoli:
Xue Yuliang (薛玉亮), ex vice capo dell'Ufficio 610 di Tonghua: + 86-435-3908495 (ufficio), + 86-435-5223195 (casa), + 86-13904451512 (cellulare)
Ma Wendong (马文东), capo dell'Ufficio 610 del distretto di Dongchang: + 86-15504350771, + 86-435-3389018 (ufficio), + 86-435-6109428
Zhao Zhongguo (赵忠国), capo del Comitato degli affari politici e legali di Tonghua: + 86-1389458788

(Informazioni dei contatti degli altri autori sono disponibili in questo articolo nella versione cinese originale).

(*)GLOSSARIO

Versione Inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.